Sudafrica

Taglio del tasso di interesse

SUDAFRICA – La Banca centrale del Sudafrica (SARB) ha comunicato di voler ridurre di 25 punti base il tasso di interesse associato a prestiti interbancari effettuati mediante operazioni di “pronti-contro-termine”.

(199 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Australe

  • Mozambico Free

    Ministro Esteri francese in Mozambico, dopo Mauritius e...

    MOZAMBICO – Il ministro degli Esteri francese Jean-Yves le Drian è atteso oggi in Mozambico per la prima visita ufficiale di un ministro degli Esteri francese da 18 anni.   « Allorché grandi gruppi francesi hanno confermato importanti investimenti in Mozambico, questa visita permette di rafforzare i legami che ci uniscono e di lavorare ancora di più su temi di interesse comune, come l’accompagnamento locale, la formazione professionale, la diversificazione della matrice energetica, la lotta ai traffici e la sicurezza” si legge in una nota ufficiale delle autorità francesi.   Il ministro Le Drian sarà ricevuto dal presidente della Repubblica Filipe Nyusi, dalla ministra degli Esteri Veronica Macamo, e dal ministro della Difesa, Jaime Bessa Neto, a bordo della nave militare francese Champlain che sosta per 24 ore nel porto di Maputo.   “La Francia è un antico partner del Mozambico, i nostri Paesi condividono una relazione di prossimità per via della nostra vicinanza in seno al canale del Mozambico” recita ancora il comunicato di presentazione della visita.   La tappa mozambicana fa parte di una più ambia visita nell’Oceano Indiano, in particolare alle Mauritius e a Madagascar, dove Le Drian si è già recato, incontrando i massimi rappresentanti politici per un potenziamento delle relazioni bilaterali. [CC]
  • Malawi Free

    Produzione mais in forte aumento dopo anni difficili

    MALAWI - La produzione di mais del Malawi aumenterà dell’8,8% nella stagione 2020 grazie a un aumento delle piogge. A riferirlo è stato il ministero dell’Agricoltura. La piccola nazione dell’Africa australe dipende fortemente dall’agricoltura. Il settore impiega quasi l’80% della popolazione e rappresenta i due terzi dei proventi delle esportazioni, con il mais che costituisce la base alimentare principale. Ma i raccolti recentemente sono stati colpiti da una combinazione di caldo estremo e forti inondazioni, con la siccità indotta da El Nino negli ultimi anni che si è combinata con carenza di elettricità e incertezza politica. Il Paese punta per il 2020 a una crescita del Pil del 6%. [MS]
  • Angola Free

    In Cabinda progetto per costruzione piattaforme...

    ANGOLA - Il progetto di costruzione di piattaforme petrolifere nella provincia settentrionale di Cabinda, soprannominato Lifua-A, è stato inaugurato martedì scorso, nella base industriale della compagnia Algoa, nel comune di Malembo. A presenziare la cerimonia c’era il ministro del Petrolio e delle Risorse naturali dell’Angola, Diamantino de Azevedo. Il progetto (diviso in tre fasi, A, B e C) mira alla costruzione di piattaforme per supportare l’esplorazione di gas e petrolio nel campo di Takula-Bloc-0, che viene esplorato da Chevron, Sonangol ed Eni. La prima fase iniziata martedì scorso prevede la consegna della prima piattaforma offshore di Takula nel primo trimestre del 2021. Azevedo ha affermato che l’infrastruttura ha un significato importante per l’industria petrolifera della provincia di Cabinda. “Questa impresa costituisce un chiaro esempio delle misure che il presidente della Repubblica dell'Angola, João Lourenço, ha adottato nel settore petrolifero e dimostra il senso di responsabilità nei confronti di tutte le province del Paese” ha detto il ministro. Il progetto, valutato circa 60 milioni di dollari fornirà almeno 400 posti di lavoro. [MS]
  • Sudafrica Free

    Eskom chiede nuovi fondi: aumento tariffe o...

    SUDAFRICA - Eskom ha bisogno di nuovi fondi e ne ha bisogno subito, che arrivino da un aumento delle tariffe o da una ricapitalizzazione: a sostenerlo è stato il nuovo amministratore delegato della utility energetica sudafricana, Andre de Ruyter.  “La questione del debito di Eskom deve essere affrontata per rendere Eskom sostenibile”, ha detto de Ruyter alla Commissione permanente dei conti pubblici del Parlamento. Secondo stime correnti, Eskom ha debiti per 450 miliardi di Rand, ovvero circa 31,4 miliardi di dollari. Un debito che grava soprattutto sul governo e che sta pesando sulle performance della società.  “I soldi dovranno provenire da qualche parte. O da un aumento delle tariffe o da un'iniezione di capitale. Il debito non scompare e basta. In realtà crea un rischio molto significativo per il sovrano”, ha detto de Ruyter. [MS]
  • Namibia Free

    Luce verde a export carne bovina verso Usa

    NAMIBIA - La Namibia è diventata il primo Paese africano ad esportare carne bovina verso il mercato statunitense. A riferirlo è stato il portavoce del principale esportatore di carne del Paese, la Meatco. La prima spedizione di carne bovina verrà spedita negli Stati Uniti a giorni, ha dichiarato Jethro Kwenani in una nota. Kwenani ha dichiarato che alla Namibia è stato concesso l’accesso al mercato statunitense nel 2016 e nel 2017 e che l’impianto di Meatco è stata sottoposto a un audit di sanità pubblica e assicurazione da parte dei servizi di sicurezza e ispezione degli Stati Uniti. “L’audit, che viene condotto ogni 18 mesi o due anni, è stato effettuato per verificare se la Namibia è conforme al mantenimento degli standard richiesti", ha affermato Kwenani. Il previsto volume delle esportazioni di carne bovina della Namibia verso gli Stati Uniti dovrebbe partire da circa 862 tonnellate e aumenterà a circa 5.670 tonnellate entro il 2021. [MS]
  • Angola Free

    Entro fine anno l’avvio della costruzione dell...

    ANGOLA – Comincerà a fine anno a Quivinca Nvemba, vicino a Soyo, la costruzione di un impianto per la produzione di gas naturale liquefatto (Gnl) nel quale sono coinvolte Eni-Angola, Sonangol, British Petroleum, Cabinda Gulf Oil Company (Cabgoc, filiale della Chevron) e Total. Riunite nel “Novo Consórcio de Gás” costituito alcuni mesi fa, le aziende del settore Oil & Gas stanno preparando la realizzazione di questo impianto su un’area di 100 ettari, nel quale verranno assunti circa 3000 lavoratori. Gli ultimi aggiornamenti sul progetto sono stati riferiti dal Jornal de Angola che cita il direttore dei lavori per Eni, Kresimir Vujec. L’impianto è progettato per processare 1,1 miliardi di piedi cubi di gas naturale al giorno e produrre 5,2 milioni di tonnellate di Gnl all’anno, oltre a gas naturale, propano, butano e condensato. [CC]