Lesotho

Sostegno a piccoli agricoltori per aumentare sicurezza alimentare

LESOTHO – Ha un valore economico pari  62 milioni di dollari il progetto approvato dal Fondo internazionale delle Nazioni Unite per lo sviluppo agricolo (IFAD) per sostenere i piccoli agricoltori e migliorare la sicurezza alimentare in Lesotho.

(146 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Australe

  • Sudafrica Free

    Opere pubbliche per creare occupazione

    SUDAFRICA - Il governo di Pretoria lancia un vasto programma di lavori pubblici per rispondere all'emergenza occupazionale causata dall'epidemia di coronavirus. Lo ha annunciato il presidente Cyril Ramaphosa, rivelando che il piano potrebbe sbloccare più di un trilione di rand (60 miliardi di dollari) di investimenti nei prossimi quattro anni e creare 800.000 posti di lavoro. “I danni causati dalla pandemia a un'economia già debole, all'occupazione, ai mezzi di sussistenza, alle finanze pubbliche e alle aziende statali sono stati colossali”, ha detto Ramaphosa in una seduta congiunta del parlamento. Il Sudafrica era in recessione prima del diffondersi del virus e dell'imposizione di una delle quarantene più severe al mondo. Nel trimestre aprile-giugno, il Pil è crollato di oltre il 17% in termini annuali e, sempre nello stesso periodo, sono stati persi più di due milioni di posti di lavoro. Da qui, l'idea di attuare una ricetta keynesiana per rilanciare l'economia stimolando gli investimenti. Il governo di Ramaphosa ha quindi lanciato un piano di opere pubbliche in particolare nei settori di edilizia scolastica, acquedotti, servizi igienici, edilizia popolare, nonché porti, strade e ferrovie. Il piano prevede anche un potenziamento delle strutture per la produzione di energia elettrica e l'assistenza sanitaria. [EC]
  • Angola Free

    Sostegno per adesione a iniziativa su trasparenza...

    ANGOLA - L’Iniziativa internazionale per la trasparenza delle industrie estrattive (EITI) ha reso noto il proprio sostegno alla richiesta del governo di Luanda di aderire all’organismo che promuove uno standard di riferimento per la trasparenza nella gestione delle risorse naturali.

    A comunicarlo è stata la stessa EITI, ricordando che il governo di Luanda ha formalizzato lo scorso 22 settembre l’intenzione di aderire all’organismo.

    Secondo le informazioni rese note, l’Angola impiegherà un periodo compreso tra sei e 18 mesi per attuare tutte le misure richieste per garantire l’idoneità dell’adesione.

    Tra le misure previste a ancora da attuare, figura l’obbligo di sviluppare un piano di lavoro coordinato con l’industria del settore estrattivo e la società civile per stabilire le procedure riguardanti ciascuna giurisdizione, nonché l’obbligo di integrare gli standard dell’EITI nella legislazione nazionale.

    Inoltre, il paese è tenuto a mappare e analizzare le informazioni, la legislazione e i sistemi di reporting esistenti che possono facilitare la divulgazione di accordi con gli standard EITI. [MV]

  • Madagascar Free

    Fine dello stato d’emergenza sanitario

    MADAGASCAR - Il presidente malgascio Andry Rajoelina ha dichiarato domenica sera la fine dello stato d’emergenza sanitaria in Madagascar.

    A darne notizia sono i media locali, ricordando che la misura era stata introdotta lo scorso 21 marzo in seguito all’aumento di casi di contagio legati alla pandemia di covid-19.

    Restano tuttavia in vigore nel Paese una serie di misure per contrastare la diffusione della pandemia, tra cui il divieto ai voli aerei interni e con l’estero (a esclusione di voli charter con la località turistica di Nosy Be provenienti da Paesi non interessati dalla cosiddetta seconda ondata della pandemia) e l’obbligo per la popolazione di portare dispositivi di protezione individuale (mascherine), oltre al divieto di riunioni con più di 200 partecipanti.

