Guinea Equatoriale

Oil&Gas, rese note aziende pre-selezionate per progetti industriali e infrastrutture

GUINEA EQUATORIALE – Sono state rese note le aziende pre-selezionate per una serie di progetti per lo sviluppo di idrocarburi, nell’ambito dell’Anno degli investimenti in Guinea Equatoriale.

(246 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Centrale

  • Camerun Free

    Decolla il prezzo dei pomodori

    CAMERUN - L'epidemia di coronavirus ha portato al crollo della produzione e a un forte aumento dei prezzi dei pomodori. Prima della diffusione del virus, una cassa costava 2.000 franchi Cfa (circa tre euro), oggi ne costa 12.000. Fino a quattro mesi fa, i coltivatori di pomodori, oltre a rifornire il mercato interno, esportavano infatti in Ciad, Nigeria, Repubblica Centrafricana, Gabon e Guinea Equatoriale. La diffusione del Covid-19 ha bloccato le esportazioni. I contadini sono stati quindi costretti a vendere solo sul mercato locale. Ciò ha causato un aumento dell'offerta, una diminuzione della domanda e il conseguente drastico calo dei prezzi dei pomodori. Le perdite per i produttori sono state enormi. Tanto che hanno così deciso di fermare la produzione. Ora la situazione si è invertita. Per rilanciare il comparto, che genera quasi 600.000 posti di lavoro, il governo del Camerun ha promesso uno stanziamento di almeno due miliardi di franchi Cfa. [EC]
  • Ciad Free

    Debiti, dal governo richiesta di congelamento alla...

    CIAD - Il governo ciadiano ha chiesto a Glencore Plc di sospendere per quest’anno i pagamenti del suo prestito contratto sulla base della formula petrolio in cambio di soldi.  Dopo aver ottenuto lo scorso giugno la rinuncia a 61 milioni di dollari di crediti avanzabili nei suoi confronti, il Ciad ha ora chiesto a quello che è considerato il maggior trader globale di commodities, di congelare quanto dovuto per quest’anno.  La notizia è stata riferita da Bloomberg che però non è riuscita ad avere commenti dai diretti protagonisti della vicenda. Non è nemmeno chiaro se Glencore accetterà la richiesta. La Glencore, sostenuta da alcune banche, tra il 2013 e il 2014 aveva concesso crediti al Ciad per 2 miliardi di dollari; il prestito era andato in particolare alla Société des hydrocarbures du Tchad e aveva portato a una partecipazione della Glencore nel progetto petrolifero della stessa società sostenuta. Il crollo del prezzo del petrolio ha poi costretto il Ciad a ristrutturare quel debito per due volte.  Lo scorso anno il Ciad con pagamenti in petrolio aveva ripagato 95 milioni di dollari; quest’anno dovrebbe ripagare 115 milioni di dollari. Con modalità simili, ma pagando con capi di bestiame, Ndjamena ha trovato accordi di finanziamento con l’Angola ed è ora in trattative con la Guinea Equatoriale. [MS]
  • Camerun Free

    Operazione "Bamenda clean" contro i separatisti

    CAMERUN – Un’operazione militare alla ricerca di miliziani separatisti è scattata qualche giorno fa a Bamenda, capoluogo della regione del Nordovest ed epicentro della ribellione separatista. L’operazione è battezzata “Bamenda clean”, Bamenda pulita.   Centinaia di soldati sono dispiegati in città dall’8 settembre. Testimonianze locali riferiscono il clima di paura calato su Bamenda, dove i militari setacciano le abitazioni dei residenti in cerca di presunti ribelli. Si fa sentire il timore di abusi sulla popolazione, troppo spesso amalgamata con i ribelli. Secondo alcuni racconti di abitanti alla stampa, i soldati si stanno già macchiando di alcuni reati ai danni di innocenti, come il saccheggio nelle case.   Il conflitto tra il governo centrale e la ribellione separatista anglofona dura da tre anni. I camerunesi anglofoni rappresentano circa il 20% della popolazione. La ribellione armata è nata da rivendicazioni contro la marginalizzazione di cui si sentono vittime.   Nella morsa della violenza dei miliziani armati e dei militari, la popolazione civile, costretta a fuggire, e l’economia delle regioni del Nord e dell’Ovest del Camerun. Secondo dati del 2019, oltre alla fuga di circa 500.000 persone, la crisi nelle aree anglofone ha annientato le attività di una ventina di imprese, con perdite di circa 450.000 milioni di dollari.[CC]
  • Gabon Free

    Convalidato arresto sindaco di Libreville

    GABON - Il sindaco di Libreville, Léandre Nzue, è stato imprigionato martedì sera nel carcere di Libreville a seguito di nove capi di accusa contro di lui convalidati dal pubblico ministero, André Patrick Roponat. Nzue era in stato di fermo già dalla scorsa settimana, in seguito a un interrogatorio tenuto dai servizi di intelligence.  Le accuse di cui deve rispondere vanno da sospetta associazione a delinquere, appropriazione indebita di fondi pubblici, a riciclaggio di denaro, estorsione e corruzione. In carcere Nzue è stato raggiunto da cinque dei suoi collaboratori.  Nzue era stato eletto sindaco di Libreville il 6 ottobre del 2018. [MS]
  • Camerun Free

    Assegnazione appalti pubblici solo online dal 2023

    CAMERUN - Il procedimento per l'aggiudicazione degli appalti pubblici in Camerun dovrebbe essere svolto esclusivamente online a partire dall'inizio del 2023.

    A dirlo è stato il ministro presso la Presidenza della Repubblica delegato agli Appalti pubblici, Ibrahim Talba Malla, pur riconoscendo le numerose carenze che tuttora persistono nel sistema.

    Nell'ambito della strategia per lo sviluppo dell’economia digitale, che mira a digitalizzare tutti i principali aspetti del processo della governance pubblica, il governo camerunese ha lanciato nel 2018 una piattaforma per gestire il processo di aggiudicazione e monitoraggio dei contratti governativi denominata Cameroon Online E-procurement System (COLEPS).

    Intenzione del governo è ora assicurarsi che tutte le attrezzature necessarie siano disponibili e che chi le gestisce ottenga la formazione migliore per l’aggiornamento delle proprie competenze tecniche e professionali in modo da trovarsi pronti per l’appuntamento del 2023. [MV]

  • Ciad Free

    Fondi extra per progetto umanitario Parca

    CIAD - Fondi per 75 milioni di dollari sono stati concessi dalla Banca Mondiale al Ciad nell’ambito di progetti di natura umanitaria. In particolare, i fondi serviranno a espandere i progetti di supporto ai rifugiati e alle comunità ospitanti che vanno sotto il cappello del Refugees and Host Communities Support Project (Parca). Secondo Rasit Pertev, Country Manager della Banca Mondiale per il Ciad, “questo progetto aumenterà in modo significativo la copertura per i rifugiati e le famiglie ciadiane povere e vulnerabili. Si stima che altre 495.000 persone potrebbero beneficiare da trasferimenti di denaro, attività di inclusione produttiva e misure di sostegno, accesso ai servizi sociali”.  Questo finanziamento aggiuntivo contribuirà a migliorare l’accesso ai servizi sanitari e educativi, nonché ai trasferimenti di denaro o ai programmi che supportano le attività produttive, e ad espandere l’area di copertura per includere altre quattro province (Wadi-Fira, Mandoul, Ennedi-Est e Moyen Chari ) oltre alle tre province già sostenute da Parca (Logone Oriental, Ouaddai e Lac). [MS]