Uganda

Lago Vittoria, riprende la pesca illegale

UGANDA – Sul Lago Vittoria sta tornando la pesca illegale. Un fenomeno antico che, si sperava, fosse scomparso. Tre anni fa, infatti, le autorità di Kampala avevano schierato l’esercito per fermare i pescatori di frodo. Un provvedimento che aveva dato risultati positivi. Secondo il ministero dell’Agricoltura, in questi ultimi mesi il numero di pesci era aumentato del 40%.

(171 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Orientale

  • Uganda Free

    Cresce il debito pubblico

    UGANDA - Il debito pubblico ugandese è cresciuto del 20,5% tra giugno 2019 e giugno 2020. Lo ha annunciato la Bank of Uganda, secondo la quale la crescita è legata ai debiti sostenuti per far fronte l'impatto dell'epidemia di Covid-19. I dettagli sono contenuti nel rapporto di settembre sullo stato dell'economia redatto dagli economisti dell'istituto centrale. Gli esperti dell'istituto sostengono che il governo ha preso in prestito 6,362 miliardi di scellini (un milione e mezzo di euro) dal Fondo monetario internazionale, dalla Banca per il commercio e lo sviluppo e dalla Banca Stanbic. Questi prestiti hanno fatto crescere lo stock di debito pubblico che, in valore nominale, si attesta così sui 56.526 miliardi di scellini, cioè il 40,8% del Pil. Secondo la banca centrale però i livelli del debito rimangono sostenibili con un basso rischio di sofferenza anche se sono evidenti “vulnerabilità significative”. Le vulnerabilità, afferma il rapporto, sono la crescita della spesa pubblica, un'attività economica moderata, un calo delle entrate fiscali e un possibile calo delle sovvenzioni. L'aumento del pagamento degli interessi drenerà inoltre molte delle risorse disponibili. [EC]
  • Sudan Free

    Da Ue e Banca mondiale fondi per le famiglie

    SUDAN - L'Unione Europea e la Banca Mondiale hanno firmato un'intesa di partnership con il Sudan che prevede un sostegno di 110 milioni di dollari al Sudan Family Support Program (Sfsp). Questo sostegno, fornito dai Paesi europei, è fondamentale per il governo sudanese per poter dar vita a profonde riforme economiche, compresa la fine dei sussidi alle materie prime che colpirebbe le famiglie più povere. L'accordo assegna un importo di 110 milioni di dollari al fondo fiduciario Sudan Transition and Recovery Support amministrato e gestito dalla Banca mondiale. Questo fondo fiduciario è il principale meccanismo di finanziamento per il Sudan Family Support Program. La cerimonia della firma si è svolta presso la Presidenza del consiglio dei ministri alla presenza del premier sudanese Abdallah Hamdok, dei ministri del Lavoro e dello Sviluppo Sociale, della Cultura e dell'Informazione, del ministro delle Finanze e della Pianificazione economica. Hamdok ha elogiato gli sforzi compiuti dalla Banca mondiale, la cooperazione esemplare con l'Ue e dei suoi Stati membri e i passi compiuti nel seguire gli impegni presi nella Conferenza di Berlino. [EC]
  • Etiopia Free

    Luce verde Parlamento a prestito per parco eolico di...

    ETIOPIA - E’ arrivata anche la luce verde del parlamento di Addis Abeba al prestito già concordato tra ministero delle Finanze etiopico e una banca danese per la realizzazione di un parco eolico da 100 MW ad Assela. Il prestito ammonta a 117,3 milioni di euro, dovrà essere ammortizzato in 20 anni e include un periodo di grazia di 5 anni.  Concesso dalla Danske Bank il prestito è arrivato anche grazie al sostegno del governo della Danimarca.  Con l’ottenimento dei finanziamenti, il progetto potrà adesso entrare nella fase operativa di realizzazione.  Il parco eolico sarà situato in un’area a 150 chilometri a sud di Addis Abeba, non lontano dalla città di Iteya, nella regione di Oromia. La costruzione sarà affidata a Siemens Gamesa Renewable Energy SA.  Una volta connesso, il parco eolico con 29 turbine genererà circa 330.000 kWh all'anno e fornirà elettricità a oltre tre milioni di persone, secondo stime rese note dall’Ambasciata danese ad Addis Abeba. [MS]
  • Kenya Free

    Alleggerite misure contenimento pandemia

    KENYA - Il coprifuoco nazionale è stato prorogato per altri 60 giorni, ma altre misure prese per far fronte alla pandemia di covid-19n sono state alleggerite. Gli ultimi sviluppi sono stati resi noti direttamente dal capo dello Stato, Uhuru Kenyatta, intervenuto ieri alla National Covid-19 Conference, a Nairobi.  Il coprifuoco sarà applicato dalle 23 alle 4 del mattino. Il divieto di esercizio dei bar e la vendita di alcolici è stato revocato. I bar potranno funzionare fino alle 22:00 a partire da oggi. Ai titolari degli esercizi commerciali è stato chiesto di aderire ai protocolli stabiliti dal ministero della Salute. Mentre il Paese riduce le misure di contenimento, Kenyatta ha detto che le scuole verranno aperte solo quando sarà garantita la sicurezza dei bambini: “Non concentriamoci su quando le scuole riapriranno, ma su quando sarà garantita la salute e la sicurezza dei bambini”.  Il capo dello Stato ha quindi ricordato i passi avanti fatti nel settore sanitario con la creazione di 300 posti letto in terapia intensiva e altri 7411 posti letto in isolamento. [MS]
  • Tanzania Free

    Il governo investirà nel turismo

    TANZANIA - Nei primi sei mesi del 2020, il settore turistico ha perso il 75% delle proprie entrate a causa della pandemia di Covid-19. A sostenerlo è Hamisi Kigwangala, ministro del Turismo e delle Risorse naturali, che ha annunciato una serie di misure per rilanciare il comparto. “Ne abbiamo discusso con il presidente John Magufuli. Il capo dello Stato ha concordato sul fatto che il settore vada sostenuto mettendo in pratica misure che garantiscano ai turisti in arrivo nel Paese e ai tanzaniani coinvolti nel settore di evitare il contagio”, ha detto. Il governo vigilerà sull'attuazione di procedure operative standard e farà pressioni su compagnie aeree, hotel e altre istituzioni affinché investano in dispositivi per rendere sicure le strutture. Il governo ha annunciato che proseguirà anche l'iniziativa del “timbro di viaggio sicuro”, una sorta di avallo pubblico che dimostra che i servizi sono sicuri. [EC]
  • Etiopia Free

    Europa maggiore cliente delle materie prime etiopi

    ETIOPIA - Nell'anno finanziario 2020 (concluso il 7 luglio), i Paesi europei sono diventati i principali importatori di materie prime etiopi. È quanto risulta da un'analisi di  Cepheus Investment Advisory, una società di private equity. I Paesi Bassi sono il ​​principale acquirente dell'export etiope avendo acquistato 308 milioni di dollari di merci (il 10% delle esportazioni totali). Insieme a Svizzera e Germania, queste tre nazioni europee hanno incrementato i loro acquisti di oltre 300 milioni di dollari. Al contrario, la domanda da Stati Uniti e della Cina, fino a due anni fa i principali acquirenti, è diminuita di oltre il 25% in ogni caso. Altre principali destinazioni sono India, Kuwait, Stati Uniti e Turchia. È l'aumento della vendita di oro ha trainato l'export etiope, seguite dalle rose e dai  fiori recisi. [EC]