Angola

“Cidade do empreendedor”, una nuova fiera per giovani imprenditori angolani

ANGOLA – Un nuovo appuntamento d’affari destinato ad giovani imprenditori e piccole imprese si terrà a settembre nella Baia di Luanda.

(95 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Australe

  • Sudafrica Free

    Ramaphosa si impegna a sostegno imprese pubbliche

    SUDAFRICA - Un impegno a risollevare le sorti delle compagnie a partecipazione pubblica e ad alzare la guardia e la lotta contro la corruzione  è stato preso dal presidente sudafricano Cyril Ramaphosa. “Abbiamo preso iniziative per rafforzare la gestione delle imprese pubbliche e rafforzare i rispettivi consigli di amministrazione” ha detto Ramaphosa ricordando tra le imprese destinatarie di provvedimenti Southampton African Airways, Transnet, Eskom e Prasa. il caso più delicato secondo molti osservatori resta quello di Eskom, la utility energetica da tempo in rosso. La strategia del capo dello stato sembra prevedere una divisione in tre parti della società così da rendere più semplice un miglioramento dei modelli di business finora seguiti. [MS]
  • Angola Free

    A processo da oggi figlio ex presidente ed ex...

    ANGOLA – Inizia oggi a Luanda il processo a José Filomeno “Zenu” dos Santos, figlio dell’ex presidente della Repubblica José Eduardo dos Santos, ed ex presidente del Fondo Sovrano, accusato di peculato e riciclaggio di denaro. Insieme a “Zenu” sono processati Valter Filipe da Silva, già governatore della Banca nazionale d’Angola (Bna), l’imprenditore Jorge Gaudens Pontes Sebastião, capo della Mais Financial Services, e l’ex direttore del dipartimento di gestione delle riserve della Bna, António Samalia Bule Manuel. Il processo riguarda il trasferimento illecito, nel settembre del 2017, di 500 milioni di dollari ad una filiale del Credit Suisse a Londra, legata alla creazione di un presunto fondo d’investimento strategico, attraverso i servizi della Mais Financial Services, con l’appoggio di Dos Santos. I 500 milioni evasi sono stati recuperati dalla Banca centrale. [CC]
  • R.D. CongoZambia Free

    Firmato MoU per realizzazione autostrada e ponte al...

    ZAMBIA/RD CONGO – Un memorandum di intesa è stato firmato tra i governi di Zambia e Repubblica Democratica del Congo per riprendere i lavori di costruzsione di un’autostrada che collegherà i due paesi e la costruzione del ponte di Luapula. Lo riferisce la stampa di settore precisando che sembra essere ripreso il percorso di realizzazione dell’autostrada a pagamento Kasomeno – Mwenda e il progetto correlato del Luapula. La cerimonia della firma del Mou tra i due governi si è tenuta nei giorni scorsi alla presenza del ministro delle Infrastrutture zambiano, Vincent Mwale, che ha sottolineato i benefici socio-economici che il progetto infrastrutturale offrirà sia allo sia allo Zambia che alla RDC: creando posti di lavoro diretti e indiretti, decongestionando il posto di frontiera di Kasumbalesa, aumentando le entrate dirette per i due paesi, migliorando la sicurezza delle frontiere e gli scambi commerciali. La strada a pedaggio Kasomeno – Mwenda e il progetto Luapula Bridge, che costituiranno un partenariato pubblico-privato (PPP), saranno realizzati sulla base di un accordo di build-operate and transfer (BOT). A realizzare e gestire l’infrastruttura saranno Erano presenti anche funzionari di GED Africa (Groupe Europeene de Development) e il gruppo ungherese Dunna Aszfalt, che si sono occupate anche dell’organizzazione finanziaria dell’operazione. Grande soddisfazione è stata espressa dal governatore della provincia di Luapula, Nickson Chilangwa, il quale ha affermato che la strada a pedaggio Kasomeno-Mwenda e il progetto di Luapula Bridge cambieranno le regole del gioco in tutta la provincia, dopo un'attesa di quasi 10 anni.
  • Botswana Free

    Allo studio riconoscimento medicina tradizionale

    BOTSWANA - Il governo di Gaborone sta valutando la possibilità di introdurre una serie di strumenti legali volti a regolamentare la medicina tradizionale e riconoscerne il ruolo accanto alle pratiche sanitarie moderne.

