Angola

Presto una metropolitana leggera a Luanda

ANGOLA – Sono quasi ultimati gli studi preparatori al lancio del progetto di una metrolpolitana leggra di superificie a Luanda, in Angola.

(212 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Australe

  • Sudafrica Free

    Prestito US per lo sviluppo del primo progetto di gas e...

    SUDAFRICA – Arriva dagli Stati Uniti, dall’agenzia federale International Development Finance Corporation (DFC), un prestito del valore di 40 milioni di dollari per un progetto di sviluppo e commercializzazione di gas naturale ed elio i Sudafrica. “Aiutando il Sudafrica a sviluppare le proprie risorse naturali, questo progetto sosterrà una crescita economica sostenibile e favorirà la stabilità regionale” ha commentato Adam Boehler, CEO della DFC. Il progetto è sviluppato dalla Tetra4, controllata sudafricana della Renergen, titolare dei diritti sul primo e unico sito di produzione petrolifera onshore in Sudafrica. Il progetto di sfruttamento del gas si trova a Virginia, nel Free State, a 250 km a sudovest da Johannesburg. Il prestito servirà tra l’altro alla costruzione di un gasdotto e ad un impianto di produzione di gas naturale liquefatto (Gnl). Si tratta del primo e unico progetto di Gnl in Sudafrica. I suoi promotori sottolineano che si basa su una fonte meno costosa delle alternative esistenti del 25%, che ridurrà la dipendenza da carburanti importati e allo stesso tempo favorirà la diversificazione energetica. Nel progetto è prevista l’introduzione di tecnologie del tutto nuove nel Paese. [CC]
  • Angola Free

    Aprono la Fiera delle costruzioni Projekta e il Salone...

    ANGOLA – Oltre 100 espositori nazionali ed internazionali del settore delle costruzioni partecipano da oggi alla 16a edizione della fiera Peojekta che apre i battenti presso la Zona economica speciale di Luanda/Bengo. Specializzata nelle opere di ingegneria e costruzioni civili, nelle opere pubbliche, nell’urbanismo, nell’architettura, l’immobiliare e la decorazione, la fiera dovrebbe attirare circa 15.000 visitatori, secondo gli organizzatori. Projekta 2019 si tiene in contemporanea con il Salone dell’Immobiliare d’Angola, SIA/2019, e ha come tema “Proiettare il futuro, costruendo il presente”. Ad organizzare l’evento sono Evento Arena e l’Associazione dei professionisti dell’immobiliare d’Angola (Apima). Il Sia gode dell’appoggio del Ministero dell’ordinamento territoriale e dell’habitat. L’obiettivo di questi due eventi fieristici è di dare un impulso al mercato nazionale dei settori delle costruzioni ed essere una piattaforma d’incontri e di commercio. [CC]
  • eSwatiniSudafrica Free

    Anche eSwatini sospende importazione di animali dal...

    ESWATINI / SUDAFRICA - Dopo lo Zimbabwe, anche il governo di eSwatini ha reso noto di aver sospeso l’importazione di carne e bestiame dal Sudafrica a causa dell’epidemia di afta epizootica in corso nel Paese.

    Ad annunciarlo è stato il ministero dell’Agricoltura della piccola monarchia situata nell'entroterra dell'Africa meridionale.

    Secondo i dati messi a disposizione dalle autorità statistiche sudafricane, eSwatini ha importato dal Sudafrica tra gennaio e settembre di quest’anno bestiame per un valore pari a 31 milioni di dollari.

    Il dipartimento dell’Agricoltura sudafricano ha a sua volta confermato di aver individuato un focolaio della malattia infettiva in una fattoria nella provincia di Limpopo, vicino al confine tra i due Paesi. L’area è stata posta in quarantena per evitare la diffusione dell’epidemia. [MV]

  • Namibia Free

    DP World firma accordo preliminare per operare a Wavis...

    NAMIBIA - La società emiratina DP World ha sottoscritto un accordo preliminare con la Nara Namib Free Economic Industrial Zone per lo sviluppo di un business park nella città portuale namibiana di Walvis Bay. Il business park, secondo un comunicato di DP World che ha confermato la notizia, fungerà da 'zone economica libera' per industria e logistica coprendo inizialmente una superficie di circa 50 ettari. Una superficie che potrebbe essere decuplicata ed estesa a 1500 ettari in fasi successive. L'accordo preliminare si dovrebbe trasformare un accordo definitivo entro il 2020, si legge ancora nella nota. Walvis Bay è situata al centro della linea costiera della Namibia ed è un importante snodo logistico e commerciale oltre che per la Namibia anche per Zambia, Repubblica democratica del Congo e Botswana. [MS]
  • Sudafrica Free

    Agricoltori chiedono aiuti pubblici contro effetti...

    SUDAFRICA - Aiuti finanziari per combattere gli effetti della prolungata siccità sono stati chiesti a gran voce al governo da un'organizzazione sudafricana, la Agri SA, che raccoglie circa 28.000 agricoltori commerciali del Paese. In una nota, la Agri SA ha sottolineato come l'agricoltura rappresenti uno degli asset più importanti del Paese, se non il miglior strumento a disposizione per combattere disoccupazione e povertà. Tuttavia, sottolinea la stessa fonte, la siccità sta mettendo a repentaglio i mezzi a disposizione degli agricoltori e dei loro lavoratori. Secondo stime correnti la produttività agricola si è ridotta di quasi il 10% nella prima metà del 2019 rispetto al corrispondente periodo del 2018, con circa un quarto del territorio nazionale interessato dagli effetti della siccità. Una situazione difficile per la quale ora è stato chiesto l'intervento dello Stato. [MS]
  • Angola Free

    Presidente Lourenço in visita dal Pontefice

    ANGOLA – Il presidente angolano Joao Lourenço si trova in Vaticano per incontrare oggi Papa Francesco. E’ probabile che al Pontefice sia rivolto un invito a recarsi in Angola. Negli ultimi 27 anni, l’Angola ha ricevuto le visite di due Papi, Giovanni Paolo II nel 1992 e Benedetto XVI nel 2009. “L’incontro è il risultato di relazioni di cooperazione secolari tra l’Angola e la Chiesa cattolica” ha sottolineato il ministro degli Esteri angolano, Manuel Augusto. Il 13 settembre scorso l’Angola e la Santa Sede hanno firmato, nella Città del Vaticano, un accordo quadro che riconosce la personalità giuridica della Chiesa cattolica in Angola. In particolare, viene riconosciuta la personalità giuridica pubblica della Chiesa e delle sue Istituzioni, nonché il libero esercizio della sua missione apostolica e il suo contributo specifico nelle diverse aree della vita sociale. Le due parti, pur salvaguardando l’indipendenza e l’autonomia che sono loro proprie, si sono impegnate a collaborare per il benessere spirituale e materiale della persona umana, così come per la promozione del bene comune. [CC]