Guinea Equatoriale

2020, l’anno degli investimenti : annunciati mega progetti midstream e downstream

GUINEA EQUATORIALE – Una decina di grandi progetti saranno aperti ad investimenti sotto la forma di partenariati pubblico-privati nell’anno 2020 in Guinea Equatoriale: dalla costruzione di tre raffinerie di petrolio, di serbatoi strategici di Gnl e altri idrocarburi, di una fabbrica d’urea, all’espansione di un progetto di gas naturale compresso.

(323 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Centrale

  • R.D. Congo Free

    Nuovo programma IFAD per promuovere sicurezza...

    REP DEM CONGO - Ha un valore pari a poco più di 130 milioni di dollari il programma annunciato dal Fondo internazionale per lo sviluppo agricolo (IFAD) per aumentare la produttività agricola e migliorare la sicurezza alimentare in Repubblica democratica del Congo.

    A renderlo noto è stato lo stesso IFAD, precisando che il nuovo Programma per uno sviluppo rurale inclusivo e resiliente (PADRIR) è destinato a coinvolgere oltre 410.000 piccoli agricoltori congolesi.

    In particolare, obiettivo del programma è sostenere la produzione di colture alimentari come manioca, riso, mais, arachidi, soia e fagioli promuovendo lo sviluppo di una catena del valore per rafforzare la sicurezza alimentare e nutrizionale e incoraggiando al tempo stesso attività collaterali per diversificare i redditi degli agricoltori come per esempio l’itticoltura, l’avicoltura, l’apicoltura e l’allevamento del bestiame.

    "Oggi, il Paese deve affrontare molte sfide come il covid-19, ebola e il persistere di crisi e conflitti che queste stanno influenzando negativamente il sostentamento dei piccoli agricoltori - ha detto il direttore dell’IFAD in Repubblica democratica del Congo, Valantine Achancho - IFAD è impegnata a collaborare con il governo per garantire che le aree rurali non siano lasciate indietro e perciò abbiamo elaborato un programma che intende affrontare il problema della povertà rurale in modo olistico, con particolare attenzione alle persone con disabilità e ai pigmei”.

    Verranno realizzate infrastrutture per sostenere la produzione e facilitare la trasformazione e il trasporto della produzione in eccesso dalle piccole aziende agricole ai mercati locali. [MV]

  • R.D. Congo Free

    Governo spinge per moratoria su confinamento miniere

    RD CONGO - Il ministro delle Miniere della Repubblica Democratica del Congo, Willy Kitobo Samsoni, ha in programma un incontro con le compagnie minerarie per concordare una moratoria sul confinamento dei lavoratori nei siti minerari.  Il mese scorso gruppi della società civile hanno chiesto la fine delle politiche obbligatorie di confinamento nelle miniere messe in atto dalle compagnie minerarie di rame e cobalto per evitare focolai di coronavirus. Samsoni ha dichiarato ieri che si impegnerà con le compagnie minerarie e consegnerà loro una moratoria per porre fine all’attuale politica pur tenendo conto delle loro singole esigenze. Tutte le compagnie minerarie devono trovare “soluzioni adeguate per proteggere sia l’economia, sia i lavoratori che sono stati separati dalle loro famiglie per molto tempo”, ha detto Samsoni. Il comparto minerario è di decisiva importanza per il Congo dal momento che sulla base di stime correnti genera il 32% del Pil e il 95% dei volumi di export. [MS]
  • Ciad Free

    Annunciato il calendario elettorale

    CIAD – Il calendario provvisorio delle elezioni in Ciad è stato reso noto dalla Commissione elettorale, al termine di trattative con il Quadro nazionale di dialogo politico. Le presidenziali sono fissate all’11 aprile 2021. Seguiranno, il 24 ottobre, le elezioni parlamentari. Alcuni esponenti dell’opposizione avrebbero preferito le parlamentari prima delle presidenziali. Le elezioni parlamentari sono già state rinviate diverse volte. L’attuale legislatura è in carica dal 2011. [CC]
  • Camerun Free