    A dirlo è stato il ministro della Sanità Lemogang Kwape, evidenziando come stia crescendo la consapevolezza riguardo l’utilità delle forme alternative di medicina, incluse quelle tradizionali.

    “Si tratta di unire più trattamenti per migliorare le condizioni di salute e la qualità della vita”, ha detto  Kwape, aggiungendo che un tale sviluppo aiuterebbe a regolamentare l’uso di forme di medicina tradizionale garantendo maggiore sicurezza ed efficacia per gli utenti.

    A tal fine, il governo del Botswana sta studiando i punti strategici delle raccomandazioni elaborate dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) sulle medicine tradizionali per sviluppare una propria legislazione nazionale destinata a regolamentare in primo luogo la produzione e la conservazione delle piante medicinali. [MV]

  • Angola Free

    Concesso prestito FMI per programma di riforme

    ANGOLA - Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha approvato la concessione della seconda tranche di un prestito a favore del governo di Luanda per finanziare il suo programma di riforme strutturali.

    A renderlo noto è stato lo stesso FMI, precisando che la tranche concessa ha un valore pari a 247 milioni di dollari.

    Il prestito era stato approvato a dicembre dello scorso anno per un valore totale pari a 3,7 miliardi dollari con l’obiettivo di aiutare l’Angola a gestire le crisi del bilancio pubblico e la bilancia dei pagamenti statali dopo che il crollo dei prezzi petroliferi ha creato un buco nelle entrate del governo angolano.

    L'Angola è il secondo maggiore Paese esportatore di petrolio in Africa e fa affidamento sulle vendite di greggio per circa il 65% del gettito fiscale totale, ma la combinazione di prezzi petroliferi in calo e cattiva gestione da parte della compagnia statale Sonangol hanno contribuito a far emergere gravi  difficoltà economiche. [MV]

  • Angola Free

    Lieve incremento produzione petrolifera nel 2020

    ANGOLA – La produzione petrolifera dell’Angola rimarrà costante e ancorata ai dati dell’Opec anche nel 2020, pur facendo registrare un lieve incremento. A dirlo è stato ieri a Luanda il ministro del Petrolio e delle Risorse Minerarie, Diamantino Azevedo, precisando che secondo le previsioni l'Angola produrrà 1.436 milioni di barili al giorno entro il 2020, in aumento rispetto agli attuali 1,39 milioni di barili al giorno. Il ministro, che stava parlando con l'agenzia di stampa Angop della 177a riunione dei ministri dell'OPEC, che ha avuto luogo giovedì, ha anche affermato che il mantenimento dei prezzi a livelli che soddisfino tanto i produttori quanto i consumatori è possibile attraverso lo sforzo portato avanti dai paesi OPEC e non OPEC. Alla sua 175a riunione, tenutasi a dicembre 2018, il cartello dei produttori petroliferi aveva deciso di tagliare 1,2 milioni di barili al giorno, con 800.000 barili per i membri dell'OPEC e 400.000 barili per i non-OPEC. A quel tempo, la produzione dell'Angola era fissata a 1,481 milioni di barili al giorno, ma il paese attualmente sta producendo circa 1,390 milioni di barili al giorno. Il rapporto mensile sul mercato petrolifero dell'OPEC per novembre afferma che l'Angola ha prodotto in ottobre tra 1,356 milioni e 1,397 milioni di barili al giorno. Il ministro Diamantino Azevedo ha dichiarato che l'Angola difende il mantenimento dei tagli decisi dall'OPEC nel 2018, sostenendo che la loro continuità andrà a beneficio dell'economia angolana e non solo, aumentando i prezzi e fornendo maggiori entrate in valuta estera.