Mozambico

Al via gara per progetti energia rinnovabile

MOZAMBICO – Il ministero delle Risorse minerarie e dell’energia del Mozambico ha lanciato un bando di gara per lo sviluppo di 160 megawatt di capacità di generazione elettrica da fonti rinnovabili.

(157 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Australe

  • Namibia Free

    Al via costruzione reparto neonatologia a Swakopmund

    NAMIBIA – È ufficialmente iniziata la costruzione di un reparto ospedaliero destinato alla neonatologia e alla salute materna a Swakopmund, località costiera affacciata sull’oceano,nella regione dell’Erongo. È stata la prima ministra Saara Kuugongelwa-Amadhila a posare la prima pietra simbolica del cantiere, che dovrebbe concludersi nel febbraio 2022. Lo Stato ha investito circa 1,8 milioni di dollari per la realizzazione di questa unità ultramoderna e centro d’accoglienza per giovani madri, presso l’ospedale distrettuale. Grazie alla nuova infrastruttura sanitaria si mira a garantire la sopravvivenza dei neonati prematuri o con complicazioni. L’apertura del reparto coinciderà con l’assunzione di personale medico, in particolare di pediatri. [CC]
  • Madagascar Free

    Acqua potabile, partnership per impianti solari di...

    MADAGASCAR – Una soluzione al problema dell’approvvigionamento in acqua potabile potrebbe arrivare con la start-up francese Mascara Renewable Water specializzata in desalinizzazione dell’acqua salmastra. La ditta ha stretto un partenariato con la Mada Green Power, fornitrice di sistemi di produzione d’energia solare ibridi, per installare in zone aride di Madagascar impianti di desalinizzazione. La tecnica usata dalla Mascara Renewable Water si chiama Osmosun e prevede il ricorso all’energia solare per attivare il processo di osmosi inversa. Diversi finanziatori hanno investito nel progetto, tra cui la Sofimac, la Go Capital, la Fondazione Famae via il Famae Impact Fund e Gaia Impact Fund. [CC]
  • Sudafrica Free

    I titoli declassati a livello spazzatura

    SUDAFRICA - Nei giorni scorsi, Moody's ha mantenuto l'outlook negativo sui titoli sudafricani, mentre Fitch ha abbassato l'outlook da stabile a negativo. Ciò significa che i titoli sudafricani sono ora classificati a livello di titoli spazzatura. Le decisioni sono giustificate da un debito pubblico elevato (220 miliardi di euro) e in aumento che è stato aggravato dall'indebolimento dell'economia e dall'aumento della disoccupazione causati dalla pandemia di Covid-19. Questo declassamento probabilmente farà aumentare i tassi di interesse e metterà ancora più sotto stress le finanze pubbliche, rendendo più difficili le riforme economiche e il risanamento fiscale. Il ministro delle Finanze, Tito Mboweni, ha affermato che c'è un'urgente di riforme economiche strutturali per evitare ulteriori danni al rating del Paese. Secondo Mboweni, la decisione delle agenzie avrà implicazioni immediate, vincolando il bilancio del governo. Il capo economista di Econometrix Azar Jammine ha affermato che i pagamenti dei tassi di interesse richiedono l'impegno del 20% delle entrate fiscali. “Questo livello è insostenibile - ha commentato - ed è per questo che le agenzie di rating ci hanno declassato. Preoccupante è che Moody's e Fitch hanno attribuito ala nostra economia un giudizio negativo, il che significa che i declassamenti potrebbero non essere ancora finiti”. [EC]
  • Zimbabwe Free

    Nestlè investe nella trasformazione dei cereali

    ZIMBABWE - E’ pari a 2,5 milioni di dollari l’investimento annunciato dalla filiale locale della multinazionale alimentare Nestlé per una nuova linea di trasformazione dei prodotti cerealicoli in Zimbabwe.

    A segnalarlo sono i media specializzati, dai quali si apprende che l’investimento consentirà di aumentare del 30% la capacità di produzione in Zimbabwe di prodotti a base di cereali con marchi Nestlè, aumentando il contenuto locale fino all’80% del totale.

    La nuova linea di produzione consentirà inoltre di raggiungere nel medio termine l’obiettivo del gruppo di triplicare le esportazioni di prodotto alimentari nella regione.

    “L’investimento di Nestlè rientra nell’ambito del programma di industrializzazione promosso dal governo, che intende migliorare la capacità di trasformazione dei prodotti agricoli nazionali sostituendo le importazioni e sviluppando la catena del valore locale”, ha commentato il ministro dell’Industria e del commercio dello Zimbabwe, Sekai Nzenza. [MV]

  • Mozambico Free

    Carbone, Vale pensa ad aumento produzione a Moatize

    MOZAMBICO - Benché la domanda di carbone a livello globale sia in calo anche a causa degli effetti della pandemia, la brasiliana Vale ha annunciato investimenti nel progetto che detiene a Moatize. L’obiettivo è di portare la produzione a 15 tonnellate di carbone all’anno.  La decisione di puntare sul carbone giunge un po’ a sorpresa dal momento che nel terzo trimestre di quest’anno le quantità portate fino al porto di Nacala sono calate del 40%.  Fonti di stampa locale dando la notizia hanno sottolineato come Vale e governo abbiano nascosto nel tempo i reali livelli di inquinamento causati dalle attività minerarie a Moatize. Attività minerarie che spesso non hanno ricadute positive sufficienti sulle comunità locali. [MS]
  • Mozambico Free

    Cooperazione tra polizie per fronteggiare instabilità...

    MOZAMBICO / TANZANIA - I capi della polizia di Tanzania e Mozambico hanno deciso di avviare operazioni congiunte contro i combattenti legati allo Stato islamico attivi da tre anni a Cabo Delgado la più settentrionale delle province mozambicane, al confine con la Tanzania.  L’ispettore generale della polizia della Tanzania, Simon Sirro, e il suo omologo del Mozambico, Bernardino Rafael, si sono incontrati nella città di Mtwara, nella Tanzania meridionale, secondo un comunicato della polizia. L’incontro è avvenuto un mese dopo che circa 300 sospetti militanti islamisti sono passati dal Mozambico e hanno attaccato il villaggio di Kitaya, a Mtwara, uccidendo un numero imprecisato di persone. I due capi di polizia hanno anche accettato di condividere informazioni legate ai militanti mentre Rafael ha fornito aggiornamenti della situazione.  I militanti islamisti hanno ucciso più di 2.300 persone dall’inizio dell’insurrezione e ne hanno costrette alla fuga altre 500.000, secondo i dati forniti da Armed Conflict Location & Event Data Project. La comunità di sviluppo dell’Africa australe (Sadc) si è detta pronta ad aiutare il Mozambico e altre nazioni - come Stati Uniti, Francia e Portogallo - hanno offerto assistenza. Finora però il Mozambico è stato restio a coinvolgere Stati terzi. [MS]