Costa Avorio

Prima volta in Africa per la World Cashew Convention & Exhibition

COSTA D’AVORIO – La VI edizione della World Cashew Convention & Exhibition (WCCE), congresso e fiera dedicati alla filiera degli anacardi, si terrà al Radisson di Abidjan dal 12 al 14 febbraio prossimo.

(202 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Occidentale

  • Nigeria Free

    Trovati fondi per completare acciaieria

    NIGERIA - Il governo federale ha ottenuto fondi per un valore pari a 1,46 miliardi di dollari da destinare al completamento dell’acciaieria di Ajaokuta, nello stato centrale di Kogi.

    A riportarlo sono i media locali, segnalando che i fondi sono stati messi a disposizione dal Centro russo per le esportazioni (REC) e dalla Banca africana d’import-export (Afreximbak).

    Il progetto di un acciaieria era stato lanciato circa quarant’anni fa su iniziativa dell’allora Unione Sovietica, ma l’impianto non era mai stato completato a causa della mancanza di fondi.

    Secondo il ministro nigeriano delle Miniere e dello sviluppo minerario, Olamilekan Adegbite, l’acciaieria di Ajaokuta contribuirà a trasformare il Paese in una nazione industrializzata. [MV]

  • Niger Free

    Finanziamento olandese per l’espansione della rete d...

    NIGER – Un progetto d’espansione della rete d’acqua potabile a Niamey, capitale nigerina, ha ottenuto un aiuto dai Paesi Bassi, che contribuiranno con 30 milioni di euro. Grazie ai lavori di posa di oltre 250 km di canalizzazioni, 450.000 persone supplementari avranno accesso diretto all’acqua potabile a Niamey. L’accordo di finanziamento è stato firmato da Mamadou Diop, ministro delle Finanze, e dall’ambasciatore dei Paesi Bassi in Niger, Jolke Oppewal. L’espansione della rete di distribuzione si farà nella scia della costruzione di un nuovo stabilimento di trattamento dell’acqua, Goudel IV, in fase di realizzazione da parte dell’azienda spagnola Denys Sas. Per le canalizzazioni, Denys ha selezionato il fornitore francese Electrosteel France. [CC]
  • Togo Free

    Arrivati i capi degli osservatori elettorali africani,...

    TOGO – Il capo della missione d’osservazione elettorale dell’Unione africana (UA), l’ex presidente del Madagascar Hery Rajaonarimanpianina, e il capo della missione della Comunità economica dell’Africa Occidentale, l’ex presidente della Sierra Leone Ernest Bai Koroma, sono arrivati a Lomé per preparare gli ultimi dettagli in vista del voto per le presidenziali del 22 febbraio. L’accoglienza delle due personalità difficilmente tempera le decisioni della Commissione elettorale nazionale indipendente (Ceni) di rifiutare l’accredito della missione d’osservazione della Chiesa Cattolica, e di ritirare l’accredito della missione della Concertazione nazionale della società civile, con l’accusa di “ingerenza nel processo elettorale per fini non noti”. Per l’opposizione, i provvedimenti della Ceni mirano in realtà a favorire brogli elettorali in un processo ritenuto non trasparente. Alle elezioni di sabato il presidente in carica dal 2005, Faure Gnassingbé, succeduto al padre Etienne Gnassingbé Eyadema, si candida per un quarto mandato consecutivo, nonostante le critiche dell’opinione pubblica, sottoposta all’egemonia del clan Gnassingbé da decenni. I sostenitori del presidente uscente vedono in lui il garante della stabilità e della sicurezza, mentre l’opposizione promette maggiore crescita economica e lotta alla povertà. Il principale avversario di Faure Gnassingbé, Jean-Pierre Fabre dell’Anc, ha l’ambizione di far crescere il Pil del 5% entro il 2025, attraverso incentivi e investimenti nelle filiere dell’agricoltura, della trasformazione agricola, nella micro finanza per le popolazioni rurali, nelle infrastrutture. Fabre ha anche detto di voler aprire le telecomunicazioni alla concorrenza e favorire l’ingresso di investitori nei settori della produzione mineraria e industriale. [CC]
  • Ghana Free

    Fondi europei per diversificare esportazioni

    GHANA - L’Unione Europea ha firmato un accordo con il governo di Accra per la realizzazione di quattro progetti destinati a migliorare la competitività del Ghana sui mercati internazionali e favorire la diversificazione delle esportazioni.

    A darne notizia sono i media locali, precisando che i progetti rientrano nell’ambito dell’Accordo di partenariato economico provvisorio (IEPA) firmato nel 2016 tra Ghana e UE.

    In base alle informazioni a disposizione, i progetti hanno un valore economico complessivo pari a 4,1 milioni di euro.

    In particolare, 3,8 milioni di euro saranno destinati al ministero del Commercio e dell’industria per un programma di assistenza tecnica, mentre l’Autorità per la promozione delle esportazioni del Ghana (GEPA) e il Centro per la promozione degli investimenti del Ghana (GIPC) riceveranno rispettivamente 221.000 e 147.000 euro per sostenere lo sviluppo della filiera della frutta, della cassava e dell’industria cosmetica. [MV]

  • Liberia Free

    Eliminati costi di roaming con altri Paesi occidentale

    LIBERIA - L’Autorità per le telecomunicazioni della Liberia (LTA) ha firmato l’atto di adesione al protocollo d'intesa sui principi di base per l’eliminazione dei costi di roaming tra i Paesi dell’Africa occidentale.

    A darne notizia sono i media specializzati, ricordando che all’iniziativa promossa dalla Comunità economica dell’Africa occidentale (ECOWAS) partecipano già Senegal, Mali, Benin, Sierra Leone, Costa d'Avorio, Guinea, Burkina Faso e Togo.

    Il roaming gratuito offre ai cittadini dei nove Paesi aderenti l’opportunità di beneficiare di effettuare chiamate alla tariffa locale del paese visitato per una durata di 30 giorni eliminando le spese di roaming internazionale. [MV]

  • Ghana Free

    Cacao, produzione in calo a causa del maltempo

    GHANA - Le condizioni meteorologiche avverse in Africa occidentale costringono a rivedere al ribasso le stime sulla produzione di cacao in Ghana.

    A dirlo sono fonti dell’ente pubblico di riferimento del settore, il Cocobod, citate dai media, secondo le quali il raccolto di cacao in Ghana dovrebbe attestarsi nel corso di questa stagione intorno alle 790.000-820.000 tonnellate, in calo rispetto alle precedenti stime di 875.000 tonnellate.

    “Non piove da più di quattro mesi e il caldo è così forte che ci sono pochissimi fiori e baccelli nei campi”, ha detto un esportatore che ha chiesto di restare anonimo con sede ad Accra.

    Il valore dei futures sul cacao quotati sull’IntercontinentalExchange (ICE) è vicino al suo massimo degli ultimi tre anni, trainato in parte dalle avverse condizioni climatiche che stanno danneggiando i raccolti anche nella vicina Costa d’Avorio, il maggiore produttore di cacao al mondo.

    Nella precedente stagione, la produzione di cacao in Ghana è stata pari secondo l'organizzazione internazionale del cacao (ICCO) a 815.000 tonnellate, molto al di sotto della proiezione iniziale di 900.000 tonnellate resa nota a febbraio 2019.

    Le nuove stime sui raccolti di questa stagione dovrebbero essere rese note dall’ICCO a fine mese. [MV]