GuineaLiberia

Intesa con società di Singapore per trasporto ferro dalla Guinea

LIBERIA – Il governo della Liberia ha firmato un memorandum d’intesa con la società si Singapore Al Khaldiya Mining Private Ltd per il trasbordo di minerale di ferro dalla vicina Guinea; l’operazione dovrebbe consentire di generare un volume di diversi milioni di dollari per il Paese. 

(178 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Occidentale

  • Ghana Free

    Tecnologie dell’informazione traino dell’economia

    GHANA - E’ stato il settore delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT) a trainare la crescita dell’economia ghanese nel primo trimestre di quest’anno.

    Secondo quel che si apprende da uno studio di Standard Bank, il settore è cresciuto infatti del 77% su base annua contribuendo in larga parte a comporre il tasso di crescita del 4,9% registrato complessivamente dall’economia nazionale del Ghana nel periodo preso in esame.

    Lo studio prosegue osservando che l'espansione del settore delle ICT è previsto possa continuare senza ostacoli anche per tutto il resto dell’anno in corso alla luce delle misure di distanziamento fisico introdotte per contrastare la diffusione della pandemia di covid-19.

    “Il Ghana ha il secondo più alto tasso di penetrazione dati in Africa sub-sahariana e il mercato di mobile-money in più rapida crescita nel continente. Anche la scena delle start-up tecnologiche sta crescendo rapidamente nel Paese: dato il limitato impatto economico su questo settore durante la pandemia, prevediamo che la crescita nel settore delle ICT rimarrà senza ostacoli anche nei trimestri successivi”, si legge nello studio. [MV]

  • Benin Free

    Cotone, Benin si conferma primo produttore continentale

    BENIN - I dati preliminari diffusi dal ministero dell’Agricoltura conferma che anche quest’anno il Benin si conferma prima Paese produttore di cotone in Africa.

    A darne notizia sono i media locali citando un comunicato del consiglio dei ministri di Porto-Novo, da cui emerge che nella stagione 2019-2020 la produzione di cotone raggiungerà un valore minimo di 714.714 tonnellate, circa 2000 tonnellate in più della stagione precedente.

    Si tratta del quinto aumento consecutivo della produzione, che conferma per il secondo anno il primato del Benin a livello continentale.

    Negli ultimi 4 anni, il Benin ha fatto raddoppiare la produzione e ha superato tutti i produttori della regione, incluso il Mali, ex primo produttore africano.

    La gestione del settore di produzione di cotone è attualmente guidata dal settore privato. [MV]

  • Costa Avorio Free

    Deceduto il primo ministro, era candidato alle...

    COSTA D’AVORIO - Il primo ministro ivoriano Amadou Gon Coulibaly è deceduto ieri in serata, dopo essersi sentito male nel corso di una riunione del governo.

    A comunicarlo è stato il presidente Alassane Ouattara, rilasciando una dichiarazione ufficiale: “Rendo onore al mio fratello più giovane, al mio figlio Amadou Gon Coulibaly, che è stato per 30 anni il mio collaboratore più vicino; saluto la memoria di uno statista di grande lealtà, devozione e amore per la patria”.

    Ricopriva l’incarico di primo ministro della Costa d’Avorio dal gennaio 2017 ed era stato scelto dal partito di maggioranza come candidato alle presidenziali di ottobre, per fare da successore a Ouattara che ha annunciato di non correre per un terzo mandato.

    Gon Coulibaly, che era tornato solo la settimana scorsa dalla Francia dove era stato ricoverato per circa due mesi a causa di problemi cardiaci dopo aver ricevuto nel 2012 un trapianto di cuore, aveva 61 anni ed era considerato uno dei favoriti nelle elezioni presidenziali, che ora diventano più incerte. E ora ci sono analisti che non escludono che lo stesso Ouattara possa decidere di ripresentarsi per un terzo mandato. [MV]

  • Nigeria Free

    Riaperti alcuni aeroporti per voli interni

    NIGERIA - La Nigeria ha ripreso i voli interni oggi dopo una pausa di circa tre mesi. Le misure restrittive erano state imposte per frenare la diffusione del coronavirus. Gli aeroporti della capitale, Abuja, e della capitale economica Lagos sono stati riaperti. Un secondo gruppo di aeroporti aprirà l'11 luglio e il resto riprenderà i voli il 15 luglio. La ripresa dei voli è l'ultimo passo del governo per riaprire la più grande economia africana, che è stata colpita duramente dai bassi prezzi del petrolio. Nelle ultime settimane l’esecutivo ha revocato il divieto di viaggiare da uno Stato all'altro, ha permesso ad alcuni alunni di tornare a scuola e ha permesso l'apertura di luoghi di culto. [MS]
  • Senegal Free

    In netto aumento gli sbarchi di pescato

    SENEGAL - Nel primo trimestre del 2020, gli sbarchi di pescato si sono consolidati del 26,5%. Secondo il Dipartimento di previsioni e studi economici (Dpee) senegalese, questa situazione è attribuibile sia all’aumento delle catture artigianali (+36,9%) che di quelle industriali (+ 46,7%). A Ziguinchor, secondo il documento, l’aumento è stato favorito dalle condizioni meteorologiche favorevoli, dall’aumento delle forze in campo, dal rinnovo delle licenze concesse dalla Guinea Bissau e dalla sovvenzione all’acquisto di motori fuoribordo concessa dal governo. Per quanto riguarda la regione di Dakar, l’aumento è legato alla fine di alcune misure restrittive (riposo biologico e chiusura della pesca notturna) e dall'afflusso di canoe da FassBoye e Guet Ndar-Saint Louis a causa dell'abbondanza di pesce. Lo stesso vale per la regione di Thiès. [MS]
  • Nigeria Free

    Banda larga per sostenere digitalizzazione

    NIGERIA - Una non meglio specificata compagnia internazionale delle telecomunicazioni intende posare 160 chilometri di rete in fibra ottica nello stato sud-occidentale nigeriano di Ekiti.

    A renderlo noto è stato il consigliere speciale del governo locale dello stato di Ekiti per gli investimenti, Akin Oyebode, precisando che la nuova rete in fibra ottica sarà utilizzata per sostenere il progetto attualmente in fase di sviluppo dell’Ekiti Knowledge Zone, che si propone come il primo parco in Nigeria dedicato alle tecnologie dell’informazione dedicato alle imprese del settore dei servizi.

    Secondo quel che viene inoltre riportato dai media che ne danno notizia, l’installazione della rete in fibra ottica consentirà la diffusione della banda larga in tutto il territorio dello stato di Ekiti, favorendo la digitalizzazione per offrire un migliorato accesso a servizi sanitari e dell’istruzione, creare nuove opportunità imprenditoriali e posti di lavoro. [MV]