Mozambico

Elettricità: presidente inaugura nuove infrastrutture a Niassa

MOZAMBICO – Nuove infrastrutture elettriche sono state inaugurate nel fine settimana dal presidente del Mozambico Filipe Nyusi nella provincia settentrionale di Niassa.

(268 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Australe

  • Angola Free

    Approvata creazione piattaforma informatica per...

    ANGOLA - Il presidente João Lourenço ha firmato un decreto che stabilisce la creazione di una piattaforma informatica per consentire agli investitori di accedere ai servizi della pubblica amministrazione angolana con maggiore rapidità.

    A segnalarlo sono i media specializzati, precisando che secondo quel che viene comunicato dalle autorità competenti lo strumento informatico sarà operativo entro il mese di settembre.

    La piattaforma, istituita attraverso il decreto presidenziale n. 167/20, si caratterizzerà come uno sportello virtuale dove concentrare tutti i servizi necessari agli investitori locali e internazionali per ottenere le licenze e le autorizzazioni necessarie e realizzare così i loro progetti di investimento, costituendo un meccanismo unico di contatto con la pubblica amministrazione.

    Obiettivo dell’iniziativa, che sarà realizzata e gestita dall’Agenzia per gli investimenti privati e la promozione delle esportazioni dell'Angola (AIPEX), è semplificare le procedure burocratiche e accorciare i tempi necessari ad avviare nuovi progetti di investimento. [MV]

  • Angola Free

    Obiettivo autosufficienza alimentare entro cinque anni

    ANGOLA - Raggiungere l’autosufficienza alimentare in cinque anni: un obiettivo che, secondo il ministro dell’Agricoltura Francisco de Assis, l’Angola può realizzare se risolve una serie di problematiche interne.

    Intervenendo in un’intervista sulla televisione pubblica angolana, il titolare del dicastero dell’Agricoltura angolano ha infatti sottolineato come tutti gli indicatori mostrino significativi progressi nella produzione, ma restino da risolvere alcune questioni centrali, dalle competenze del capitale umano alla logistica passando per alcune distorsioni legate all’importazione dei prodotti dall’estero.

    De Assis ha evidenziato però in primo luogo le difficoltà soprattutto per i piccoli contadini di accesso ai fertilizzanti e i loro alti prezzi, ricordando che l’Angola necessita di almeno 60.000 tonnellate di fertilizzanti agricoli all’anno.

    “La nostra seconda indipendenza si verificherà quando il Paese avrà una dotazione di fabbriche di fertilizzanti capaci di soddisfare il fabbisogno nazionale, producendo concimi diversi in base alle diverse caratteristiche delle regioni agro-climatiche del paese”, ha detto il ministro angolano.

    Uno dei maggiori problemi che ostacolano lo sviluppo dell'agricoltura, ha sottolineato ancora de Assis, ha a che fare con le difficoltà del flusso di prodotti a causa del gap infrastrutturale e dello scarso accesso ai mercati, creando gravi distorsione nell’area del commercio, della distribuzione e dei trasporti.

    “In sintesi - ha concluso il ministro dell’Agricoltura angolano - la sfida principale del settore è la sostenibilità dell’economia nazionale”. [MV]

  • Mozambico Free

    Sasol restituisce licenza esplorativa gas naturale

    MOZAMBICO - Il gruppo petrolchimico sudafricano Sasol ha comunicato di voler restituire al governo di Maputo una licenza per l’esplorazione del gas naturale al largo della provincia centrale di Sofala in Mozambico.

    “Sasol restituirà nella sua interezza il blocco 16/19 al governo del Mozambico - si legge in una nota diffusa dal gruppo - A tal fine, una comunicazione di recesso è già stata inviata alle autorità mozambicane interessate”.

    La restituzione della licenza rientra in una strategia che punta alla cessione di asset non strategici per far fronte alle difficoltà economiche e ripagare il debito aziendale evitando una potenziale voragine da due miliardi di dollari.

    La licenza esplorativa del blocco 16/19 era stata assegnata a Sasol nel 2005, ma nel 2013 il gruppo sudafricano aveva restituito i diritti relativi alle risorse in acque profonde ritenendo la loro estrazione non fattibile da un punto di vista commerciale e conservando la licenza per l’esplorazione delle risorse in acque poco profonde - fino all’odierna decisione di restituirla al governo.

    In Mozambico il gruppo sudafricano mantiene invece i diritti per l’estrazione di idrocarburi nei blocchi onshore di Pande e Temane nella provincia di Inhambane. [MV]

  • Malawi Free

    Banca Mondiale e Ue a sostegno settore energetico

    MALAWI - Banca Mondiale e Unione Europea si impegneranno per lo sviluppo del settore energetico in Malawi. In un'intervista con l’agenzia di stampa del Malawi (Mana) il responsabile  della Banca mondiale per il Malawi, Greg Toulmin, ha dichiarato che l’impegno della Banca in Malawi è progettato per supportare il miglioramento dell’accesso all’elettricità, la sicurezza dell'approvvigionamento e la redditività del settore. “L’agenda mira a generare fiducia degli investitori e a mobilitare finanziamenti competitivi su larga scala per progetti di energia rinnovabile”, ha affermato Toulmin. Toulmin ha affermato che l’accesso all’elettricità sarà rafforzato attraverso assistenza tecnica e finanziamenti per l’estensione e la densificazione della rete, il solare off-grid e lo sviluppo di mini-grid.  Pari impegno è stato promesso dall’incaricato di affari europeo, Ivo Hoefkens, il quale ha fatto riferimento all’External Investment Plan dell’Unione Europea. [MS]
  • Sudafrica Free

    Le sofferenze della Land Bank un'altra tensione per le...

    SUDAFRICA - La banca centrale del Sudafrica ha emesso una garanzia di 3,45 miliardi di rand (pari a circa 200 milioni di dollari) per salvare la Corporation for Public Deposits (Cpd), un braccio di investimento governativo colpito dall'impennata delle inadempienze registrate dalla statale Land Bank. La questione aggiunge un’ulteriore elemento di tensione alle finanze statali proprio mentre il governo è impegnato a sostenere la Eskom, utility energetica, e la compagnia aerea di bandiera.  La Land Bank, secondo informazioni fornite dalla stessa Cpd, nel corso del 2019/2020 ha registrato perdite per 2,8 miliardi di rand. Il salvataggio si era reso necessario per ripianare le perdite e ripianare le riserve ormai a zero. [MS]
  • Angola Free

    Nuovi aerei alla TAAG, ma il covid frena l'espansione

    ANGOLA – È arrivato in Angola il primo dei sei aerei Dash 8 di fabbricazione canadese acquistati dalla compagnia di bandiera, la TAAG. Secondo Rui Carreia, presidente del Consiglio d’amministrazione della TAAG, gli altri velivoli dovrebbero essere consegnati entro fine ottobre dalla Havilland of Canada Ltd, che nel 2019 ha ricomprato il marchio alla Bombardier. La transazione fa parte del piano di rinnovamento della flottiglia della compagnia aerea di bandiera. Decisa prima della pandemia di covid-19, la strategia prevedeva l’apertura di nuove linee regionali e domestiche. Un traguardo che, per il momento, non può essere realizzato. I Dash 8 – 400 sono aeroplani a corto raggio considerati moderni ed efficienti. L’acquisto da parte della compagnia angolana è costato circa 118 milioni di dollari allo Stato. Finora la TAAG aveva 13 velivoli, quasi tutti Boeing. La compagnia copre 17 destinazioni domestiche e 26 destinazioni internazionali. [CC]