Nigeria

ICE-Agenzia promuove collettiva per aziende della plastica e della stampa in Nigeria

NIGERIA – L’Agenzia ICE promuove in collaborazione con l’Associazione nazionale costruttori di macchine e stampi per materie plastiche e gomma (Amaplast) e con l’Associazione costruttori italiani di macchine per l’industria grafica, cartotecnica, cartaria, di trasformazione e affini (Acimga) una partecipazione collettiva di aziende italiane alla fiera Plastprintpack Nigeria, che si terrà a Lagos dal 24 al 26 marzo prossimi.

A segnalarlo è stata la stessa Agenzia ICE, precisando che in occasione della fiera sarà organizzato un padiglione italiano che accoglierà le aziende italiane dei settori macchine per la lavorazione della plastica e della gomma e macchine per la stampa e il converting.

L’evento, riservato esclusivamente a visitatori professionali, ha visto lo scorso anno la partecipazione di 122 aziende espositrici provenienti da 24 Paesi diversi.

Per maggiori informazioni è possibile consultare la pagina dedicata sul sito di Agenzia ICE.

© Riproduzione riservata

Ultimi articoli della sezione Africa Occidentale

  • Nigeria Free

    Riaperti alcuni aeroporti per voli interni

    NIGERIA - La Nigeria ha ripreso i voli interni oggi dopo una pausa di circa tre mesi. Le misure restrittive erano state imposte per frenare la diffusione del coronavirus. Gli aeroporti della capitale, Abuja, e della capitale economica Lagos sono stati riaperti. Un secondo gruppo di aeroporti aprirà l'11 luglio e il resto riprenderà i voli il 15 luglio. La ripresa dei voli è l'ultimo passo del governo per riaprire la più grande economia africana, che è stata colpita duramente dai bassi prezzi del petrolio. Nelle ultime settimane l’esecutivo ha revocato il divieto di viaggiare da uno Stato all'altro, ha permesso ad alcuni alunni di tornare a scuola e ha permesso l'apertura di luoghi di culto. [MS]
  • Senegal Free

    In netto aumento gli sbarchi di pescato

    SENEGAL - Nel primo trimestre del 2020, gli sbarchi di pescato si sono consolidati del 26,5%. Secondo il Dipartimento di previsioni e studi economici (Dpee) senegalese, questa situazione è attribuibile sia all’aumento delle catture artigianali (+36,9%) che di quelle industriali (+ 46,7%). A Ziguinchor, secondo il documento, l’aumento è stato favorito dalle condizioni meteorologiche favorevoli, dall’aumento delle forze in campo, dal rinnovo delle licenze concesse dalla Guinea Bissau e dalla sovvenzione all’acquisto di motori fuoribordo concessa dal governo. Per quanto riguarda la regione di Dakar, l’aumento è legato alla fine di alcune misure restrittive (riposo biologico e chiusura della pesca notturna) e dall'afflusso di canoe da FassBoye e Guet Ndar-Saint Louis a causa dell'abbondanza di pesce. Lo stesso vale per la regione di Thiès. [MS]
  • Nigeria Free

    Banda larga per sostenere digitalizzazione

    NIGERIA - Una non meglio specificata compagnia internazionale delle telecomunicazioni intende posare 160 chilometri di rete in fibra ottica nello stato sud-occidentale nigeriano di Ekiti.

    A renderlo noto è stato il consigliere speciale del governo locale dello stato di Ekiti per gli investimenti, Akin Oyebode, precisando che la nuova rete in fibra ottica sarà utilizzata per sostenere il progetto attualmente in fase di sviluppo dell’Ekiti Knowledge Zone, che si propone come il primo parco in Nigeria dedicato alle tecnologie dell’informazione dedicato alle imprese del settore dei servizi.

    Secondo quel che viene inoltre riportato dai media che ne danno notizia, l’installazione della rete in fibra ottica consentirà la diffusione della banda larga in tutto il territorio dello stato di Ekiti, favorendo la digitalizzazione per offrire un migliorato accesso a servizi sanitari e dell’istruzione, creare nuove opportunità imprenditoriali e posti di lavoro. [MV]

  • Burkina Faso Free

    Nuovo programma per sviluppare energia solare

    BURKINA FASO - L’Agenzia nazionale burkinabè per l’energia rinnovabile e l’efficienza energetica (ANEREE) ha lanciato un nuovo programma per l’energia solare nel Paese.

    A darne notizia sono i media specializzati, dai quali si apprende che il programma denominato “Cluster Solaire - Burkina Faso” si propone di sviluppare partenariati tra le parti interessate per promuovere il settore dell'energia solare e l'efficienza energetica.

    In particolare, l’iniziativa intende creare una rete ampia e ben strutturata che consentirà agli imprenditori locali (produttori, importatori, commercianti, servizi pubblici e privati, ONG e associazioni) della filiera industriale legata all’energia solare di avere non solo le capacità tecniche necessarie, ma anche strumenti finanziari per partecipare a concorsi internazionali.

    Secondo l’ANEREE, il programma consentirà al Burkina Faso di compiere un passo da gigante verso il suo obiettivo di produrre il 30% della sua elettricità dall'energia solare entro il 2025-2030.

    Attualmente, il tasso di accesso all'elettricità in Burkina Faso è solo del 21%, nonostante il Paese abbia un enorme potenziale solare e una delle più grandi centrali solari fotovoltaiche nella sottoregione dell'Africa occidentale con una capacità annua stimata di 56 GWh. [MV]

  • Nigeria Free

    Minerario, verso ripresa progetti Ajaokuta e Niomco

    NIGERIA - Il ministro delle Miniere, Olamilekan Adegbite, ha lasciato intendere che la ripresa dei progetti della Ajaokuta Steel Company e della National Iron Ore Mining Company (Niomco) porterà ad investimenti per circa 1,45 miliardi di dollari.  Adegbite, che ha parlato durante un briefing con i media ad Abuja, ha affermato che il fondo sarà fornito dal Russian Export Center e dalla Nigeria Export-Import Bank (Neximbank). La prima metterà a disposizione 450 milioni di dollari per il progetto, mentre la nigeriana Neximbank fornirà il restante miliardo. I progetti non avranno finanziamenti del governo, quest’ultimo ha però chiesto il rispetto di una quota del 60% di local content. [MS]
  • Ghana Free

    Competizione elettorale si scalda, ticket rosa per...

    GHANA - Comincia a entrare nel vivo la competizione elettorale in Ghana, in vista delle elezioni presidenziali del prossimo mese di dicembre. L'ex capo di Stato John Mahama, candidato del principale partito di opposizione, ha dichiarato di aver scelto Jane Naana Opoku-Agyeman quale sua vice-presidente.  Opoku-Agyeman è diventata così la prima donna ad avere un ticket presidenziale per un importante partito del Ghana.  Alle elezioni del 7 dicembre, Mahama (capo di Stato dal 2012 agli inizi del 2017) sfiderà l’attuale presidente Nana Akufo-Addo, che lo aveva sconfitto al voto tenutosi alla fine del 2016.  Opoku-Agyeman, 69 anni, è un ex ministro dell’Educazione e docente universitaria. Nel 2008 è diventata la prima vice rettrice donna dell’Università di Cape Coast. [MS]