Mali

Elezioni parlamentari: Rpm in calo, Adema in salita e Urd resta prima forza d’opposizione

MALI – Il ministero dell’Amministrazione territoriale ha reso noto ieri i risultati completi provvisori delle elezioni Parlamentari svoltesi in due turni, il 29 marzo e il 19 aprile.

(183 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Occidentale

  • Nigeria Free

    Minerario, verso ripresa progetti Ajaokuta e Niomco

    NIGERIA - Il ministro delle Miniere, Olamilekan Adegbite, ha lasciato intendere che la ripresa dei progetti della Ajaokuta Steel Company e della National Iron Ore Mining Company (Niomco) porterà ad investimenti per circa 1,45 miliardi di dollari.  Adegbite, che ha parlato durante un briefing con i media ad Abuja, ha affermato che il fondo sarà fornito dal Russian Export Center e dalla Nigeria Export-Import Bank (Neximbank). La prima metterà a disposizione 450 milioni di dollari per il progetto, mentre la nigeriana Neximbank fornirà il restante miliardo. I progetti non avranno finanziamenti del governo, quest’ultimo ha però chiesto il rispetto di una quota del 60% di local content. [MS]
  • Ghana Free

    Competizione elettorale si scalda, ticket rosa per...

    GHANA - Comincia a entrare nel vivo la competizione elettorale in Ghana, in vista delle elezioni presidenziali del prossimo mese di dicembre. L'ex capo di Stato John Mahama, candidato del principale partito di opposizione, ha dichiarato di aver scelto Jane Naana Opoku-Agyeman quale sua vice-presidente.  Opoku-Agyeman è diventata così la prima donna ad avere un ticket presidenziale per un importante partito del Ghana.  Alle elezioni del 7 dicembre, Mahama (capo di Stato dal 2012 agli inizi del 2017) sfiderà l’attuale presidente Nana Akufo-Addo, che lo aveva sconfitto al voto tenutosi alla fine del 2016.  Opoku-Agyeman, 69 anni, è un ex ministro dell’Educazione e docente universitaria. Nel 2008 è diventata la prima vice rettrice donna dell’Università di Cape Coast. [MS]
  • Ghana Free

    Un nuovo portale sui progetti infrastrutturali...

    GHANA - La Commissione nazionale per la pianificazione dello sviluppo (NDPC) ha lanciato ufficialmente un nuovo portale online dove saranno elencati i progetti infrastrutturali esistenti in Ghana.

    Ad annunciarlo è stato il direttore generale della NDPC, Kodjo Mensah-Abrampa, sottolineando come i dati contenuti nel portale favoriranno l’analisi socio-economia e i processi decisionali a tutti i livelli di governo.

    Denominato ‘Ghana Integrated Infrastructure Database’ (GIID), il portale è stato sviluppato attraverso un’architettura open source con funzionalità che supportano l'accessibilità e l'utilizzo dei dati offline e online in collaborazione con il programma Ghana Oil and Gas for Inclusive Growth (GOGIG), finanziato dal governo britannico.

    Maggiori informazioni possono essere ottenute visitando il sito internet www.giidapp.org. [MV]

  • Niger Free

    Sostegno dell’IFAD per sicurezza alimentare

    NIGER - Sono pari a 77,7 milioni di euro i fondi stanziati dal Fondo internazionale per lo sviluppo agricolo (IFAD) a favore del governo di Niamey per finanziare un progetto destinato a contrastare gli shock climatici e l’insicurezza alimentare.

    Denominato Progetto per rafforzare la resilienza delle comunità rurali all'insicurezza alimentare e nutrizionale (PRECIS), il programma si rivolge a circa 210.000 residenti nelle aree rurali del Niger con l’obiettivo di aumentare la produttività agricola e passare da una produzione di passare dalla sussistenza alla commercializzazione, riducendo in questo modo la povertà e migliorando la sicurezza alimentare e nutrizionale nelle zone rurali.

    “Il PRECIS arriva al momento giusto - ha detto il direttore nazionale di IFAD in Niger, Jakob Tuborgh - La pandemia di covid-19 rappresenta una minaccia per gli obiettivi del governo di riduzione della povertà; questo nuovo progetto affronterà le principali problematiche dell'insicurezza alimentare e nutrizionale in Niger e creerà posti di lavoro per i giovani nelle aree rurali, contribuendo nel contempo a numerosi obiettivi di sviluppo sostenibile”.

    Al finanziamento del progetto contribuirà inoltre lo stesso governo del Niger con 26,3 milioni di euro, mentre sono in fase di perfezionamento accordi per un cofinanziamento aggiuntivo di circa 63 milioni di euro da parte di altri partner di sviluppo.

    Il progetto sarà attuato nelle regioni di Dosso, Maradi, Tahoua e Zinder e raggiungerà 186 comuni. [MV]

  • Burkina Faso Free

    Una protezione speciale per il cappello di Saponé

    BURKINA FASO - Una protezione speciale sarà garantita dal governo del Burkina Faso al celebre cappello di Saponé. Realizzato con paglia, questo oggetto artigianale è stato per secoli l’orgoglio degli abitanti del comune di Saponé (situato a circa 30 km a sud della capitale).  D’ora in poi, un logo sarà apposto su tutti i cappelli prodotti a Saponé: l’obiettivo è quello di limitare le contraffazioni di questo cappello di paglia, di forma conica e decorato con pelle. Altro scopo è quello di rafforzare in questo modo la filiera locale legata a questa produzione artigianale, valorizzare il lavoro degli artigiani e delle cooperative di Saponé e difendere la rendita di circa 100 famiglie. [MS]
  • Mali Free

    Keita propone governo di unità nazionale

    MALI - Il capo di Stato maliano Ibrahim Boubacar Keita ha proposto un governo di unità nazionale per risolvere una crisi politica condita anche da proteste di piazza. Lo scorso sabato, Keita ha incontrato a Bamako i rappresentanti dei partiti che compongono la sua maggioranza proprio per aprire alla possibilità di un governo di grandi intese in grado di impegnarsi sul tavolo delle riforme. Stretto nella morsa di un generale stato di insicurezza accompagnato dal mancato sviluppo economico, il Mali deve nel breve termine risolvere il futuro della Corte Costituzionale (quattro dei nove componenti hanno presentato le dimissioni) e il caso dell’Assemblea Nazionale con 31 deputati dichiarati vincitori della stessa Corte costituzionale dopo che erano stati apparentemente battuti sul campo.  I partiti di maggioranza, ha riferito Tieman Hubert Coulibaly, ex ministro degli Esteri e oggi alla guida di una raggruppamento di riferimento all’interno della maggioranza, in dichiarazioni rilasciate alla stampa ha già fatto intuire che il suggerimento di Keita sarà accolto. Da capire cos invece ne pensano le opposizioni. [MS]