Repubblica Congo

Sostegno USA per la conservazione della natura e la green economy

REP CONGO – Arriva dagli Stati Uniti un aiuto finanziario del valore di 25 milioni di dollari a sostegno delle politiche per la conservazione della natura, la green economy, la gestione sostenibile delle risorse forestali, nell’ambito del Piano nazionale di sviluppo 2018-2022.

(166 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Centrale

  • Gabon Free

    Idrocarburi, assegnate tre nuove licenze esplorative

    GABON - Il governo di Libreville ha firmato con la compagnia franco-britannica Perenco un contratto per l’assegnazione di tre licenze esplorative di idrocarburi in Gabon.

    A segnalarlo sono i media specializzati, precisando che le licenze riguardano i blocchi di Ezila, Onémbé ed Evaro, situati nel sub-bacino Settentrionale nella provincia di Ogooué Maritime.

    Insieme, i blocchi coprono un'area di 5161 chilometri quadrati.

    Secondo le informazioni a disposizione, le licenze prevedono un periodo esplorativo iniziale sui tre blocchi di otto anni.

    L’assegnazione delle licenze è il risultato di negoziati diretti tra le due parti, in conformità con le disposizioni del nuovo codice degli idrocarburi, promulgato a luglio dello scorso anno. [MV]

  • R. Centrafricana Free

    Accordo con società tunisina per installazione...

    CENTRAFRICA - Un progetto intrapreso da una Epc con base in Tunisia è destinato a portare una soluzione almeno parziale ai problemi di elettricità di Bangui, la capitale della Repubblica Centrafricana. Il progetto è finanziato dal Saudi Development Fund (Fsd) sotto l’egida del ministero dell’Economia, della pianificazione e della cooperazione del Centrafrica; la società tunisina contrattualizzata è la Tragadel di Tunisi. Il progetto prevede l’acquisizione e l’installazione di generatori e illuminazione stradale fotovoltaica. Clarke Energy ha annunciato la fornitura di quattro unità di gruppi elettrogeni diesel Kohler-SDMO KD3500-F per Tragedel che serviranno ad alimentare la rete elettrica. Questo progetto rappresenta un'importante pietra miliare per Clarke Energy - ha riferito in una nota la stessa società - in quanto sarà il primo riferimento nella Repubblica Centrafricana e nella sua più grande centrale diesel in Africa. Il progetto aggiungerà 10 MW alla rete elettrica della capitale del paese, migliorando così le condizioni di vita della popolazione. [MS]
  • Guinea Equatoriale Free

    Joint-Venture tra Gepetrol e gruppo tedesco De Raj

    GUINEA EQUATORIALE – La compagnia nazionale di petrolio Gepetrol e il gruppo tedesco De Raj hanno costituito una joint-venture per sviluppare, in Guinea Equatoriale, progetti nell’industria degli idrocarburi. Nell’ambito della strategia 2020 proclamata dal governo di Malabo “anno degli investimenti”, grande enfasi viene data al comparto dell’Oil & Gas. Grazie alla nuova joint-venture, saranno realizzati investimenti nella produzione di petrolio, la costruzione e riabilitazione di Fpso (unità galleggiante di produzione, stoccaggio e scarico), nella costruzione di una raffineria e di un complesso petrolchimico. La Gepetrol è un’azienda pubblica al 100%, che opera sia in attività di produzione che nel monitoraggio del settore. Dal CEO della compagnia, Antonio Oburu Ondo, è giunto l’augurio che questa joint-venture possa aiutare la Gepetrol a sviluppare una cultura dell’eccellenza e dell’innovazione, e a migliorare per diventare un’azienda di prima classe sia in Guinea Equatoriale che all’estero. Il gruppo De Raj fornisce servizi e soluzioni ad aziende del comparto Oil & Gas in Europa, Asia e Africa. [CC]  
  • R.D. Congo Free

    Intesa su zona speciale per sviluppare litio e stagno

    REP DEM CONGO - La compagnia estrattiva australiana AVZ Minerals ha siglato un’intesa vincolante con il governo di Kinshasa per sviluppare una zona economica speciale a Manono, nella provincia sud-orientale di Tanganyika.

    A segnalarlo sono i media specializzati, dai quali si apprende che l’intesa stabilisce i termini di collaborazione tra l’azienda e il ministero dell’Industria congolese per istituire una zona economica speciale dedicata specificatamente alla valorizzazione dei minerali di litio e stagno.

    Secondo le informazioni rese note, entro fine marzo AVZ Minerals diffonderà al pubblico uno studio di fattibilità definitiva sul progetto incluse le infrastrutture di base. Entro aprile dovrà invece essere definita l’area geografica della futura zona economica speciale di Manono.

    La realizzazione di una zona economica speciale consentirà ad AVZ Minerals di godere di particolari esenzioni, oltre a poter diventare catalizzatore di sviluppo per il distretto di Manono. [MV]

  • Camerun Free

    Strage di civili e di bambini in area anglofona, accuse...

    CAMERUN – Ci sono almeno 14 bambini nel massacro di 22 civili avvenuto venerdì scorso in un villaggio del nordovest a maggioranza anglofona, il villaggio di Ntumbo. La scioccante notizia, sparsa soltanto ieri attraverso comunicazioni dell’ufficio di coordinamento umanitario dell’Onu, suscita sgomento e interrogativi. Non è chiaro per ora chi abbia commesso un tale massacro, colpendo anche 9 bambini con meno di cinque anni, donne e una donna incita. Le regioni anglofone del Camerun sono da tre anni teatro di una ribellione separatista e di conflitto responsabile di 3000 morti, che dovrebbe, sulla carta, essere in via di risoluzione. Su questo massacro pesano molti interrogativi ma anche accuse ai militari e al governo che lottano contro i secessionisti. Da esponenti delle forze armate sono giunte secche smentite. [CC]
  • R.D. Congo Free

    Azienda rumena investe nei diamanti congolesi ...

    RD CONGO – L’azienda rumena del settore minerario AM Developements International ha firmato un accordo di partenariato con la Miba, o società mineraria di Bakwanga, una delle principali aziende minerarie congolesi. In cambio di un investimento finanziario pari a 200 milioni di dollari, di cui 30 milioni non rimborsabili già consegnati, l’AM Developements International avrà accesso allo sfruttamento di diamanti nel Kasai Orientale e potrà realizzare studi per la certificazione di due zone della Miba a Bena Kabimba. L’investimento del partner europeo è un respiro di sollievo per l’azienda congolese, che sta riscontrando significative difficoltà finanziarie. La Miba possiede diverse aree minerarie alcune delle quali non possono essere sfruttate a causa della mancanza di fondi e di mezzi. La Miba è un’azienda statale all’80% e concentra la propria attività nella zona di Mbuji-Mayi. Società di peso mondiale negli anni ’60, la Miba è da qualche anno soffocata dai debiti. [CC]