Ghana

Fondi europei per diversificare esportazioni

GHANA – L’Unione Europea ha firmato un accordo con il governo di Accra per la realizzazione di quattro progetti destinati a migliorare la competitività del Ghana sui mercati internazionali e favorire la diversificazione delle esportazioni.

(142 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Occidentale

  • NigeriaSudafrica Free

    Mtn non torna indietro, in programma cessioni di quote...

    SUDAFRICA / NIGERIA - Mtn Group andrà avanti con la vendita di quote della sua affiliata nigeriana ma il piano andrà avanti per step. In dichiarazioni rilasciate a Bloomberg, l’amministratore delegato della società, Ralph Mupita, ha detto che l’emergenza globale legata alla diffusione di covid-19 non ha modificato i piani iniziali e che una parte del 79% del capitale ora in mano di Mtn Group sarà immessa nel mercato.  Agli inizi di marzo Mtn aveva annunciato un piano di dismissioni con l’obiettivo di garantirsi 1,4 miliardi di dollari. Il piano dovrebbe essere implementato nell’arco di tre-cinque anni. Sul mercato dovrebbero andare tra le altre cose il 18,9% di quote di Jumia (l’Amazon africano), alcuni immobili di pregio nelle Mauritius, quote delle filiali in Uganda e Zambia. [MS]
  • Niger Free

    Amnistia per centinaia di detenuti, in libertà anche...

    NIGER - C’è anche uno dei leader dell’opposizione tra i 1540 detenuti che in Niger hanno potuto beneficiare di un’amnistia concessa dal capo dello Stato Issoufou Mahamadou. Hama Amadou, 71 anni, ha potuto lasciare il carcere di Filingué, insieme ad alcuni suoi collaboratori.  In carcere da novembre 2019, l’ex presidente dell’Assemblea nazionale del Niger, stava scontando una pena per una vicenda di traffico di minori.  Amadou era stato condannato nel 2016, ma aveva trascorso tre anni in esilio in Francia prima di entrare nel centro di detenzione in Niger. [MS]
  • Nigeria Free

    Intesa per promuovere sostenibilità agricola

    NIGERIA - Il governo dello stato nigeriano di Edo ha firmato un accordo con il gruppo d’investimento olandese Villam Agric per un progetto destinato a promuovere le nuove tecnologie nelle attività agricole.

    A segnalarlo sono i media locali, dai quali si apprende che il progetto prevede investimenti per un valore pari a circa otto milioni di euro per aumentare la produttività e il rendimento della produzione agricola nello stato di Ekiti, riducendo inoltre le perdite post-raccolta.

    Secondo le informazioni a disposizione, il gruppo olandese si è impegnato nella definizione di un programma per aumentare le competenze degli agricoltori, oltre ad ammodernare i silos per l’immagazzinaggio e a realizzare un impianto per la trasformazione del mais.

    Sono previste inoltre attività per accompagnare gli agricoltori sui mercati locali, regionali e internazionali per promuovere la commercializzazione dei loro prodotti. [MV]

  • São Tomé e Príncipe Free

    Supporto da AfDB a transizione energetica

    SAO TOME E PRINCIPE - La Banca africana di sviluppo (AfDB), ha approvato la concessione di 12,46 milioni di euro per finanziare un programma di transizione energetica a São Tomé e Principe.

    A darne notizia è la stessa AfDB, precisando che il progetto si propone di aiutare le autorità dell'arcipelago a promuovere la crescita verde e lo sviluppo sostenibile della rete elettrica di São Tomé e Principe rafforzando al tempo stesso la gestione delle finanze pubbliche e il clima economico locale.

    Il programma si basa su tre componenti: orientare la transizione energetica verso le energie rinnovabili, fornire supporto istituzionale rafforzando al contempo la governance finanziaria e il clima imprenditoriale nonché sostenere il governo nello sviluppo di capacità istituzionali.

