Tanzania

Investimenti per servizi e infrastrutture nei porti di Zanzibar

TANZANIA – Sono circa tre milioni di euro i fondi investiti per il miglioramento delle infrastrutture e dei servizi nei porti di Zanzibar, arcipelago della Tanzania con un’intensa attività commerciale e turistica.

(148 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Orientale

  • Africa OrientaleRwandaTanzaniaUganda Free

    Rwanda, Tanzania e Uganda uniscono le Borse valori

    AFRICA ORIENTALE - Rwanda, Tanzania e Uganda collegheranno elettronicamente le loro Borse valori. Grazie a un progetto finanziato dalla Banca mondiale, sarà quindi possibile operare come se ci fosse mercato unico, riducendo i costi e i tempi di negoziazione di azioni di società quotate su mercati transfrontalieri. La piattaforma tecnologica che unirà le tre piazze si chiama Eac Capital Markets Infrastructure (Cmi) e permetterà di acquistare e vendere azioni di società quotate in uno qualsiasi dei Paesi senza passare attraverso agenti di cambio diversi e aumenterà la liquidità a favore dei mercati. Al progetto, uno dei passi fondamentali per integrare le economie locali verso la creazione di una moneta unica, si è lavorato per più di cinque anni, un periodo lunghissimo dovuto alle controversie sui pagamenti con il fornitore del software e alla mancanza di integrazione tra il software Cmi e i sistemi commerciali degli Stati partecipanti. Tutto dovrebbe essere pronto entro la fine di questo mese e il lancio è previsto non oltre dicembre. [EC]
  • Kenya Free

    Piano quinquennale per settore lattiero-caseario di...

    KENYA - La contea di Nakuru, in Kenya, ha lanciato un piano strategico quinquennale per la filiera del latte. Immaculate Njuthe Maina, dirigente per l’Agricoltura, l’allevamento e la pesca, ha affermato che il piano strategico è fondamentale per l’allineamento dei programmi di sviluppo lattiero-caseario poiché la contea cerca di sviluppare una solida catena del valore del latte. “Il piano strategico è di fatto una tabella di marcia per guidare la direzione nella progettazione e definizione di interventi per migliorare le prestazioni del settore lattiero-caseario nella contea”, ha affermato Maina. Il piano, che durerà dal 2019 al 2023, affronterà anche la qualità e la sicurezza dei prodotti lattiero-caseari, la bassa produzione di latte, mercati inefficienti e prezzi di mercato instabili, pratiche di utilizzo del suolo inadeguate e perdite post-raccolta di prodotti lattiero-caseari. La produttività media a Nakuru è stimata in sette litri di latte per vacca al giorno e la produzione media per lattazione è di 2.100 litri. Una media bassa se comparata alla produttività globale di 42 litri per giorno e 12.000 litri per periodo di lattazione. [MS]
  • Etiopia Free

    Rinviato a giudizio uno dei principali oppositori

    ETIOPIA - E’ stato rinviato a giudizio e dovrà rispondere di terrorismo, frodi e altri reati uno dei principali esponenti dell’opposizione etiopica. Jawar Mohammed, magnate dei media datosi alla politica, comparirà oggi davanti a un tribunale e difendersi da queste accuse insieme ad altri 23 imputati. Se giudicati colpevoli rischiano l’ergastolo.  Le accuse fanno riferimento a fatti risalenti allo scorso luglio quando ad Addis Abeba e nella regione dell’Oromia scoppiarono violenze in seguito all’omicidio del cantante Hachalu Hundessa, voce delle proteste anti-governative; gli incidenti di luglio causarono la morte di oltre 180 persone.  Jawar gode di ampio supporto tra i giovani Oromo ed era tornato in Etiopia in seguito alle aperture concesse dal primo ministro Abiy Ahmed. Pur avendo, almeno all’inizio, sostenuto il nuovo corso rappresentato da Abiy, Jawar ne è diventato fiero oppositore, anche in seguito alla decisione di posporre (ufficialmente a causa del covid-19) le elezioni in programma ad agosto. [MS]
  • RwandaTanzania Free

    Commercio e frontiere, un incontro a fine mese per...

    TANZANIA / RWANDA - Si sono accordati per incontrarsi a fine mese e mettere un punto su una serie di questioni frontaliere i governi di Tanzania e Rwanda. In particolare si apriranno discussioni sui colli di bottiglia che da una parte e dall’altra impediscono a flussi commerciali di scorrere in maniera fluida.  Una delle questioni aperte, secondo la parte tanzaniana, è il rifiuto da parte ruandese di accettare i certificati covid-19 emessi dalle autorità tanzaniane con riflessi sui camion che devono attraversare il confine. Dall’altra parte il Rwanda ha esitato a utilizzare il porto di Dar es-Salaam per la presenza di eccessivi posti di blocco e per diversi casi di furto oltre che per la congestione del porto stesso.  Il primo incontro in programma si terrà via collegamento video. Il secondo sarà invece un incontro concreto da tenersi a Resumo, valico di frontiera tra i due Paesi. [MS]
  • Somalia Free

    Nominato nuovo primo ministro, ora si aspetta la...

    SOMALIA - Mohamed Hussein Roble è stato nominato nuovo primo ministro dal presidente Mohamed Abdullahi Farmajo. Il capo di Stato somalo ha dichiarato che Roble è stato scelto “sulla base delle conoscenza, dell’esperienza e della capacità di portare avanti gli sforzi per la costruzione dello Stato”. Se Roble otterrà la fiducia del parlamento, sostituirà Hassan Ali Khaire, che è stato sfiduciato dal parlamento il 25 luglio. Farmajo, in un comunicato, ha esortato il primo ministro designato a “formare immediatamente un governo capace e in grado di condurre il Paese alle elezioni. Un esecutivo che compia sforzi significativi per consolidare i guadagni in termini di sicurezza, ricostruire le forze armate, sviluppare infrastrutture, espandere i servizi di base”. Roble ha studiato ingegneria civile e in precedenza ha lavorato per l’Organizzazione internazionale del lavoro.
  • Rwanda Free

    L’ispiratore di “Hotel Rwanda” in detenzione...

    RWANDA - È stato condannato a 30 giorni di detenzione provvisoria da un tribunale di primo grado di Kigali Paul Rusesabagina, il cittadino ruandese che ispirò il film Hotel Rwanda. L’imputato, diventato oppositore al regime di Paul Kagame, è incriminato per 13 capi d’accusa, tra cui terrorismo, omicidi e seguestri di persone,  finanziamento di gruppi ribelli, incendio doloso. La polizia ruandese aveva annunciato alla fine di agosto, con sorpresa di tutti, l’arresto di Rusesabagina, che vive in esilio negli Stati Uniti e in Belgio dal 1996. I giudici hanno respinto ieri una richiesta di libertà condizionale per motivi di salute. Paul Rusesabagina ha salvato la vita a più di 1.200 persone rifugiatesi presso l’Hotel Mille Colline durante i 100 giorni del genocidio del 1994. Il governo di Kigali contesta la versione edulcorata del film hollywoodiano. Alcuni sopravvissuti, passato il genocidio, hanno messo in dubbio l’eroismo del signor Rusesabagina, accusandolo di aver approfittato delle loro sofferenze. L’imputato ha fondato nel 2018 il Movimento ruandese per il cambiamento democratico (MRCD), sospettato di avere un’ala armata, il Fronte di liberazione nazionale (FLN), un gruppo considerato terrorista da Kigali.