R.D. Congo

Oro illegale contrabbandato all’estero

RD CONGO – La produzione di oro continua a essere sottostimata e quintali di metallo prezioso, sottratti al controllo statale, vengono contrabbandati con la complicità di nazioni confinanti. A denunciarlo è un rapporto delle Nazioni Unite, secondo il quale il confine orientale è diventato un luogo di traffici per miliardi di dollari.

(220 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Centrale

  • Gabon Free

    Avvicendamento alla guida del governo, per la prima...

    GABON - Per la prima volta una donna, Rose Christiane Ossouka Raponda, ricoprirà la carica di primo ministro del Gabon. La nomina è stata ufficializzata ieri dal presidente Ali Bongo. Ossouka Raponda, 56 anni, prende il posto di Julien Nkoghe Bekale e secondo diversi osservatori avrà di fronte a sé due sfide principali: arginare gli effetti legati al calo dei prezzi del petrolio, di cui il Gabon è esportatore; affrontare le questioni legate alla pandemia di covid-19.  La nuova premier non è un volto nuovo della politica nazionale: è stata ministro del Bilancio alcuni anni fa, nel 2014 è stata eletta sindaco di Libreville, la capitale del Gabon, e nel 2019 ha ricoperto il ruolo di ministro della Difesa. [MS]
  • Ciad Free

    Impianti solari per 150 centri sanitari con l’Undp

    CIAD – Si chiama “Santé Soleil”, salute sole, il nuovo progetto che prevede l’installazione di pannelli solari in 150 centri sanitari del Ciad, con l’aiuto del Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (Undp).   Un primo dispensario comunitario nella capitale N’Djamena, quello di Ngone-Ba, è stato dotato nei giorni scorso di un sistema fotovoltaico per la produzione d’energia elettrica. In tutti i centri identificati, i sistemi solari saranno installati sul tetto o a terra.   «I sistemi solari consentiranno di migliorare gli indicatori di sanità e contribuiranno alla lotta alla mortalità materna e neonatale» ha precisato Stephen Kinloch Pichat, vice rappresentante dell’Undp in Ciad.   Per la realizzazione del progetto, l’Undp avrebbe sbloccato oltre tre milioni di dollari. [CC]
  • Gabon Free

    Moody’s rialza il rating

    GABON - L’agenzia di rating Moody’s ha complimentato il Gabon per la gestione degli arretrati del debito ha rialzato la nota sovrana a Caa1 con outlook positivo. L’agenzia statunitense sottolinea che tutti gli arretrati di debito che risalivano al 2016 sono stati saldati ad aprile 2019. Gli esperti hanno constatato che il governo ha preso provvedimenti importanti per risolvere il problema della gestione di tesoreria e che il Gabon è d’ora in poi meglio posizionato per resistere alle circostanze esterne. Il sito l’informazione La Libreville cita il ministero delle Finanze e ricorda che le riforme strutturali realizzate negli ultimi tre anni hanno stabilizzato il quadro macroeconomico alla fine del 2019. In quell’anno, la crescita economica reale ha raggiunto il 3,9%, contro lo 0,8% nel 2018. Il deficit di bilancio si è ridotto in maniera significativa, dal 6,6% del Pil nel 2016 all’1% del Pil nel 2019. «L’apprezzamento favorevole di Moody’s è un incoraggiamento alla coerenza della strategia di risposta adoperata dal governo gabonese di fronte alla crisi del covid-19. Una risposta immediata ed esaustiva, con misure drastiche tra cui la chiusura dei confini, delle scuole, dei bar, dei ristoranti e la sospensione dei voli internazionali» recita la nota del ministero. [CC]
  • Gabon Free

    Dubbi su stato di salute Ali Bongo, ufficio presidenza...

