Uganda

Governo ricalcola paniere ricchezza, e il pil cresce

UGANDA – Un ricalcolo del peso di nuovi settori divenuti significativi porterebbe l’economia dell’Uganda a una crescita dell’11,6%. Questa almeno la stima fatta dal governo di Kampala.

(110 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Orientale

  • Uganda Free

    Campagna sensibilizzazione su diabete

    UGANDA - Sono almeno 300.000 le persone in Uganda che vivono con il diabete. A riferirlo è stato il governo ugandese con dati resi disponibili dal ministero della Sanità. Lo stesso ministro della Sanità, Ruth Aceng, ha detto che l’80% di chi è afflitto da diabete non è in realtà consapevole della sua situazione.  “Le persone diventano consapevoli della loro situazione solo quando iniziano a sviluppare complicazioni come cecità, insufficienza renale o ictus” ha aggiunto il ministro. Per questi motivi il governo ha avviato una campagna di sensibilizzazione e il ministro ha sostenuto che si sta lavorando per equipaggiare le strutture sanitarie di strumentazioni e farmaci adeguati ad affrontare il problema. [MS]
  • Kenya Free

    Sostegno della Banca Mondiale a piano per parchi...

    KENYA - E’ pari a quattro milioni di dollari il sostegno finanziario offerto dalla Banca Mondiale attraverso la sua Società finanziaria internazionale (IFC) per fornire supporto tecnico al piano governativo di costruire parchi industriali in Kenya.

    A renderlo noto è stata la stessa Banca Mondiale, precisando che l’intesa prevede servizi di consulenza per lo sviluppo di un quadro legale e regolatorio del progetto.

    In base a quel che viene reso noto, il progetto per la realizzazione dei parchi industriali in Kenya prenderà avvio a dicembre 2021 e punta ad attirare investimenti dal settore privato.

    “Il progetto supporterà gli obiettivi del Kenya per lo sviluppo di zone economiche speciali e parchi industriali e attirare nuovi investimenti”, si legge in una nota della Banca Mondiale.

    Attualmente in Kenya sono presenti 61 Zone economiche speciali, un quarto di tutte lo zone speciali esistenti in Africa. [MV]

  • Somalia Free

    Fondi dalle Nazioni Unite per emergenza alluvioni

    SOMALIA - L’Organizzazione delle Nazioni Unite ha concesso nuovi fondi per un valore pari a 18,7 milioni di dollari da destinare a progetti per aumentare la risposta all’emergenza alluvioni in corso in Somalia.

    A renderlo noto è stato il coordinatore umanitario della Missione di assistenza delle Nazioni Unite in Somalia (UNSOM), Adam Abdelmoula, precisando che i fondi stanziati attraverso il Fondo centrale di risposta alle emergenze delle Nazioni Unite (CERF) e il Fondo umanitario per la Somalia (SHF) contribuiranno a ridurre al minimo l'impatto delle inondazioni.

    “Questi fondi arrivano in un momento critico, consentendo ai partner umanitari di incrementare la fornitura di aiuti salvavita alle persone più vulnerabili”, ha detto Abdelmoula.

    Le piogge intense in Somalia sono iniziate a ottobre, causando alluvioni nelle aree pianeggianti lungo i fiumi Shabelle e Juba, distruggendo infrastrutture, terreni agricoli e strade.

    Secondo le stime, dallo scorso 5 novembre sono più di 370.000 le persone sfollate dalle loro abitazioni a causa delle alluvioni mentre aumenta il rischio di insorgenza di malattie come la malaria, colera e dissenteria acuta. [MV]

  • Eritrea Free

    Lanciata prima fase asse stradale Adi-Guadad-Akordet

    ERITREA - Il governo eritreo e la società cinese di costruzioni China Sfeco Group hanno lanciato la prima fase del progetto di infrastruttura stradale Adi-Guadad-Akordet. Il progetto, nella sua interezza, prevede una nuova strada asfaltata a due corsie di 134 chilometri. La prima fase del progetto, della durata di circa due anni, riguarderà i 30 km che collegano le aree di Habela e Cheatat. La notizia è stata riferita da fonti governative e rilanciata da mezzi di stampa cinesi.  Commentando la notizia, il ministro dei Lavori pubblici eritreo, Abraha Asfeha, ha sottolineato come la nuova opera consentirà di velocizzare i collegamenti e ridurre le distanze tra Asmara e Akordet e che è quindi di importanza strategica per l’Eritrea. [MS]
  • Mauritius Free

    Insediato il nuovo governo, primo ministro Jugnauth all...