    Netto aumento dei profitti del porto di Douala

    CAMERUN – Sono più che raddoppiati i profitti netti del Porto autonomo di Douala tra il 2018 e il 2019.   Lo hanno reso noto i vertici della società di gestione dello scalo marittimo della capitale economica del Camerun.   Alla chiusura dell’anno fiscale 2019, i proventi netti sono stati di 5,37 miliardi di franchi Cfa, quasi 8,2 milioni di euro, contro 2,04 miliardi di Cfa nel 2018, pari a 3,1 milioni di euro.   I dati dimostrano la continuità della crescita già registrata tra il 2017 e il 2018.   A causa del rallentamento delle attività economiche causate dalla pandemia di coronavirus, ci si attende un rallentamento del traffico merci, sebbene le navi abbiamo continuato ad attraccare nel primo porto camerunese.
  • Gabon Free

    Governo riapre frontiere aeree e alleggerisce lockdown

    GABON - Il governo del Gabon ha deciso la riapertura delle frontiere aeree del paese, mettendo fine ad un isolamento in vigore dal 14 marzo scorso, mentre restano bloccate quelle marittime e terrestri.

    Lo riferisce la stampa locale, riportando l’annuncio fatto ieri in una conferenza stampa dal primo ministro gabonese Julien Nkoghe Bekale il quale ha precisato che il paese riaprirà ai voli internazionali a partire da oggi mercoledì 1 luglio dopo oltre 3 mesi di chiusura per frenare la diffusione della pandemia COVID-19.

    Il primo ministro gabonese ha avvertito che tutte le compagnie aeree internazionali hanno il diritto di servire il Gabon al ritmo di due voli per compagnia a settimana.

    Durante il periodo di blocco delle frontiere aeree, solo i voli cargo che trasportavano attrezzature mediche e altre attrezzature ritenute “necessarie” sono stati autorizzati ad atterrare in Gabon. Alcuni voli noleggiati dagli altri Stati hanno assicurato il rimpatrio degli stranieri bloccati Gabon.

    I confini terrestri e marittimi rimangono chiusi, tuttavia, ha affermato Julien Nkoghe Bekale.

    Sul fronte interno, il governo ha annunciato una riduzione a partire da oggi anche del coprifuoco ora in vigore dalle 20:00 alle 5:00 rispetto al precedente 18:00- 6:00.

    Hotel e ristoranti possono riaprire. Anche le amministrazioni pubbliche e private riprenderanno il servizio ad orari normali (dalle 7:30 alle 15:30) anziché dalle 8:00 alle 14:00.

    Luoghi di culto, bar e motel rimarranno chiusi fino a nuovo avviso.

    "Vorrei ribadire che questa prima fase delle misure di riapertura non significa che l’epidemia è finita", ha avvertito il Primo Ministro, il quale ha indicato che questi cambiamenti seguono il graduale declino dei nuovi contagi da COVID-19.

    L'ultimo rapporto pubblicato lunedì dalle autorità sanitarie nazionali riferisce di 5.394 persone infette, tra cui 2.420 guarigioni e 42 decessi. Inoltre, 67 persone sono ancora ricoverate in ospedale, di cui 13 in terapia intensiva.

  • Ciad Free

    Quasi 90 mln da Banca Mondiale per accesso all...

    CIAD - La Banca mondiale rilascerà 54 miliardi di franchi CFA (circa 89,17 milioni di dollari) per aumentare l'accesso all'elettricità in Ciad.

    Lo riferiscono fonti ufficiali togolesi, precisando che un accordo a riguardo è stato firmato nella capitale lunedì dal rappresentante residente in Ciad di Banca Mondiale, François Nankobogo, e dal Ministro dell'economia e della pianificazione dello sviluppo del Ciad, Issa Doubragne.

    Questo nuovo finanziamento verrà utilizzato per finanziare il progetto regionale di interconnessione elettrica Camerun-Ciad strutturato attorno a due componenti: il primo riguarda l'interconnessione delle reti elettriche del Camerun e del Ciad e il secondo riguarda l'elettrificazione rurale lungo i corridoi delle linee di trasmissione.

    "È un sogno diventato realtà, questo progetto a cavallo tra due paesi fratelli avrà un impatto molto positivo su una popolazione stimata in oltre 10 milioni di abitanti", ha esultato Doubragne.

    "La rete consentirà al Ciad non solo di importare energia idroelettrica a basso costo, ma anche di esportare il potenziale fotovoltaico nazionale sul mercato elettrico regionale", ha affermato Nankobogo.

    Il progetto regionale di interconnessione elettrica Camerun-Ciad è uno dei progetti faro selezionati nel piano generale per l'energia degli Stati membri della Comunità economica e monetaria degli Stati centrafricani (CEMAC).