Sudafrica

Inaugurata centrale solare off-grid per l’Università di Port Elizabeth

SUDAFRICA – Una centrale solare off-grid dedicata all’Università Nelson Mandela a Port Elizabeth, nella provincia del Capo Orientale, è stata inaugurata in questi giorni

(160 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Australe

  • Sudafrica Free

    In continua crescita la produzione di frutta da alberi...

    SUDAFRICA - La produzione e l’esportazione di frutta da alberi decidui (come mele, pere e uva da tavola) continua a crescere in Sudafrica, in considerazione soprattutto dell’entrata in produzione di nuovi frutteti.

    E’ quel che emerge dall’ultimo rapporto sul tema realizzato dal Servizio estero del Dipartimento statunitense dell’Agricoltura (USDA), sottolineando come tali fattori abbiano attutito l’impatto delle recenti condizioni di siccità.

    Secondo le informazioni rese note, il Sudafrica è infatti autosufficiente e importa solo piccole quantità di frutti decidui per soddisfare mercati di nicchia o per soddisfare la domanda interna quando l'offerta è limitata.

    La Provincia del Capo Occidentale è la principale regione produttrice con una quota del 72% sul totale nazionale, seguita dal Capo Settentrionale (17%) e dal Capo Orientale (8%).

    A livello di produzione, le uve da tavola rappresentano il 32% del totale della superficie coltivata a frutta decidua con una produzione nell’ultima stagione che ha raggiunto 315.000 tonnellate (+2% rispetto alla stagione precedente).

    La coltivazione di mele viene portata avanti sul 30% delle superfici agricole prese in considerazione per una produzione pari a 840.000 tonnellate (+6%), seguita dalle pere sul 15% delle superfici per 410.000 tonnellate (+0,5% rispetto all’ultima stagione). [MV]

  • Sudafrica Free

    Inviati speciali in Paesi africani per ricucire...

    SUDAFRICA - Inviati speciali per riportare le relazioni diplomatiche su livelli adeguati. E’ quanto ha stabilito il presidente sudafricano Cyril Ramaphosa cooptando alcune personalità diplomatiche di spicco per recare messaggi di solidarietà in diversi Paesi africani a seguito degli attacchi xenofobi registrati in alcune zone del Sudafrica e che tanta eco hanno avuto nel resto del continente.  “Gli inviati speciali porteranno un messaggio del presidente Ramaphosa in merito agli incidenti violenti che hanno preso la forma di attacchi a cittadini stranieri e in atti di distruzione di proprietà private” ha confermato il portavoce della presidenza Khusela Diko.  La squadra di inviati - di cui fanno parte Jeff Radebe, l’ambasciatore Kingsley Mmabolo e Khulu Mbatha - visiterà Nigeria, Niger, Ghana, Senegal, Tanzania, Repubblica democratica del Congo e Zambia.  Secondo quanto fatto trapelare dalla stessa presidenza, gli inviati speciali hanno il compito di rassicurare i Paesi africani sull’impegno del Sudafrica a rispettare gli ideali dell’unità panafricana e della solidarietà oltre che lo stato di diritto. Gli inviati informeranno i vari governi delle iniziative prese dal Sudafrica per fermare gli attacchi e portare i responsabili di fronte alla giustizia”.  Le decisioni prese da Ramaphosa seguono di un giorno i fischi di cui lo stesso presidente è stato fatto oggetto ad Harare durante il memoriale dedicato all’ex presidente dello Zimbabwe Robert Mugabe, di recente scomparso. [MS]
  • Angola Free

    Un centro sanitario materno-infantile a Ngove

    ANGOLA - Un centro materno-infantile sarà realizzato a Ngove (comune di Cuima, municipio di Caala) nell’ambito del Programma di espansione della rete sanitaria messo a punto dal governo angolano nella provincia di Huambo.  Dandone notizia, i media angolani riferiscono che il centro sarà realizzato nell’arco di 12 mesi con una previsione di investimento di 376 milioni di kwanza. Una volta completato il centro potrà assistere quotidianamente fino a 130 persone.  Secondo dichiarazioni delle autorità locali, il centro offrirà servizi di pediatria, ostetricia, medicina; sarà inoltre in grado di somministrare vaccini e avrà a disposizione un laboratorio analisi.  Ad oggi la rete sanitaria di Ngove dispone di un solo centro sanitario al servizio di un’utenza di 43 mila abitanti sparsi in 36 villaggi. [MS]
  • Zambia Free

    Presidente taglia previsioni crescita economica dopo...

    ZAMBIA – Il presidente dello Zambia ha confermato il taglio delle previsioni di crescita economica per il 2019.

    Lo riferisce la stampa locale e internazionale, citando l’intervento del capo di Stato Edgar Lungu, il quale ha attribuito le prestazioni più opache del previsto alle condizioni meteorologiche avverse che hanno influenzato la produzione agricola e quella di elettricità nelle centrali idroelettriche.

