Marocco

Marrakech riapre al turismo

MAROCCO – Per ridurre le perdite causate dalla pandemia di Covid-19, gli operatori turistici di Marrakech hanno deciso di aprire le porte della città ocra e scommettere sulla stagione invernale, a partire dalla festività di Ognissanti.

(185 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Nord

  • Algeria Free

    Export idrocarburi, entrate in calo e si pensa alle...

    ALGERIA - Le esportazioni algerine di idrocarburi scenderanno da 34 miliardi di dollari nel 2019 a 23,5 miliardi alla fine del 2020. La stima è stata resa nota dal ministro dell’Energia Abdelmadjid Attar e la previsione è dunque di un calo di 10,5 miliardi.  La stima, come ha detto lo stesso ministro, è stata ricavata sulla base di un prezzo medio del barile a 40 dollari, cioè il prezzo di riferimento fissato nella legge finanziaria 2021 che sarà sottoposta all’adozione del parlamento. La vendita di idrocarburi rappresenta il 96% delle entrate in valuta per l’Algeria. Una quota quindi più che significativa che inciderà sulla capacità di spesa del governo centrale.  Il ministro ha inoltre parlato della necessità di rinnovare le modalità attraverso cui il Paese sta sfruttando le sue risorse studiando formule che consentano un risparmio energetico oltre che il progressivo ricorso alle rinnovabili. [MS]
  • Egitto Free

    Gas naturale, al via produzione offshore di Qattameya

    EGITTO – È cominciata la produzione di gas naturale nel campo offshore di Qattameya, nella licenza di Damiette Nord. Ad operare sulla riserva è il colosso brutannico BP attraverso la Pharaonic Petroleum Company (Phpc). Scoperto nel 2017, il campo di Qattameya dovrebbe produrre fino a 50 milioni di piedi cubici di gas al giorno. La produzione sarà destinata alla rete nazionale egiziana per consolidare l’autosufficienza in gas naturale. BP è anche titolare di una partecipazione del 25% nella zona offshore di Nour Nord Sinai e una partecipazione del 10% nela concessione di Shorouk, che contiene il campo gasiero mediterraneo di Zohr. [CC]
  • Libia Free

    Fondi dall’Italia per assistenza alimentare ai più...

    LIBIA - E’ pari a 3,5 milioni il contributo accordato dal governo italiano per sostenere le operazioni del Programma alimentare mondiale (PAM/WFP) in Libia, che includono assistenza alimentare vitale per oltre 60000 persone vulnerabili.

    A renderlo noto è stata la stessa agenzia delle Nazioni Unite, precisando che si tratta del maggiore contributo che il PAM ha ricevuto per la Libia da quando ha riaperto i suoi uffici nel Paese nel 2014.

    L’agenzia ONU ha inoltre aggiunto che l’Italia ha contribuito ogni anno, a partire dal 2017, alle sue operazioni in Libia.

    “Siamo molto grati per questo tempestivo contributo dell’Italia che ci permetterà di continuare a fornire assistenza alimentare fondamentale - ha detto il direttore e rappresentante del PAM in Libia, Samer Abdeljaber - Tra le varie iniziative, il contributo garantirà la continuazione dei voucher elettronici, vitali nel sostenere l’economia locale. La nostra risposta in Libia deve molto al costante sostegno dell’Italia, questo nuovo impegno segna un passo importante nella partnership e assicura un reale impatto sul campo”.

    Il finanziamento permetterà altresì al PAM di fornire assistenza alimentare attraverso distribuzioni dirette di cibo agli sfollati (inclusi i bambini) e alle comunità ospitanti, oltre a sostenere l’assistenza alimentare dell’agenzia nel meccanismo di risposta rapida d’emergenza inter-agenzia che assicura la consegna di rifornimenti di base ai nuovi sfollati che ne hanno urgente bisogno.

