Malawi

Fondi AfDB per progetto riabilitazione stradale

MALAWI – La Banca africana di sviluppo (AfDB) ha concesso un prestito del valore di 36,7 milioni di dollari per un progetto di riabilitazione stradale in Malawi.

(174 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Australe

  • Sudafrica Free

    Crescono difficoltà di Eskom, sarà una settimana con...

    SUDAFRICA - La Eskom, l’utility elettrica statale sudafricana, ha riferito che prolungherà da oggi le fasce orarie di blackout. La società ha deciso di tagliare 2.000 megawatt dalla rete mentre si batte per stabilizzare la capacità di generazione colpita da guasti agli impianti.  È probabile che le interruzioni di corrente continuino durante la settimana con l'aumento della domanda. La Eskom, che già venerdì scorso ha iniziato a razionare l'elettricità, non ha fatto progressi sufficienti per riportare in servizio ulteriori unità di generazione di energia, si legge in una nota. “Durante questa settimana Eskom continuerà a subire vincoli di approvvigionamento”, si legge nel comunicato. “A causa del clima molto più freddo, anche la domanda di elettricità è aumentata in modo significativo”. Le interruzioni di elettricità offuscano le prospettive per l’economia più industrializzata d’Africa, che si prevede subirà una contrazione del 7,2% quest’anno. Eskom, che non ha un sistema di generazione stabile da più di un decennio, è appesantita da un debito di 450 miliardi di rand (circa 27 miliardi di dollari). [MS]
  • Sudafrica Free

    Approvato progetto fotovoltaico presso miniera d’oro

    SUDAFRICA - Il gruppo estrattivo sudafricano Pan African ha approvato lo sviluppo di un impianto fotovoltaico da 10 megawatt per alimentare la miniera d’oro di Elikhulu, nella provincia nord-orientale di Mpumalanga.

    A darne notizia sono i media specializzati, dai quali si apprende che il progetto fornirà inizialmente fino al 30% del fabbisogno energetico annuale del sito estrattivo.

    Il via libera per il progetto solare da parte del consiglio di amministrazione di Pan African segue la conclusione di uno studio di fattibilità finanziario e mira a ridurre la dipendenza dalla rete nazionale, riducendo l’esposizione ad aumenti del costo dell’energia e ai rischi di distacchi delle forniture.

    Secondo Pan African, la realizzazione dell’impianto fotovoltaico genererà energia a costi inferiori a quelli proposti dalla compagnia elettrica Eskom per un periodo di almeno 20 anni, rendendo così il progetto economicamente molto interessante e aumentando la sostenibilità a lungo termine delle operazioni di Elikhulu. [MV]

  • Malawi Free

    Bene le vendite di tabacco nonostante Covid

    MALAWI - Il settore del tabacco, primo prodotto di esportazione del Malawi, sta procedendo a pieno ritmo nonostante le difficoltà dell’epidemia di Covid 19.

    Lo riferisce la stampa locale e internazionale, precisando che i ricavi del Malawi dalle vendite di tabacco hanno raggiunto 110,2 milioni di dollari USA nelle 11 settimane di scambi avvenute quest'anno.

    Secondo le ultime statistiche della Malawi Auction Holdings Limited (AHL), i mercati del tabacco in tutto il paese hanno scambiato 72,7 milioni di chilogrammi di tutti i tipi di tabacco ad un prezzo medio di 1,51 dollari USA per chilogrammo.

    La Commissione del tabacco ritiene che la seconda parte dell’anno dovrebbe vedere le entrate crescere ancora, con i prezzi del tabacco per chilogrammo stimati in crescita grazie all’arrivo sul mercato nazionale di nuovi acquirenti.

    Tuttavia, i coltivatori di tabacco in tutto il paese recentemente hanno espresso insoddisfazione per gli attuali prezzi del tabacco per chilogrammo, chiedendo un aumento del prezzo base di acquisto. La AHL ha invitato gli agricoltori a lavorare per portare sul mercato tabacco di qualità più alta così da poter puntare a prezzi migliori.

    Il tabacco è il principale prodotto di esportazione del Malawi e la principale fonte di valuta pregiata, rappresentando oltre il 50 percento di tutte le entrate in valuta estera.

  • Mozambico Free

    Cabo Delgado: Mocimboa da Praia ancora al centro degli...

