Marocco

Fondi dalla Banca Mondiale contro i disastri naturali

MAROCCO – La Banca Mondiale ha concesso un prestito del valore di 275 milioni di dollari a favore del governo di Rabat per sostenere le iniziative del Paese nella gestione del rischio di eventi naturali catastrofici.

(108 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Nord

  • Tunisia Free

    Premier designato (2): elenco completo dei ministri

    TUNISIA - Il premier incaricato Elyes Fakhfakh ha reso nota la sua nuova squadra di governo. Pubblichiamo di seguito l’elenco completo dei ministri.

    • Ministro della Giustizia: Thouraya Jeribi (indipendente)
    • Ministro dell’Interno: Hichem Mechichi (indipendente)
    • Ministro degli Affari esteri: Noureddine Erray (indipendente)
    • Ministro della Difesa: Imed Hazgui (indipendente)
    • Ministro delle Finanze: Nizar Yaïch (indipendente)
    • Ministro del Demanio: Ghazi Chaouachi (Tayar)
    • Ministro dello Sviluppo, degli investimenti e della cooperazione: Slim Azzabi (Tahya Tounes)
    • Ministro delle Grandi riforme: Lobna Jeribi (indipendente)
    • Ministro della Formazione professionale e del lavoro: Fathi Belhaj (Echaab)
    • Ministro degli Affari sociali: Habib Kchaou (indipendente)
    • Ministro di Stato dei Trasporti e della logistica: Anouar Maarouf (Ennahdha)
    • Ministro delle Collettività locali: Lotfi Zitoun (Ennahdha)
    • Ministro dell’Agricoltura: Oussama Kheriji (Ennahdha)
    • Ministro dell’Industria: Salah Ben Youssef (indipendente)
    • Ministro dell’Energia e delle miniere: Mongi Marzouk (indipendente)
    • Ministro del Turismo: Mohamed Ali Toumi (Al Badil)
    • Ministro del Commercio: Mohamed Mesilini (Echaab)
    • Ministro dell’Ambiente: Chokri Ben Hassen (Tahya Tounes)
    • Ministro delle Tecnologie: Mohamed Fadhel Kraïem (indipendente)
    • Ministro delle Attrezzature : Moncef Selliti (Ennahdha)
    • Ministro degli Affari religiosi: Ahmed Adhoum (indipendente)
    • Ministro della Donna: Asma Shiri (indipendente)
    • Ministro della Sanità: Abdellatif Makki (Ennahdha)
    • Ministro dell’Istruzione superiore: Slim Choura (Ennahdha)
    • Ministro dell’Istruzione: Mohamed Hamdi (Tayar)
    • Ministro della Cultura: Chiraz Laâtiri (indipendente)
    • Ministro della Gioventù e degli sport: Ahmed Gaâloul (Ennahdha)
    • Ministro di Stato delle Riforme amministrative: Mohamed Abbou (Tayar)
    • Ministro dei Diritti umani: Ayachi Hammami (indipendente)
    • Ministro delle Relazioni con il Parlamento: Ali Hafsi (Nidaa Tounes)
    • Segretario di Stato agli Affari esteri: Salma Naifer (indipendente)
    • Segreteria di Stato all’Agricoltura: Akissa Bahri (indipendente)
  • Tunisia Free

    Premier designato annuncia nuova squadra di governo

    TUNISIA - Il premier incaricato Elyes Fakhfakh ha reso nota la sua nuova squadra di governo.

    A darne notizia sono i media locali, ricordando che ieri scadeva il termine per presentare l'esecutivo, secondo quanto previsto dalla Costituzione.

    Il nuovo governo è composto da 30 ministri e due segretari di Stato, dei quali 17 sono personalità indipendenti mentre i restanti componenti rappresentano i sei principali partiti rappresentati in Parlamento.

    Secondo quel che viene reso noto, la proposta di composizione del nuovo governo sarà automaticamente presentata al Parlamento tunisino, che fisserà una data per una sessione plenaria dedicata al voto di fiducia.

