R.D. Congo

Fondi europei per contrastare epidemia ebola e malnutrizione

REP DEM CONGO – La Commissione Europea ha stanziato 50 milioni di euro per sostenere le attività di contrasto all’epidemia di ebola e promuovere azioni per migliorare la sicurezza alimentare in Repubblica democratica del Congo.

(170 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Centrale

  • Camerun Free

    Autostrada urbana a Yaoundé, avanti il progetto con...

    CAMERUN – La capitale del Camerun, Yaoundé, potrebbe essere dotata di un tratto urbano di autostrada entro cinque anni. E’ con questo obiettivo che la ministre dell’Habitat e dello sviluppo urbano Célestine Ketcha ha firmato un accordo commerciale con il costruttore cinese China Communications Construction Company Limited (Cccc), rappresentato dal direttore regionale, Li Jianbih. Con questo accordo in mano, è possibile ora lavorare sulla ricerca del finanziamento del progetto presso istituti di credito cinesi. Il progetto prevede la costruzione di 12,3 km di autostrada urbana collegata all’asse Yaoundé-Nsimalen. Il progetto prevede la realizzazione di 11 snodi, 10 passerelle pedonali, uno spartitraffico centrale, attrezzature connesse, come illuminazione, segnaletica e altre infrastrutture accessorie. Questa futura infrastruttura mira a snellire la mobilità nella capitale, e soprattutto di ridurre i tempi di percorrenza per raggiungere l’aeroporto internazionale. [CC]
  • R.D. Congo Free

    Cobalto, Glencore firma contratto con cliente coreano

    RD CONGO – La multinazionale anglo svizzera Glencore, operatore di rilievo nel settore minerario congolese, ha firmato un contratto per la fornitura di cobalto all’azienda sudcoreana SK Innovation.

    L’intesa prevede un approvvigionamento regolare permanente per sei anni, dal 2020 al 2025, grazie al quale l’operatore coreano potrà produrre batterie al litio-ion per autoveicoli elettrici. L’intesa fa riferimento ad una fornitura di circa 30.000 tonnellate di cobalto.

     “Con la firma di questo contratto con il primo produttore mondiale di cobalto (la Glencore, Ndr), la SK Innovation si garantisce la fornitura di un metallo centrale per la produzione di batterie e allo stesso tempo di un metallo che si va esaurendo” ha sottolineato la SK Innovation. L’azienda asiatica si aspetta una crescita significativa della domanda di cobalto per batterie elettriche da 32 tonnellate nel 2020 a 92 tonnellate nel 2025.

     Glencore e SK Innovation precisano di volersi impegnare nella catena di produzione e di commercio etico, allorché il nodo dello sfruttamento delle immense risorse minerarie del Congo è sempre stato oggetto di scandali e generatore di violenze e conflitti ciclici. Le due aziende si sono impegnate ad accettare controlli indipendenti.

     Nel 2018, il prezzo del cobalto sul mercato mondiale è sceso notevolmente, mentre le imposte congolesi sullo sfruttamento del minerale sono aumentate. [CC]

  • Camerun Free

    Lanciata piattaforma per promuovere occupazione...

    CAMERUN - Si chiama YouthConnekt ed è una piattaforma destinata a promuovere l'imprenditoria giovanile e la creazione di posti di lavoro.

    L’iniziativa, promossa dalle Nazioni Unite, è stata presentata ufficialmente in Camerun ma è già presente in altri 12 Paesi africani.

    Nelle intenzioni del governo camerunese, l’iniziativa favorirà la coesione sociale, offrendo ai giovani un’opportunità di contatto e rafforzando le opportunità di partecipare pienamente allo sviluppo del Paese.

    Alla cerimonia di lancio dell’iniziativa a Yaoundé hanno partecipato insieme a più di 5000 giovani camerunesi il ministro per gli Affari della gioventù e l’educazione civica, Mounouna Foutso, e l’ex calciatore Samuel Eto’o. [MV]

  • R.D. CongoZambia Free

    Firmato MoU per realizzazione autostrada e ponte al...