    MOZAMBICO - E’ ancora al centro dei combattimenti Mocimboa da Praia, la città costiera della provincia di Cabo Delgado passata di mano più volte negli ultimi giorni tra forze islamiste e forze governative.  Considerata strategica per il controllo dei traffici di contrabbando e delle vie di rifornimento per Palma (e quindi le operazioni legate al gas), Mocimboa da Praia dallo scorso 1 luglio è tornata sotto controllo governativo, ma già alla sua periferia gli islamisti riescono a controllare ancora le vie di accesso, secondo varie fonti locali.  Secondo dichiarazioni del sindaco della città, Carlos Monba, le strutture governative all’interno del centro urbano sono state danneggiate o distrutte, comprese scuole, ospedale, una chiesa; la distruzione non ha risparmiato nemmeno abitazioni e negozi privati (cliccando qui si possono vedere foto delle distruzioni). Nel vortice sono finite anche le forze di difesa mozambicane accusate da più fronti di estorsioni, violazioni e violenze di vario tipo. Una situazione che, secondo alcuni osservatori, rischia di riaprire la strada agli islamisti o comunque di spostare un certo sostegno popolare a loro favore.  Secondo le ultime stime (Fonte Acled), il conflitto ha causato la morte di 1301 persone; secondo le Nazioni Unite gli sfollati sono ormai 250.000. [MS]
  • Sudafrica Free

    Popolazione sudafricana in crescita

    SUDAFRICA - Le persone residenti in Sudafrica sono 59 milioni e 620.000, un incremento di quasi due milioni rispetto all’ultimo aggiornamento due anni fa dell’ufficio statistico nazionale StatsSA.

    A segnalarlo sono i media locali, precisando che la provincia di Gauteng rimane la più popolata del Paese con circa 15,5 milioni di abitanti, pari al 26% della popolazione totale del Sudafrica.

    Segue la provincia di KwaZulu-Natal con circa 11,5 milioni di abitanti (pari al 19,3% del totale), mentre la provincia del Capo Settentrionale pur essendo la più vasta resta anche quella meno popolata con 1,29 milioni di abitanti (2,2% del totale).

    Secondo i dati elaborati da StatsSa, il 28,6% della popolazione sudafricana ha meno di 15 anni mentre la popolazione anziana, ovvero di età pari a superiore a 60 anni, rappresenta il 9,1% del totale.

    L'aspettativa di vita alla nascita è stimata in 62,5 anni per gli uomini e 68,5 anni per le donne.

    Tra i dati resi noti, figura inoltre il tasso di prevalenza all’HIV che è stimato essere pari al 13% della popolazione nazionale, cioè circa 7,8 milioni di persone: per la popolazione adulta di età compresa tra 15 e 49 anni, si stima che la percentuale di sieropositivi salga al 18,7% del totale. [MV]

  • Mozambico Free

    Cabo Delgado, l'appello dei vescovi: "Soluzione andando...

    MOZAMBICO - Una sofferenza che ha “radici profonde nel tempo”, un governo incapace di fornire risposte adeguate, la forza di un popolo che sta fornendo assistenza a se stesso. Questi alcuni dei punti toccati dalla Conferenza episcopale del Mozambico in un messaggio in cui si affronta lo stato di insicurezza in cui versa la regione di Cabo Delgado dove da oltre due anni sono attivi gruppi islamisti armati.  “Noi ci domandiamo, perché tanta sofferenza? Non troviamo risposta, oltre a riconoscere che la causa di tanta sofferenza ha radici profonde nel tempo in cui il popolo è stato dimenticato” scrivono i vescovi aggiungendo subito dopo: “Mentre le istituzioni sembrano non essere all’altezza di compiere il dovere di alleviare tanta sofferenza, ci riempie di meraviglia e di stima il grande sforzo e la capacità di accoglienza che le famiglie e i comuni cittadini sanno offrire, sia quelli che vivono nelle zone non colpite dalla guerra all’interno della stessa provincia, sia quelli delle province vicine”. Un quadro fosco a fronte del quale i vescovi dicono di voler sollecitare appoggi anche fuori del Paese con contribuzioni canalizzate attraverso la Caritas. Nella lettera si richiama poi la figura del vescovo di Cabo Delgado, Dom Luiz Fernando Lisboa, “che, in mezzo ai tristi avvenimenti che vi colpiscono già da molto tempo, è stato la voce del pastore che mette in guardia sulla presenza di lupi che attentano alla vita del gregge, e che con le sue parole e i suoi interventi è stato di grande aiuto per far prendere coscienza della gravità della situazione e della grande sofferenza a cui siete sottoposti, e che adesso è un grande promotore nel sollecitare una risposta urgente a questa tragedia”. Una tragedia che secondo i vescovi richiede interventi sulla cause “non solo perché sia ristabilito l’ordine, ma anche e soprattutto con progetti di sviluppo, investendo sul posto le risorse della provincia, con infrastrutture, il lavoro e l’offerta di servizi essenziali quali la salute e l’educazione”. [MS]