    MAURITIUS – E’ composto da 24 membri, incluso il primo ministro confermto Pravind Jugnauth, il nuovo governo delle Mauritius, nominato a seguito delle elezioni generali del 7 novembre.   L’esecutivo ha prestato giuramento martedì 12 novembre presso la State House davanti al presidente della Repubblica ad interim, Barlen Vyapoory.   Oltre alla carica di capo dell’esecutivo, Pravind Jugnauth guida i dicasteri dell’Interno e della Difesa. Lascia invece la guida del dicastero delle Finanze, affidato a Renganaden Padayachy, già primo vicegovernatore della Banca centrale.   Tre donne fanno parte della squadra, di cui una nuova personalità, Kalpana Koonjoo-Shah, ministra della Parità dei Generi.   Di seguito, l’elenco completo dei membri del governo:  
    1. Primo ministro, ministro dell’Interno e della Difesa: Pravind Jugnauth
    2. Vice primo ministro e ministro dell’Energia  : Ivan Collendavelloo
    3. Vice primo ministro e ministro de l’Éducazione: Leela Devi Dookhun-Luchoomun
    4. Vice primo ministro e ministro delle Collettività locali: Anwar Husnoo
    5. Ministro dei Trasporti: Alan Ganoo
    6. Ministro delle Finanze: Renganaden Padayachy
    7. Ministro degli Esteri : Nando Bodha
    8. Ministro dell’Habitat e delle Terre : Steven Obeegadoo
    9. Ministro della Previdenza sociale : Fazila Jeewa-Daureeawoo
    10. Ministro delle Pmi : Sunil Bholah
    11. Ministro dell’Ambiente : Kavi Ramano
    12. Ministro dei Servizi finanziari: Mahen Seeruttun
    13. Ministro del Turismo : Joe Lesjongard
    14. Procuratore generale, ministro dell’Agro-industria : Maneesh Gobin
    15. Ministro del Commercio e dell’Industria : Yogida Sawmynaden
    16. Ministro della Gioventù e Sport : Stephan Toussaint
    17. Ministro delle Infrastrutture Pubbliche: Bobby Hureeram
    18. Ministro delle TIC : Deepak Balgobin
    19. Ministro del Lavoro : Soodesh Callichurn
    20. Ministro della Sanità : Dr Kailesh Jagutpal
    21. Ministro della Pesca : Sudheer Maudhoo
    22. Ministro della Parità dei generi: Kalpana Koonjoo-Shah
    23. Ministro degli Arti e della Cultura: Avinash Teeluck
    24. Ministro della Pubblica Amministrazione : Vikram Hurdoyal
     
  • Kenya Free

    AfDB ritira finanziamento per centrale a carbone di...

    KENYA - La Banca africana di sviluppo (AfDB) ha deciso di non voler finanziare il progetto per la costruzione di una centrale a carbone a Lamu.

    A dirlo è stato il presidente dell’AfDB Akinwumi Adesina, aggiungendo che l’istituto multilaterale non finanzierà più nessun progetto legato alla realizzazione di impianti a carbone nel continente.

    La decisione è legata alla volontà di concentrarsi  principalmente, nel settore energetico, su progetti legati alle fonti rinnovabili.

    L’AfDB aveva già annunciato lo scorso settembre in occasione della conferenza sul clima svoltasi a New York di voler uscire dai finanziamenti legati al carbone, senza però specificare un calendario in merito. [MV]