    ZAMBIA/RD CONGO – Un memorandum di intesa è stato firmato tra i governi di Zambia e Repubblica Democratica del Congo per riprendere i lavori di costruzione di un’autostrada che collegherà i due paesi e la costruzione del ponte di Luapula. Lo riferisce la stampa di settore precisando che sembra essere ripreso il percorso di realizzazione dell’autostrada a pagamento Kasomeno – Mwenda e il progetto correlato del Luapula. La cerimonia della firma del Mou tra i due governi si è tenuta nei giorni scorsi alla presenza del ministro delle Infrastrutture zambiano, Vincent Mwale, che ha sottolineato i benefici socio-economici che il progetto infrastrutturale offrirà sia allo sia allo Zambia che alla RDC: creando posti di lavoro diretti e indiretti, decongestionando il posto di frontiera di Kasumbalesa, aumentando le entrate dirette per i due paesi, migliorando la sicurezza delle frontiere e gli scambi commerciali. La strada a pedaggio Kasomeno – Mwenda e il progetto Luapula Bridge, che costituiranno un partenariato pubblico-privato (PPP), saranno realizzati sulla base di un accordo di build-operate and transfer (BOT). A realizzare e gestire l’infrastruttura saranno GED Africa (Groupe Europeene de Development) e il gruppo ungherese Dunna Aszfalt, che si sono occupate anche dell’organizzazione finanziaria dell’operazione. Grande soddisfazione è stata espressa dal governatore della provincia di Luapula, Nickson Chilangwa, il quale ha affermato che la strada a pedaggio Kasomeno-Mwenda e il progetto di Luapula Bridge cambieranno le regole del gioco in tutta la provincia, dopo un'attesa di quasi 10 anni.
  • R. Centrafricana Free

    Tasse più basse e nuove misure per rilanciare settore...

    CENTRAFRICA -  Il governo centrafricano ha annunciato di voler abbassare le tasse sull'esportazione delle pietre preziose, sia per combattere le frodi sia per aumentare la quantità di pietre destinate all'esportazione. Lo riferisce l’agenzia di stampa cinese, Xinhua, citando le parole del ministro delle miniere e della geologia dell'Africa centrale, Leopold Mboli Fatran, al termine di un incontro con gli operatori del settore. Secondo il ministro la tassa sull'esportazione di diamanti passerà dal 6,25% al ​​4%, mentre quella sull'oro scenderà dal 5,25% al ​​2,25%. Il punto ha spiegato Mboli è rendere il settore minerario centrafricano, attraverso questa tassazione ridotta, competitivo con i paesi vicini, al fine di evitare che i minatori esportino le pietre preziose raccolte sul territorio centrafricano dai paesi vicini. Oltre alla riduzione delle tasse all'esportazione sulle pietre preziose, il ministro ha anche anticipato che Bangui si doterà presto di due nuovi uffici incaricati di acquistare diamanti e oro per l'esportazione. Secondo lui, queste nuove misure derivano da uno studio condotto da esperti fiscali del settore, che ha anche permesso al governo di riconsiderare diverse disposizioni del codice minerario centrafricano che entreranno in vigore entro il prossimo anno.
  • R.D. Congo Free

    Approvata creazione cinque zone agro-industriali

    REP DEM CONGO - Il governo di Kinshasa ha approvato la creazione di cinque zone economiche speciali dedicate alle attività agro-industriali.

    A darne notizia sono i media locali, precisando che i siti si trovano nelle province di Kongo central, di Grand Kasai, di Grand Katanga, di Grand Bandundu e nella provincia Orientale.

    In base alle informazioni rese note, le cinque nuove zone agro-industriali saranno sviluppate grazie a un accordo con il fondo d’investimento Vital Capital, che si occuperà della realizzazione delle infrastrutture energetiche, di trasporto e di comunicazione.

    La creazione delle nuove zone agro-industriali rientra nell’ambito di un programma promosso dal governo congolese in collaborazione con la Banca africana di sviluppo (AfDB) per sostenere gli investimenti privati nel settore dell’agro-industria. [MV]