    Immediatamente dopo che Fakhfakh ha comunicato la composizione della sua squadra, il partito islamico Ennahdha - che detiene la maggioranza relativa in Parlamento e che la settimana scorsa aveva respinto una prima proposta di squadra di governo presentata dallo stesso Fakhfakh - ha diffuso una comunicazione ufficiale affermando che garantirà la fiducia al nuovo esecutivo. [MV]

  • Marocco Free

    Andersen si espande in Marocco

    MAROCCO - Dopo la continua espansione in Africa meridionale, orientale e occidentale, Andersen Global ha rafforzato la sua presenza nel Nord Africa attraverso un accordo di collaborazione con la società di consulenza con sede in Marocco M.A. Global Consulting (Magc). La Magc è stata fondata nel 2005 dal Managing Partner Mehdi El Attar di Office ed è cresciuta fino a includere tre partner e una trentina di professionisti, si legge in una nota di Andersen. La società fornisce servizi fiscali e legali tra cui contabilità, supervisione contabile, consulenza legale, consulenza fiscale, consulenza gestionale e assistenza e organizzazione del sistema informativo. “Siamo stati molto orgogliosi della nostra gestione e della fornitura dei migliori servizi ai nostri clienti”, ha affermato Mehdi. “L’opportunità di collaborare con Andersen Global è un onore che ci consentirà di ampliare ulteriormente le nostre offerte di servizi”. "Mentre continuiamo ad espandere la nostra piattaforma in questa regione, la collaborazione con entità simili ci consente di essere meglio attrezzati per fornire un servizio senza interruzioni”, ha affermato Mark Vorsatz, presidente Andersen Global e amministratore delegato di Andersen. Andersen Global è un'associazione internazionale di società indipendenti e legalmente separate, composta da professionisti fiscali e legali in tutto il mondo. Fondata nel 2013 dalla società statunitense Andersen Tax LLC, Andersen Global ha ora oltre 5.000 professionisti in tutto il mondo e una presenza in oltre 167 sedi attraverso le aziende associate e società che collaborano. [MS]
  • EgittoMarocco Free

    Fondi per costruire nuovi ospedali e cliniche

    EGITTO / MAROCCO - Sono pari a 125 milioni di dollari i fondi stanziati attraverso una serie di strumenti basati sulla finanza islamica che la Società finanziaria internazionale (IFC) della Banca Mondiale ha approvato a favore della costruzione di nuovi ospedali e cliniche in Egitto e Marocco.

    A segnalarlo è stata la stessa agenzia del gruppo della Banca Mondiale specializzata nel sostegno al settore privato, precisando che i fondi sono destinati al gruppo sanitario canadese Humania.

    l finanziamento aiuterà Humania a sviluppare una rete di ospedali multi-professionali e pluri-specialistici in Egitto e Marocco.

    In particolare, la prima fase del programma di investimenti comprende la realizzazione di tre ospedali e una centro medico per un totale di quasi 600 posti letti oltre a 240 cliniche ambulatoriali.

    Secondo i dati a disposizione, il settore sanitario in Egitto necessita di investimenti per un valore pari a 60 miliardi di dollari da qui al 2050 per far fronte all’aumento della domanda di servizi sanitari, mentre il Marocco punta soprattutto sul miglioramento delle forniture mediche a favore di donne e bambini. [MV]

  • Egitto Free

    Primo esportatore di arance al mondo

    EGITTO - L’Egitto si è confermato nel 2019 maggiore esportatore di arance al mondo, superando la Spagna per la seconda volta consecutiva.

    A sostenerlo è stato il capo del Consiglio delle esportazioni agricole, Abdel Hamid El Demerdash, secondo il quale lo scorso anno il volume delle esportazioni di arance dall’Egitto ha raggiunto quota 1,68 milioni di tonnellate.

    Non è stato tuttavia specificato il valore economico delle esportazioni.

    Secondo i dati forniti da El Demerdash ai media economici egiziani, le esportazioni di arance sono aumentate del 17% rispetto all’anno precedente grazie all’aumento della produzione, ai bassi costi della manodopera e al valore della lira sterlina che hanno consentito di ridurre il prezzo del prodotto per l’esportazione.

    L'Egitto è stato nell’ultima stagione agricola il settimo maggiore produttore di arance a livello mondiale, con una quantità pari a 3,42 milioni di tonnellate, dietro Brasile, India, Cina, Messico, Stati Uniti e Spagna. [MV]

  • Egitto Free

    DHL investe per espandersi nel mercato egiziano

    EGITTO - Il gruppo tedesco della logistica DHL ha reso noto di voler investire una cifra pari a circa 60 milioni di euro nell’anno in corso per espandere la propria presenza in Egitto.

    A segnalarlo sono i media locali, precisando che l’intenzione di espandersi nel mercato locale è legata alla volontà della società di trasformare l’Egitto in un centro per il commercio elettronico in Africa.

    "La società ha realizzato grandi risultati nel mercato egiziano nel 2019 - si legge in una nota diffusa dal gruppo - a partire dal raggiungimento di una posizione di rilievo nel settore della logistica a livello regionale e dall’affermazione dell’Egitto come mercato principale”.

    DHL ha inoltre ricordato di aver siglato un’intesa lo scorso anno con l’Autorità postale nazionale per facilitare i servizi postali e promuovere i trasporti di merci via mare a livello locale e continentale. [MV]