Burkina FasoGhana

Punto su collegamento ferroviario tra Ghana e Burkina Faso

GHANA / BURKINA FASO – Il ministro burkinabè dei trasporti e della mobilità urbana Vincent Dabilgou e il ministro dello Sviluppo ferroviario del Ghana John Peter Amewu hanno fornito i dettagli sullo stato di avanzamento del progetto di interconnessione ferroviaria Burkina-Ghana. 

(261 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Occidentale

  • Nigeria Free

    Competitività del Paese si gioca sulla banda larga

    NIGERIA - Il vicepresidente della Nigeria, Yemi Osinbajo, ha dichiarato che l’accesso a Internet e la diffusione della banda larga sono “sfide esistenziali” del prossimo futuro. La competitività della Nigeria nell’economia globale dipenderà in gran parte dal piano dell’amministrazione Buhari di fare accedere tutto il Paese alla banda larga. Osinbajo ha fatto queste affermazioni nel corso del lancio del progetto Ogun State Digital Economy Empowerment. “In effetti, l’accesso alla banda larga e ad altri strumenti tecnologici è un must per ogni comunità in cerca di una crescita significativa, di prosperità e sicurezza per la propria gente”, ha detto. “Dobbiamo proseguire nella nostra ricerca per democratizzare l’accesso a Internet. Stiamo perseguendo questa causa perché riconosciamo che l’accesso a internet e la penetrazione della banda larga diventeranno questioni esistenziali in pochi anni e determineranno la nostra competitività nell’economia globale”. Osinbajo ha affermato che l’impegno dell’amministrazione Buhari per garantire la connettività a banda larga per tutti entro il 2023 è un’ambizione che è “ora racchiusa nel nostro piano di sostenibilità economica”. Il vicepresidente ha elogiato lo stato di Ogun per aver assunto la leadership nella tecnologia digitale nel Paese e ha affermato che “portando l’accesso a banda larga dell’ultimo miglio a case, aziende e uffici nello stato di Ogun, si sta facendo in modo che i cittadini e le imprese dello stato di Ogun siano collegate in chiave digitale non solo alla Nigeria ma all’intero universo”. “Attraverso investimenti giudiziosi nella giusta infrastruttura, lo stato di Ogun si è posizionato per diventare un importante sito globale dell’economia dell’innovazione emergente”, ha aggiunto. “Colmare il divario digitale porterà anche a migliori risultati educativi e fornirà opportunità per un migliore accesso all’istruzione”. Osinbajo ha osservato che il miglioramento dell’accesso alla banda larga offrirà ai giovani innovatori nigeriani l’opportunità di affrontare i loro colleghi di tutto il mondo in condizioni di parità. Il progetto Ogun Digital Economy Empowerment è un’iniziativa del governo statale in collaborazione con 21st Century Technologies volta a fornire infrastrutture digitali per migliorare la connettività a banda larga in tutto lo stato. [SR]
  • Benin Free

    Produzione di cotone tocca nuovo record

    BENIN - La produzione di cotone in Benin ha raggiunto nuovi record: dopo aver superato la soglia delle 700.000 tonnellate per la prima volta nel 2019/2020, il raccolto nel Paese ha toccato quasi 730.000 tonnellate nel 2020/2021. Lo ha annunciato Mathieu Adjovi, presidente dell’associazione dei produttori di cotone che riunisce gli operatori della filiera. Intervenendo a margine di una conferenza stampa, il manager ha spiegato che questa storica performance è stata raggiunta coltivando la fibra su una superficie pressoché stabile (circa 665.000 ettari). “Abbiamo praticamente mantenuto l’area nazionale a un livello relativamente corretto per evitare coltivazioni estensive. Abbiamo particolarmente insistito sulla resa per ettaro  durante questa campagna” ha spiegato. Il Benin si conferma il primo produttore africano di cotone nonostante le recenti perturbazioni meteorologiche. [GT]
  • Guinea EquatorialeNigeria Free

    Sussidiaria compagnia petrolifera nigeriana estende...

    GUINEA EQUATORIALE - La National Engineering and Technical Company (NETCO), sussidiaria della compagnia petrolifera statale Nigerian National Petroleum Corporation (NNPC), ha annunciato l'espansione delle proprie attività anche in Guinea Equatoriale.