    Nel suo discorso sullo stato della nazione di fronte al parlamento, Lungo ha affermato che la crescita economica della nazione sudafricana per l'anno è stata ridotta a circa il 2% da una proiezione iniziale del 4%.

    Lo Zambia sta affrontando anche una crisi del debito elevati e una forte riduzione delle riserve in valuta estera, e il Fondo monetario internazionale (FMI) ha affermato che la crescita dovrebbe rimanere modesta nel medio termine, confermando un 2% per l’anno in corso.

    I dati ufficiali confermano comunque il quadro tracciato dal presidente Lungu e la siccità degli ultimi anni continua a colpire due settori strategici quali energia e agricoltura.

    Lo Zambia ha un deficit di energia di circa 700 megawatt (MW) e sta razionando l'offerta a causa della riduzione della produzione di elettricità dopo che i livelli idrici nelle dighe idroelettriche della nazione sono diminuiti a causa della siccità.

    Anche le stime sulla produzione di mais dello Zambia per il 2019 non lasciano ben sperare; è prevista, secondo i dati del ministero dell’Agricoltura, infatti una riduzione del 16% rispetto allo scorso anno.

    Lungu ha affermato che il secondo produttore di rame dell'Africa si adopererà per smantellare gli arretrati interni e mantenere il debito a livelli sostenibili.

    Il debito estero dello Zambia è salito a 10,05 miliardi di dollari alla fine del 2018, rispetto a  8,74 miliardi l'anno precedente, sollevando timori che il paese sia diretto verso una crisi del debito.

    Lo Zambia ha ritardato la ricezione di prestiti per un totale di 2,6 miliardi contratti l'anno scorso al fine di frenare l’impennata del debito.

    Il governo ha anche affermato che ritarderà alcuni progetti e ne cancellerà altri per ridurre le spese e il debito.

    A fine luglio, a poche settimane dal suo insediamento, era stato lo stesso nuovo ministro delle Finanze dello Zambia ad anticipare la revisione al ribasso per le previsioni di crescita economica del paese nel 2019 e ad annunciare una serie di misure di austerità per contenere la situazione.

  • Angola Free

    Estesi termini per privatizzazione aziende agro...

    ANGOLA - L’Istituto statale per la gestione delle partecipazioni statali dell’Angola (IGAPE) ha esteso i termini per l’invio delle offerte di acquisto delle aziende agro-industriali oggetto del programma di privatizzazione.

    A segnalarlo sono i media locali, dai quali si apprende che la nuova scadenza è stata fissata al 10 ottobre.

    In base alle informazioni a disposizione, tra le attività in procinto di essere vendute agli investitori privati figurano i macelli industriali di Camabatela, di Porto Amboim e quelli modulari di Luanda  e Malanje, la fabbrica di concentrato di pomodoro di Caxito, Dombe Grande (dove andrà all’asta anche un magazzino frigorifero) e Namibe , così come complessi di stoccaggio (silos) nelle regioni agricole di Caconda, Caala, Catabola, Catete e Ganda.

    Entro il 30 settembre, invece, gli investitori interessati potranno presentare all’IGAPE le offerte di acquisto di quattro aziende agricole finora di proprietà pubblica: la fattoria di Longa e il progetto agro-industriale di Cuimba, così come i due progetti di sviluppo agricolo di Camaiangala e quello di Sanza Pombo, rispettivamente nelle province di Kuando Kubango, Zaire, Moxico e Uige.

    Insieme, tutti i lotti interessano un totale di 43.284 ettari di terreno, di cui 18384 ettari di zona di produzione, 1200 irrigati, e 52 infrastrutture, a cui si aggiungono 152 chilometri di strade.[MV]

  • Zimbabwe Free

    Banca per lo sviluppo cerca fornitori di centrali...

    ZIMBABWE – Un bando di gara per la realizzazione di centrali solari è stato pubblicato dalla Banca per lo sviluppo delle infrastrutture dello Zimbabwe, istituto finanziario pubblico della nazione africana. L’appalto riguarda 4 centrali con una capacità complessiva di 200 megawatt: le centrali di Bulilima, Sable, Gwayi e Rufaro, rispettivamente ubicate nelle province di Matabeleland South, Kwekwe (Midlands), Kusile (Matabeleland North) e Marondera (Mashonaland East). L’appello agli operatori del settore energetico riguarda inoltre la realizzazione di due mini centrali idroelettriche, da 1,7 megawatt dalla diga d’irrigazione di Osborne e la seconda dalle dighe del fiume Odzani. E’ di 11 megawatt l’attuale capacità  solare installata in Zimbabwe, che dipende soprattutto da centrali idroelettriche e termiche. Per maggiori informazioni sulla gara: https://www.idbz.co.zw/project-operations/procurement-notices/expressions-interest/request-expressions-interest-partnership [CC]