Angola

Supporto finanziario ad agricoltori familiari

ANGOLA – Il Fondo angolano per il sostegno allo sviluppo agricolo (FADA) ha stanziato una cifra pari a 26,3 milioni di dollari da destinare ai piccoli agricoltori per migliorare la produzione nel corso di questa stagione.

(110 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Australe

  • Sudafrica Free

    Mascherine chirurgiche, si indaga per corruzione

    SUDAFRICA - La Commissione sulla concorrenza indagherà su imprese e funzionari statali che hanno «gonfiato il prezzo dei dispositivi di protezione individuale» nel corso dell'epidemia di Covid-19 in corso. Le indagini fanno seguito all'aggiudicazione sospetta di dispositivi di protezione individuale da parte di una società della quale, tra l'altro, fa parte il marito del portavoce della presidenza, Khusela Diko. Un rapporto ha rivelato che la società Royal Bacha di Thandisizwe Diko ha addebitato al Dipartimento della salute di Gauteng, 3 euro per una mascherina chirurgica che, normalmente, ha un prezzo di mercato di 70 centesimi. Il commissario responsabile della concorrenza, Tembinkosi Bonakele, ha dichiarato alla televisione nazionale: “Ci siamo confrontati con il Ministero del Tesoro [nazionale] ottenendo informazioni preziose. Inoltre alcuni dipartimenti governativi si sono rivolti a noi denunciando condotte sospette. Nelle prossime ore firmerò i documenti per l'avvio di almeno 10 indagini. Spesso esiste un legame tra i funzionari pubblici e queste società. Quindi, non vanno indagate solo le aziende, ma anche i funzionari corrotti”. Nel frattempo, la portavoce della presidenza, Khusela Diko, e suo marito, Madzikane Thandisizwe Diko, dopo aver chiesto un periodo di aspettativa, hanno dichiarato: «Ci rammarichiamo profondamente che gli sforzi per guadagnarsi da vivere onestamente e migliorare il benessere della nostra gente siano ora impantanati in questioni giudiziarie”. [EC]
  • Sudafrica Free

    Bando di gara di Eskom per sistema di accumulo di...

    SUDAFRICA - La compagnia elettrica sudafricana Eskom ha avviato il procedimento di gara per la progettazione e la costruzione di un sistema di accumulo di energia a batterie (BESS) da installare nella sottostazione di Skaapvlei a Vredendal, nella provincia del Capo occidentale.

    Lo riportano i media locali, precisando che il sistema dovrebbe avere una potenza minima di 80 MW e una capacità energetica di 320 MWh.

    L’installazione del sistema BESS rientra in un piano più ampio di sostituzione degli impianti per la gestione delle forniture.

    Obiettivo di Eskom è riuscire ad assegnare l’incarico entro la fine dell’anno, grazie anche ai finanziamenti per il progetto ottenuti dalla Banca mondiale, dalla Banca africana di sviluppo (AfDB) e dalla New Development Bank.

    L’azienda aggiudicataria dovrà completare il progetto entro un periodo di sette mesi o anche prima. Le offerte per partecipare alla gara potranno essere inviate entro l’11 settembre 2020. Maggiori informazioni possono essere ottenute consultando l’avviso di gara qui in allegato. [MV]

  • Sudafrica Free

    Sasol cerca sviluppatori per due impianti fotovoltaici

    SUDAFRICA - Sasol ha invitato ieri le aziende internazionali a partecipare a un processo di richiesta di proposte (RFP, Request for Proposals) per lo sviluppo di due impianti fotovoltaici(PV) da 10 MW in modalità di Indipendent Power Producer (IPP).

    Lo riferisce la stampa sudafricana, precisando che gli offerenti hanno tempo fino a ottobre per presentare le proprie offerte per lo sviluppo dei due impianti fotovoltaici uno a Secunda, Mpumalanga e un altro a Sasolburg, nel Free State.

    Il responsabile della sostenibilità di Sasol, Hermann Wenhold, ha dichiarato: “Siamo entusiasti di lanciare la RFP, che fa parte della nostra più ampia aspirazione di riduzione delle emissioni di gas serra (GHG) e ci fa avanzare verso l’obiettivo di riduzione delle emissioni di GHG del 10 percento entro il 2030"

    A maggio, Sasol aveva invitato le aziende del settore a presentare offerte per la fornitura di energia rinnovabile ai propri stabilimenti in Sudafrica. La società aveva fatto sapere all'epoca di aver commissionato a produttori indipendenti di energia (IPP) la fornitura di 600 megawatt (MW) di energia elettrica rinnovabile.

    I partecipanti alla gara dovranno progettare, finanziare, costruire, gestire, mantenere e possedere gli impianti solari fotovoltaici e le relative infrastrutture di connessione per fornire 10 MW di energia a ognuno degli impianti di Sasol. In cambio il produttore venderebbe l’energia a Sasol nell'ambito di un accordo di acquisto di energia a lungo termine.

  • Sudafrica Free

    Toyota investe sulla prima macchina ibrida prodotta in...