    In particolare, il programma finanzierà lavori urgenti per rafforzare e mantenere la rete di centrali termiche esistenti, espandere la centrale idroelettrica di Papagaio con una capacità di 1 megawatt e per l'ibridazione  con il fotovoltaico solare di una delle principali centrali termiche basate a Santo Amaro.

    Il programma sosterrà poi l'attuazione di un programma di efficienza energetica, il miglioramento delle infrastrutture aeroportuali, lo sviluppo di sistemi informatici essenziali e il rafforzamento delle capacità istituzionali per la gestione ambientale e sociale. [MV]

  • MaliNiger Free

    Conclusa “Operazione Monclar”, missione congiunta...

    MALI / NIGER – E’ stata la più vasta operazione congiunta tra forze militari africane e francesi nella zona del Sahel l’operazione “Monclar”, che dal 3 al 23 marzo ha coinvolto 3000 soldati maliani e nigerini a fianco di 1700 militari francesi della forza Barkhane. Condotta nella zona delle tre frontiere, quella che comprende anche il Burkina Faso, la missione avrebbe avuto un esito positivo, segnato da un bilancio non meglio precisato “numerosi terroristi uccisi” e   “numerose risorse sequestrate” tra cui 80 motociclette, un pickup armato da mitragliatrice pesante, molte armi e munizioni e altro materiale. Dell’operazione “Monclar” dà notizie lo stato maggiore delle forze armate francesi,  ripreso da varie testate dei Paesi coinvolti. Nel Sud del Mali, nella regione di Gourma, si è svolta la missione del Raggruppamento tattico deserto (Gtd) “Drago”, missione terrestre congiunta tra forze francesi e una compagnia maliana e con il supporto di droni e di caccia partiti dalla base di Niamey. Le fonti ufficiali francesi sostengono che sono stati uccisi un numero non precisato di “terroristi” e che sono state sequestrate “numerose risorse”. Nella regione del Liptako, tra Mali e Niger, sono intervenuti 700 uomini del Gdt “Centurione” insieme a militari sia maliani che nigerini.  “Lo scopo era di destabilizzare l’avversario e localmente, la nostra azione ci ha permesso di avere la meglio sul nemico” ha detto il colonnello Nicolas Meunier, comandante del Gdt. “Risultati tangibili ma non decisivi” ha temperato il capo delle operazioni, colonnello Bertrand, secondo il quale sono stati scovati numerosi rifugi e materiale per fabbricare ordigni esplosivi, armi e materiale di trasmissione. Nel Nord del Burkina Faso sono state condotte operazioni aeree sulla base di informazioni dei servizi maliani. Lo stato maggiore francese complimenta il Meccanismo di comando congiunto (Mcc) “struttura inedita” costituita dal distaccamento di collegamento della FC-G5S all’interno del posto di comando interforze di Barkhane a N’Djamena, da un’unità di condivisione di informazioni e da un’unità di comando congiunto. [CC]
  • Ghana Free

    Approvati finanziamenti da 140 milioni di euro per asse...

    GHANA - Un totale di 139,4 milioni di euro è stato approvato dal Parlamento ghanese per finanziare la costruzione della prima fase della strada Bolgatanga-Bawku-Polimakom. L’importo sarà fornito da Hsbc Bank e Kew Ipex Bank GmbH: in base all’accordo di credito, Hsbc presterà un totale di 68 milioni di euro mentre Kew Ipex ne metterà a disposizione 72 milioni.  Gli accordi sono stati presentati alla Camera dei deputati il 24 marzo 2020 dal ministro degli Affari parlamentari, Osei Kyei-Mensah-Bonsu, a nome del ministro delle Finanze, e sono stati approvati qualche giorno dopo. Il governo ha affermato che una buona infrastruttura stradale è un facilitatore fondamentale per il rapido sviluppo socioeconomico del Paese attraverso il miglioramento degli accessi, la riduzione dei tempi di viaggio, delle congestioni, dei costi operativi. [MS]