    Secondo gli ultimi dati a disposizione, in Madagascar attualmente si contano 348 casi attivi di persone contagiate da coronavirus, di cui tre sono stati registrati nella giornata di ieri. [MV]

  • Sudafrica Free

    Agrochimica: Rovensa acquista gruppo sudafricano

    SUDAFRICA - Ammonta a oltre 146 milioni di dollari l’acquisizione del gruppo Rovensa in Sudafrica nel mercato dei prodotti agrochimici.

    Lo riferisce la stampa sudafricana, precisando che il gruppo di prodotti chimici e fertilizzanti Omnia Holdings ha accettato di vendere la Oro Agri (una sussidiaria del gruppo) alla Rovensa.

    Omnia - che aveva acquisito Oro Agri nel maggio 2018 - ha detto oggi che il prezzo supera i benefici a lungo termine di Oro Agri, che richiede anche molto capitale per essere integrato con altre operazioni aziendali.

    Oro Agri si occupa di ricerca e sviluppo, produzione, distribuzione, marketing e vendita di una gamma differenziata di prodotti volti a migliorare le rese delle colture, molti dei quali brevettati.

    Oro Agri possiede e gestisce strutture interne di produzione e ricerca e sviluppo in SA, Brasile, Stati Uniti ed Europa.

    Oro Agri ha generato il 15% degli utili del gruppo Omnia.

    Rovensa è uno dei principali palare del settore dell’agroindustria globale ed è organizzato in tre principali business unit: BioNutrizione, BioControllo e Protezione delle Piante.

    Con i suoi centri di ricerca, laboratori, stabilimenti e uffici dislocati in Italia (Ascenza fa parte del gruppo), Portogallo, Spagna, Francia, Irlanda e Brasile, Rovensa fa sapere di star ”sviluppando un portafoglio di soluzioni innovative per la protezione e la nutrizione delle piante”.

  • Angola Free

    Inaugurata anche una fabbrica di telefonini e tablet

    ANGOLA – Nella zona economica speciale di Luanda, il presidente della Repubblica Joao Lourenço ha anche inaugurato una fabbrica di telefoni cellulari e di tablet, la Afrione Angola.   Anche in questo caso il progetto è il risultato di una partnership con gli Emirati Arabi Uniti.   Circa 100.000 dispositivi dovrebbero essere prodotti dalla Afrione ogni anno, grazie in buona parte a personale angolano assunto nella fabbrica. Lo stabilimento, che occupa oltre mille metri quadrati di spazio, è composto dal reparto di assemblaggio, da quello dedicato al magazzino e dagli uffici.   L’investitore sarebbe interessato ad aprire centri di distribuzione nelle province di Cabinda, Uige, Huambo e Benguela.   I telefoni della Afrione saranno di diverse tipologie, dalla base venduta al circa 6 dollari a smartphone più evoluti da 300 dollari. [CC]
  • Angola Free

    Inaugurato primo impianto assemblaggio trattori del...

    ANGOLA – E’ stato inaugurato nei giorni scorsi, alla presenza del presidente angolano Joao Lourenco, il primo impianto di assemblaggio di trattori agricoli dell’Angola. Lo riferiscono i media locali e internazionali, precisando che l’impianto ha sede  nella Zona Economica Speciale (ZEE) di Luanda ed è stato  finanziato dagli Emirati Arabi Uniti (UAE). L'impianto di assemblaggio - la Kaheel Agricultura Angola  - avrà una capacità di produzione annuale di 3.000 unità, secondo un accordo di investimento del valore di 65 milioni di dollari USA tra gli Emirati Arabi Uniti e l'Angola. La fabbrica, la prima del suo genere in Angola, è entrata in funzione nella prima metà del 2020. Impiega oltre l'80% di manodopera angolana. Secondo il Segretario di Stato per l'industria dell'Angola, Ivan do Prado, il paese ha speso più di 3 milioni di dollari per importare trattori dal 2017 al 2020. Il prezzo di vendita dei trattori della Kaheel dovrebbe aggirarsi attorno ai 35.000 dollari, contro circa 85.000 per un mezzo importato.