Algeria

Algeria pronta ad avviare il progetto nazionale di energia solare

ALGERIA – L’Algeria è pronta ad avviare il suo progetto nazionale di costruzione di centrali solari per una capacità complessiva di 5.600 megawatt, per rafforzare la rete nazionale nei prossimi anni. Lo ha annunciato il ministro dell’Energia, Mohamed Arkab, convinto che le competenze nazionali attuali sono in grado di portare tale progetto fino alla conclusione.

(134 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Nord

  • EgittoEtiopiaSudan Free

    Diga sul Nilo, passi in avanti dopo incontri a...

    ETIOPIA / EGITTO / SUDAN - L’incontro tripartito per la gestione della Diga del Rinascimento svoltosi nei giorni scorsi a Washington tra i rappresentanti dei governi di Addis Abeba, il Cairo e Khartoum con la mediazione degli Stati Uniti e della Banca mondiale ha segnato una svolta importante in vista di un accordo.

    Ad affermarlo è stata la delegazione etiope, composta dal ministro degli Esteri Gedu Andargachew e dal ministro dell’Acqua Sileshi Bekele, al termine di tre giorni di riunioni nella capitale statunitense.

    Obiettivo degli incontri era isolvere le divergenze sul riempimento e sul funzionamento di GERD e, secondo le dichiarazioni del ministro degli Esteri Gedu, è stato fruttuoso.

    "Durante l'incontro, l'Etiopia non ha compromesso il suo interesse nazionale e non lo farà neanche in futuro", ha detto il ministro rivelando che si è raggiunta un’intesa di massima sulle tempistiche di riempimento, che dovrebbero durare tra i 4 e i 7 anni.

    L'Etiopia intende cominciare a riempire l’invaso della diga dall’inizio della prossima stagione delle piogge.

    I tre Paesi si incontreranno nuovamente a Washington dal 28 al 29 gennaio con l'obiettivo di raggiungere un accordo definitivo sul funzionamento della diga. [MV]

  • Marocco Free

    Fondi dalla Banca Mondiale contro i disastri naturali

    MAROCCO - La Banca Mondiale ha concesso un prestito del valore di 275 milioni di dollari a favore del governo di Rabat per sostenere le iniziative del Paese nella gestione del rischio di eventi naturali catastrofici.

    A renderlo noto è stato il ministero marocchino dell’Economia e delle finanze, precisando che il prestito è stato ideato al fine di aiutare il Paese nordafricano a rafforzare la sua capacità di gestire l'impatto finanziario delle catastrofi naturali e degli choc climatici.

    In particolare i fondi saranno utilizzati per coprire il rischio di eventi catastrofici, dal momento che il Marocco ha recentemente istituito un sistema specifico per  affrontare le conseguenze di tali eventi. [MV]

  • Marocco Free

    Focus Marocco in occasione di giornata ANIE su attivit...

    MAROCCO - Lunedì 3 febbraio avrà luogo a Milano, presso il Palazzo delle Stelline, la tradizionale giornata annuale sulle attività internazionali di ANIE, la Federazione nazionale delle imprese elettrotecniche ed elettroniche, che vedrà un focus sul Marocco.

    L’evento, intitolato Made4Export, sarà occasione di approfondire le opportunità che il mercato del Marocco offre alle imprese italiane fornitrici di tecnologie.

    Secondo quel che riferisce la stessa ANIE, il Marocco rappresenta uno dei mercati emergenti più interessanti caratterizzato da importanti investimenti infrastrutturali – pari a 60 miliardi di euro previsti entro il 2035 – e una crescita del PIL del 4,0% nel biennio 2020-2021.

    Grazie alla collaborazione con ICE-Agenzia e al supporto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, sarà ospitata una delegazione di operatori marocchini di alto profilo, che dopo le attività seminariali potranno incontrare le imprese italiane in una sessione di incontri B2B.

    Maggiori informazioni sull’evento e sulle modalità di partecipazione sono disponibili sul sito internet di ANIE

  • Egitto Free

    La Bers entra nel capitale della Infinity Energy

    EGITTO - La Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (Bers) sta investendo 60 milioni di dollari per entrare nel capitale di Infinity Energy S.A.E., una delle principali società energetiche private egiziane. L’ingresso avverrà attraverso l’emissione di nuove azioni.  I fondi messi a disposizione serviranno allo sviluppo di progetti di energia rinnovabile e di distribuzione di elettricità, nonché alla realizzazione di stazioni di ricarica per veicoli elettrici. Questo investimento si accompagna alla firma di un accordo di joint venture tra Infinity Energy e Abu Dhabi Future Energy Company PJSC ‘Masdar’ in base al quale Masdar investirà nel portafoglio di risorse rinnovabili di Infinity Energy e collaborerà con Infinity nei prossimi progetti di energia rinnovabile in Egitto e più in generale in Africa.  L’investimento contribuirà alla transizione energetica in corso in Egitto sostenendo la crescita delle energie rinnovabili. Il governo egiziano ha fissato come obiettivo il raggiungimento del 20% della sua produzione di elettricità da fonti rinnovabili entro il 2022 e il 42% entro il 2035. [MS]
  • MaroccoRwanda Free

    Inaugurata a Rabat l’ambasciata del Rwanda

    RWANDA / MAROCCO – L’ambasciata del Rwanda in Marocco è stata inaugurata questa settimana nella capitale, Rabat. L’evento si inserisce nella scia del consolidamento delle relazioni fra i due Paesi, successivo alla visita del Re del Marocco Mohammed VI a Kigali nell’ottobre del 2016. L’ambasciata del Marocco in Rwanda era stata inaugurata nell’aprile del 2017. La rappresentazione diplomatica del Rwanda a Rabat permette di promuovere lo scambio di visite fra i popoli di entrambi i Paesi. Contribuirà anche a promuovere le visite d’affari, e a fornire informazioni agli investitori marocchini interessati alle opportunità nel “Paese delle mille colline”. Sin dalla visita detta “storica” del monarca a Kigali, 34 accordi di cooperazione bilaterale sono stati firmati fra i due governi africani. Presente all’inaugurazione, il ministro degli Esteri, della Cooperazione internazionale e dei marocchini residenti all’estero, Nasser Bourita, ha sottolineato che Rabat sta diventando una “piazza diplomatica internazionale di primo rango”, con 106 ambasciate di Paesi esteri e alcune sedi di organizzazioni regionali e internazionali. [CC]
  • Egitto Free

    Fondi italiani per la filiera del pomodoro in Egitto

    EGITTO - La Cooperazione italiana allo sviluppo ha firmato con l’Organizzazione delle Nazioni Unite per lo sviluppo industriale (UNIDO) un accordo di finanziamento per un progetto a sostegno della filiera del pomodoro in Egitto.

    A darne notizia è la stessa UNIDO, precisando che l’Italia ha inoltre siglato un secondo accordo per la promozione degli investimenti in Iraq per un contributo complessivo su entrambi i progetti di 4,5 milioni di euro.

    In base a quel che viene reso noto, il progetto in Egitto si propone di creare nuove opportunità di occupazione, in particolare quella giovanile, tramite la creazione di un “Centro Pilota di Formazione e Servizi” volto a potenziare le capacità di produzione e la qualità della filiera del pomodoro.

    L’Egitto è il quinto produttore mondiale di pomodoro con circa otto milioni di tonnellate all’anno, ma solamente una quota compresa tra il 3-4% di questa produzione viene lavorata in modo industriale.

    Obiettivo del progetto promosso da UNIDO è sviluppare questo potenziale tramite l’introduzione di processi e prodotti innovativi nel settore. [MV]