Mali

Cinque soldati uccisi in un’imboscata

MALI – Cinque soldati maliani sono stati uccisi ieri in un’imboscata tesa da non meglio precisati “jihadisti” nel centro del Mali. Lo hanno riferito fonti ufficiali di sicurezza.

(104 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Occidentale

  • Liberia Free

    Nominata nuova ministra dell’Agricoltura

    LIBERIA - Il presidente liberiano George Weah ha nominato Jeanine Cooper nuovo ministro dell’Agricoltura, in sostituzione di Mogana Flomo che era stato rimosso da quest’incarico lo scorso giugno.

    Nella nota diffusa dall’ufficio della Presidenza della Repubblica di Monrovia con cui Weah annuncia la nomina, viene specificato che questa dev’essere confermata dal Parlamento liberiano.

    Prima di ottenere l’incarico come ministro dell’Agricoltura in Liberia, Cooper è stata dal 2009 direttrice esecutiva e fondatrice di FABRAR Liberia, società specializzata nella lavorazione e commercializzazione di prodotti agricoli locali, diventando in breve tempo la maggiore compagnia locale produttrice di riso.

    In precedenza ha lavorato per le Nazioni Unite, occupando i ruoli di Osservatore permanente presso l’Unione Africana e la Commissione economica delle Nazioni Unite per l’Africa (UNECA), nonché capo dell'Ufficio di collegamento con l'Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari OCHA). [MV]

  • Costa Avorio Free

    Significativo aumento della produzione di caucciù

    COSTA D’AVORIO – E’ aumentata del 25% tra il 2018 e il 2019 la produzione ci caucciù i Costa d’Avorio, primo esportatore africano di questa gomma naturale e settimo produttore mondiale. I progressi nella produzione, che ha raggiunto le 780.000 tonnellate, sono legati all’aumento di superficie da parte di alcuni coltivatori che hanno lasciato il cacao per dedicarsi alla filiera della gomma naturale. Secondo l’Associazione dei professionisti del caucciù naturale della Costa d’Avorio, nel 2020 il raccolto potrebbe raggiungere 850.000 tonnellate e successivamente, nel 2021, 950.000 tonnellate. L’associazione fa tuttavia notare che alcuni produttori sono stati in difficoltà perché non è stato sempre rispettato il prezzo minimo d’acquisto garantito. La domanda nel 2019 è stata forte dalla Cina, dalla Tailandia, dalla Malesia, dall’Europa e dall’America. [CC]
  • São Tomé e Príncipe Free

    Dono AfDB di oltre 6 milioni di euro

    SAO TOME E PRINCIPE – Il governo di São Tomé e Príncipe riceverà un dono dalla Banca africana per lo sviluppo (AfDB) del valore di 6,18 milioni di euro. L’accordo fra le parti è stato firmato ad Abidjan presso la sede della banca, dal ministro della Pianificazione e delle Finanze dell’arcipelago, Osvaldo Vaz, e dal vicepresidente dell’AfDB incaricato dello sviluppo regionale, dell’integrazione e della prestazione di servizi, Khaled Sherif. I fondi saranno destinati al sostegno al bilancio e al settore dell’elettricità. Osvaldo Vaz ha commentato l’accordo dicendo che era “storico” e che consentirà di migliorare le condizioni di vita della popolazione. Ai primi  di gennaio, era stata la Banca Mondiale a mettere  a disposizione di São Tomé e Príncipe 5 milioni di dollari. Lo scorso ottobre era stato approvato il programma di agevolazione di credito da parte del Fondo monetario internazionale (Fmi). [CC]
  • Ghana Free

    Sostegno dalla Germania per infrastrutture trasmissione...

    GHANA - Il governo di Accra ha ricevuto un contributo pari a 250 milioni di euro dalla Germania, nell’ambito del programma tedesco Compact with Africa, per migliorare ed espandere le infrastrutture per la trasmissione dell’elettricità in Ghana.

    A darne notizia sono i media locali, che ricordano come il programma Compact with Africa prevede uno stanziamento da parte del governo di Berlino di un miliardo di euro per dare impulso al settore privato nei Paesi coinvolti, e di cui il Ghana è parte.

    In base all'accordo, la multinazionale tedesca Siemens lavorerà con la Ghana Grid Company (GRIDCo) per migliorare la capacità e la stabilità della rete elettrica del Ghana.

    Il progetto prevede inoltre l’aumento della capacità di esportazione di energia dal Ghana verso i vicini Burkina Faso, Togo e Benin.

    Il Ghana è il primo paese a beneficiare di una transazione significativa nell’ambito del programma Compact with Africa, annunciato per la prima volta dalla cancelliera tedesca a giugno 2017 in occasione del G20 Africa a Berlino. [MV]

  • Mali Free

    In aumento produzione di oro

    MALI - La produzione industriale di oro in Mali è aumentata lo scorso anno del 7%, raggiungendo un livello record di 65,1 tonnellate.

    A rivelarlo sono le statistiche diffuse dal ministero delle Miniere di Bamako, da cui emerge che l’incremento è legato in particolare al lancio delle attività estrattive presso la miniera di Syama di proprietà della multinazionale australiana Resolute Mining.

    Secondo le stime del ministero delle Miniere maliano, la produzione di oro complessiva è stata pari nel 2019 a 71,1 tonnellate grazie anche a sei tonnellate estratte dai minatori artigianali.

    In base alla tendenza in corso, il ministro delle Miniere Mamadou Sidibe ha dichiarato che la produzione industriale crescerà ancora nell’anno in corso, senza tuttavia rendere noti maggiori dettagli in merito. [MV]

  • Togo Free

    Arrivano fondi UE per il sostegno alle finanze...

    TOGO – L’Unione Europea ha sbloccato 16 milioni di euro a favore del governo togolese, nell’ambito del programma di sostegno al bilancio approvato per il periodo 2019-2020. Globalmente, saranno 33 milioni di euro quelli che l’Unione Europea  concederà a Lomé per sostenere le finanze pubbliche. La delegazione europea ha ritenuto che il Togo ha realizzato numerosi sforzi e ottenuto risultati soddisfacenti con le riforme attuate. E’ migliorata la posizione del Togo nella classifica Doing Business della Banca Mondiale, sono migliorare le performance economiche ed è stata attuata una politica macroeconomica dedicata alla correzione di bilancio e alla diminuzione del debito pubblico. La prima rata versata lo è stata sotto forma di dono. Il prossimo versamento è previsto per dicembre 2020. [CC]