    SUDAFRICA – La prima automobile ibrida prodotta in Africa uscirà nel 2021 dalle linee di produzione della Toyota Sudafrica. Lo ha annunciato Andrew Kirby, CEO della filiale sudafricana del costruttore coreano, citato su questo punto anche dal ministro del Commercio e dell’Industria Ebrahim Patel, durante la votazione del bilancio del suo dipartimento. Kirby ha precisato che il motore ibrido verrà montato sul futuro nuovo modello della Toyota, sostitutivo della corolla sedan, la cui produzione è terminata all’inizio dell’anno presso la fabbrica di Durban. Per implementare la linea produttiva del nuovo modello con tecnologia “hybrid synergy drive”, l’azienda intende investire 2,5 miliardi di rand, pari a quasi 124 milioni di euro. L’iniziativa è stata ben accolta dalla rappresentante per lo sviluppo economico del KwaZulu Natal, Nomusa Dube-Ncube. La responsabile governativa ha salutato il coraggio dei vertici di Totoya Sudafrica in un periodo difficile per l’industria automobilistica a causa delle restrizioni imposte dal coronavirus. Ha ricordato la partnership tra il governo e l’azienda per la creazione della zona economica speciale dedicata alla filiera automotive, l’Automotive Supplier Park che si dovrebbe costituite nell’area meridionale di Durban. [CC]
  • MalawiMozambico Free

    Gara internazionale per progetti di interconnessione...

    MOZAMBICO/MALAWI - Una gara internazionale è stata indetta dal governo del Mozambico per la realizzazione di una linea di trasmissione elettrica col vicino Malawi.

    Lo riferisce la stampa mozambicana, citando fonti del ministro dell’Energia, precisando che la gara mira a  selezionare l'appaltatore che costruirà la linea di trasmissione elettrica a 400 kV che collega Mozambico e Malawi.

    La linea avrà una lunghezza di 220 chilometri - 145 chilometri all'interno del Mozambico e 75 chilometri all'interno del Malawi.

    I media mozambicani evidenziano che la linea ha già garanzie di finanziamento di 127 milioni di dollari statunitensi da parte della Banca mondiale, del governo norvegese e della cooperazione tedesca (attraverso la Banca tedesca per lo sviluppo KfW).

    Da parte sua, Joao Catine, il funzionario della società elettrica pubblica mozambicana, EDM, responsabile del progetto della linea di trasmissione, ha dichiarato che un'altra gara pubblica internazionale sarà lanciata "a giorni" per selezionare un appaltatore per costruire una nuova sottostazione elettrica per aumentare la tensione nel sistema di alimentazione centro-nord a 400 kV e con una capacità di 500 MVA.

    "Questa energia è sufficiente a soddisfare la domanda a breve e medio termine in Malawi", ha affermato Catine. "La conclusione di tutte le procedure per la selezione dei due contraenti è prevista per dicembre".

    I lavori sulla linea elettrica dovrebbero iniziare nel marzo 2021 e la conclusione è prevista per marzo 2023. Catine ha aggiunto che la Banca tedesca per lo sviluppo supporterà anche EDM nell'installazione di cavi in ​​fibra ottica lungo la linea di interconnessione regionale e lungo altre due linee di trasmissione ad alta tensione nel Mozambico centrale.

    Il governo tedesco sta fornendo 30 milioni di euro (circa 35 milioni di dollari USA) per il progetto di interconnessione regionale e per rafforzare le comunicazioni interne lungo le linee di trasmissione dell'EDM. La Banca mondiale ha fornito 42 milioni di dollari e il contributo del governo norvegese è di 24 milioni di dollari, incanalati tramite la Banca mondiale. Questi tre accordi di finanziamento sono entrati in vigore a partire da questo mese.

    Il progetto di interconnessione collegherà il Malawi al Sud Africa Power Pool (SAPP), che coordina la pianificazione e il funzionamento dei sistemi di alimentazione elettrica tra i suoi servizi membri. Garantirà la diversificazione delle forniture di elettricità del Malawi, consentirà al Malawi di partecipare al mercato elettrico regionale.

    Gli accordi tra EDM e la Malawian Electricity Company (Escom) sono stati firmati nell'aprile 2019 a Blantyre.

  • Angola Free

    Sostegno economico UE per contrastare crisi

    ANGOLA - Ulteriori 20 milioni di euro sotto forma di fondi a dono per finanziare le misure necessarie ad alleviare l’impatto sull’economia angolana causato dalle conseguenze della pandemia di covid-19: a tanto ammonta il supporto addizionale approvato dall’Unione Europea a favore del governo di Luanda.

    A darne notizia sono i media locali, dai quali si apprende che ad annunciare lo stanziamento approvato da Bruxelles è stato l’ambasciatore uscente dell’Unione Europea a Luanda, Tomas Ulciny, al termine della sua missione di quattro anni a Luanda e in procinto di assumere l’incarico come inviato speciale della Repubblica Ceca nel Sahel.

    “L’Angola fa parte del nostro programma di sostegno al bilancio e l'Unione europea ha previsto un finanziamento di ulteriori 20 milioni di euro per un'area che sarà scelta dal governo”, ha detto Ulciny aggiungendo che il valore dello stanziamento può essere anche aumentato.

    Per il diplomatico europeo, oltre al valore strettamente economico, questa donazione mostra “la fiducia dell'Unione europea nelle riforme in Angola” e rappresenta un riferimento per le istituzioni finanziarie internazionali. [MV]