    GABON - Dubbi sullo stato di salute del presidente gabonese Ali Bongo hanno spinto lo stesso ufficio di presidenza a una reazione di un certo rilievo. I dubbi sono arrivati da un deputato francese, espressi nel corso di una sessione di domande e risposte nel parlamento a Parigi: “Il capo di Stato gabonese non ha più le capacità per guidare il suo Paese a causa del suo Stato di salute” aveva detto qualche giorno fa il deputato Bruno Fuchs attirandosi immediatamente critiche di alcuni ministri gabonesi che avevano definito quelle dichiarazioni un’ingerenza neocoloniale.  Relativamente più pacata è stata però la risposta dell’ufficio di presidenza. Il portavoce di Bongo, Jessye Ella Ekogha, ha smentito che Bongo non stia lavorando e sottolineato i buoni rapporti con Parigi. “La Repubblica francese e la Repubblica gabonese lavorano quotidianamente su diverse questioni. Ad esempio, abbiamo avuto la visita del Segretario di Stato Lemoigne qualche mese fa. Abbiamo ricevuto l’invito del presidente Emmanuel Macron a partecipare al vertice Africa-Francia che si terrà a Bordeaux, e che è stato rinviato a causa di Covid-19. Quindi le relazioni tra i due Stati sono molto buone”. Lo scorso anno Bongo è stato sottoposto a intervento ospedaliero e ha poi trascorso diversi mesi di convalescenza all’estero. Succeduto al padre, dal 2009 è presidente del Gabon. [MS]
  • Ciad Free

    Significativo rimpasto di governo

    CIAD – Un significativo rimpasto di governo è stato operato in Ciad tramite decreto presidenziale, firmato il 14 luglio. Sono 15 i membri dell’esecutivo che lasciano l’incarico, 19 i nuovi volti e 16 coloro che rimangono nella squadra. Entra come unico ministro di Stato l’ex primo ministro Kalzeubé Payimi Deubet, nominato ministro segretario generale della presidenza della repubblica. Lascia il titolo di ministro di Stato e ministro consigliere alla presidenza Nouradine Delwa Kassiré. Cambia il titolare degli Esteri, Mahamat Zene Cherif, nominato ministro della Comunicazione e sostituito da Amine Abba Siddick, l’ambasciatore del Ciad in Francia. Oumar Yaya Hissein, finora ministro della Comunicazione, esce dall’esecutivo Torna ad esistere il ministero della Pubblica sicurezza, che era stato per un periodo connesso alla Difesa, e viene affidato all’attuale ministro dell’Aviazione civile, il generale Mahamat Tahir Orozi, sostituito da Sebgue Nandeh. Fuori il ministro della Sanità, Mahamoud Youssouf Khayal, sostituito da Abdoulaye Sabre Fadoul. Alla Sanità pubblica viene nominato un altro responsabile, come segretario di Stato: l’infettivilogo Djiddi Ali Sougoudi si era fatto notare nelle ultime settimane dalle sue critiche per la cattiva gestione della crisi da coronavirus. Dimesso anche il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Abderamane Mouctar Mahamat, sostituito dal segretario generale del dipartimento, Ahmat Abakar Adjid. Il ministero del Petrolio, delle Miniere e dell’Energia viene smantellato: all’Energia è stata nominata una donna, Ramatou Mahamat Outoin, già vicedirettrice generale della Società degli idrocarburi del Ciad, mentre al Petrolio e alle risorse minerarie va l’ingegnere Oumar Torbo Djerma. Il nuovo governo conta 35 membri, quattro in più rispetto alla squadra uscente. [CC]
  • R.D. Congo Free

    Nuovo focolaio di ebola, questa volta in Equateur

    RD CONGO - Ebola è tornata a colpire la Repubblica democratica del Congo. Secondo informazioni fornite dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), almeno 50 casi sono stati registrati in una zona a ridosso del confine con la Repubblica centrafricana con almeno 20 morti.  La provincia interessata da questo nuovo focolaio epidemico è quella di Equateur in particolare; l’Oms ha avvertito che benché i numeri sono bassi, la guardia deve essere tenuta alta in considerazione dell’estensione dell’area interessata e di una mobilità umana relativamente intensa. Lo scorso mese un’epidemia di ebola in corso da tempo era stata dichiarata terminata sempre in Congo, nelle province di Ituri e Nord Kivu. In quel caso si è trattato della seconda più pesante epidemia di sempre con 3463 casi confermati e 2277 morti. [MS]