    Ad annunciarlo è stato il direttore esecutivo della NNPC, Mele Kyari, sottolineando come l'iniziativa rientri nella strategia complessiva e in particolare nel piano per rendere la NETCO il fulcro delle attività di ingegneria e costruzioni del gruppo nella regione dell'Africa occidentale.

    Fondata nel 1988, la NETCO è la società responsabile delle attività di ingegneria e progettazione per l'industria degli idrocarburi della NNPC. [MV]

  • Ghana Free

    Allo studio creazione ente per settore abitativo

    GHANA - Il governo di Accra punta a istituire un'autorità nazionale responsabile della supervisione dell'edilizia abitativa e del coordinamento del mercato immobiliare in Ghana.

    Ad annunciarlo è stato il ministro dei Lavori pubblici e dell'edilizia, Francis Asenso-Boakye, precisando che l'autorità dovrà inoltre occuparsi anche della pianificazione e della gestione dei piani di sviluppo del settore immobiliare.

    Secondo Asenso-Boakye, la creazione della nuova autorità rientra nellastrategia del governo ghanese per colmare l'attuale deficit nella capacità di fornitura di alloggi a prezzi contenuti per la popolazione locale.

    In base ai dati a disposizione, in Ghana si stima un deficit abitativo di oltre due milioni di unità residenziali con oltre il 60% della popolazione ghanese che necessita di qualche forma di sostegno o sussidio per accedere agli alloggi. [MV]

  • Nigeria Free

    Commercio, petrolio e automotive nella visita del...

    NIGERIA - È stata una visita di tre giorni quella del viceministro francese responsabile del Commercio estero, Franck Riester, in Nigeria, il primo partner africano di Parigi nella regione subsahariana, principalmente per le importazioni di petrolio. "Eravamo a una velocità di crociera compresa tra i quattro miliardi e i cinque miliardi di dollari di scambi commerciali. Siamo scesi a 2,3 miliardi di dollari nel 2020. Ma sono molto ottimista per il 2021 e il 2022. In ogni caso, ci stiamo mobilitando perché questo accada. Ed è anche per questo che sono qui", ha dichiarato Riester, la cui visita precede il vertice del 18 maggio sul finanziamento delle economie africane nonché il Summit Africa-Francia di Montpellier, previsto a luglio.  Dopo i suoi colloqui ad Abuja con il vicepresidente nigeriano Yemi Osinbajo e il Forum dei governatori, durante i quali il viceministro francese ha evidenziato la necessità di un partenariato bilaterale duraturo e reciproco in tutti i settori dell'economia, Riester è partito mercoledì alla volta di Lagos, dove ha incontrato diversi grandi capi d’azienda, tra cui il magnate Aliko Dangote. “Abbiamo un accordo per rilanciare Peugeot in Nigeria. E speriamo di iniziare la produzione di auto a Kaduna [nella Nigeria centro-settentrionale, Ndlr] almeno a giugno o luglio ”, ha confidato l'uomo più ricco dell'Africa. A settembre, Franck Riester aveva accompagnato la firma di una partnership tra il gruppo francese Axens e la nigeriana Bua per la realizzazione di una raffineria nello Stato sud-orientale di Akwa Ibom, che potrebbe essere operativa entro tre o quattro anni.  [CN]
  • Ghana Free

    Firmato con Germania accordo di cooperazione tecnica

    GHANA - I governi di Berlino, attraverso l’ambasciatore ad Accra Christoph Retzlaff e di Accra, rappresentato da Patrick Nomo, direttore generale del ministero delle Finanze, hanno annunciato la firma di una convenzione di sovvenzione da 20 milioni di euro per fornire cooperazione tecnica nei settori dell’agroalimentare, delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica. La Germania collaborerà con il governo ghanese per implementare i due progetti. “L’accordo di cooperazione – spiega una fonte dell’ambasciata tedesca rilasciata ai media – dimostra l’importanza che la Germania attribuisce alla sua partnership con il Ghana” e sottolinea “il forte legame tra i due Paesi”. Il programma agroalimentare sosterrà gli sforzi del governo del Ghana per promuovere il settore, mirando ad offrire alle micro, piccole e medie imprese opportunità per espandere la propria attività e creare posti di lavoro, soprattutto per i giovani, mitigando così l’impatto economico negativo delle crisi Covid-19. [GT]