    L’Ambasciatore italiano in Libia, Giuseppe Buccino, ha sottolineato l’importanza di questo contributo nel rispondere alle cause alla base delle sfide umanitarie per le persone più vulnerabili in Libia.

    “Il Governo italiano è impegnato a sostenere il Piano di Risposta Umanitaria ONU 2020 in Libia - ha dichiarato l’Ambasciatore Buccino - Siamo felici di rinnovare ancora una volta la nostra partnership con il WFP nella fornitura di servizi essenziali alle popolazioni locali in tutto il paese, in coordinamento con le autorità libiche”. [MV]

  • Egitto Free

    Metallurgia e materiale da costruzione, export in...

    EGITTO - Le esportazioni di materiali da costruzione, refrattari e quelle delle industrie metallurgiche hanno raggiunto i 3,9 miliardi di dollari nei primi otto mesi del 2020 con un incremento di 700 milioni rispetti ai 3,2 miliardi di dollari nello stesso periodo del 2019. Secondo il rapporto mensile dell'Export Council for Building Materials, Refractory and Metallurgy Industries (Ecbm), le esportazioni di gioielli e pietre preziose del Paese hanno raggiunto i 2,1 miliardi di dollari nel periodo gennaio-agosto 2020, rispetto ai 1,2 miliardi nello stesso periodo nel 2019. Nel frattempo, le esportazioni di ceramica sono diminuite del 30 percento, raggiungendo i 78 milioni di dollari. [EC]
  • Algeria Free

    Massiccio acquisto di grano

    ALGERIA - Nonostante i prezzi in forte aumento sul mercato dei cereali, l'Algeria ha acquistato all'estero tra le 700 e le 770.000 tonnellate di grano, rivolgendosi principalmente a fornitori francesi e tedeschi e dei Paesi baltici. Il maggiore fornitore rimane la Francia che, secondo indiscrezioni rilasciate dai broker, garantirebbe i due terzi dell'attuale partita. Per il momento, la Russia non sarebbe quindi riuscita a strappare un contratto all'Algeria, come prevedevano gli esperti del settore. Proprio per favorire i prodotti di Mosca, Algeri, nel suo bando di gara, apriva infatti alle specifiche del frumento russo e, in modo particolare, a quello del Mar Nero. Ma ciò non è bastato. Secondo indiscrezioni diplomatiche,  Mosca avrebbe chiesto che l'Algeria riduca ulteriormente le pretese tecniche, anche se il nodo più grande è il prezzo del grano russo, che è alto e ha subito un incremento a ottobre. [EC]
  • Egitto Free

    Strade migliori, meno incidenti mortali

    EGITTO - Gli investimenti in infrastrutture hanno contribuito alla diminuzione del numero di decessi causati da incidenti stradali. Lo ha dichiarato il Hala El-Said, ministro della Pianificazione e dello sviluppo economico. El-Said ha spiegato che gli effetti degli investimenti per la manutenzione e la costruzione di strade e ponti negli ultimi quattro anni hanno mostrato le loro benefiche ricadute nel biennio 2018-2020 con la diminuzione delle morti per incidenti stradali del 5% nel 2018-2019 e del 44% nel 2019-2020. Il ministro ha affermato che lo Stato sta prestando grande attenzione al settore dei trasporti, compresa la rete di strade e ponti, spiegando che gli investimenti in infrastrutture sono stati pari a circa 14 miliardi di pound egiziani (750.000 euro) nel 2018, a 26 miliardi nel 2019 , e 28 miliardi nel 2020. Parallelamente, il numero di morti per incidenti stradali è sceso dai 13.000 del 2018, a 12.000 nel 2019 e 7.000 nel 2020. Ciò ha fatto sì che, secondo quanto dichiarato dal ministro, l'Egitto abbia migliorato il suo ranking nella lista della qualità delle strade e delle infrastrutture, balzando in avanti di 90 posizioni, dalla 118a posizione nel 2014 alla 28a nel 2019. [EC]