Marocco

Marocco terzo maggiore esportatore di mandarini al mondo

MAROCCO – Il Marocco, secondo i dati resi noti dall’Associazione dei produttori di agrumi del Sudafrica (CGA), è diventato il terzo maggiore esportatore di mandarini a livello globale.

(130 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Nord

  • Egitto Free

    Settore idrocarburi ha contribuito a un quarto del PIL

    EGITTO - Il settore petrolifero e del gas naturale ha contribuito nel 2020 alla formazione del 24% del prodotto interno lordo dell'Egitto, rappresentando uno dei comparti chiave per ricostruire l'economia del Paese.

    Ad affermarlo è stato il ministro del Petrolio, Tareq el-Molla,, evidenziando come il settore degli idrocarburi abbia svolto un ruolo strategico nelle riforme economiche attuate dal governo egiziano e contribuito a creare un ambiente più attraente per gli investitori.

    Secondo le informazioni rese note da el-Molla, sono più di 60 le compagnie internazionali di petrolio e gas naturale che operano attualmente in Egitto.

    El-Molla ha inoltre ricordato i piani per lo sviluppo di tecnologie legate all'idrogeno, evidenziando come questa sia diventata un'importante fonte di carburante e abbia ottenuto il sostegno delle istituzioni internazionali. Tra gli esempi citati da el-Molla, la collaborazione tra Egitto e UE per istituire un comitato speciale per sviluppare una strategia sull'uso, la produzione e l'esplorazione dell'idrogeno. [MV]

  • Libia Free

    Premier greco annuncia colloqui su zone marittime

    LIBIA - Il premier greco Kyriakos Mitsotakis ha concordato oggi con il presidente del Consiglio presidenziale della Libia, Mohamed al-Menfi, di riavviare i colloqui sulla demarcazione delle zone marittime dei due Paesi, sotto la guida dei rispettivi ministri degli Esteri. Lo ha annunciato lo stesso Mitsotakis sul proprio account Twitter. La decisione arriva dopo la visita di Mitsotakis a Tripoli, in Libia, il 6 aprile scorso, durante la quale aveva ribadito la richiesta di annullare l’accordo marittimo sottoscritto dalla Libia nel 2019 con la Turchia. In quell’occasione il premier libico, Abdul Hamid Dbeibah, aveva espresso la disponibilità a riprendere i colloqui con la Grecia. Lunedì scorso, durante la sua visita ad Ankara, Dbeibah ha ribadito la legittimità dell’accordo del 2019 con Ankara, che traccia un confine marittimo tra Turchia e Libia vicino all’isola greca di Creta. [SS]
  • Libia Free

    Annunciata prossima visita in Italia del ministro degli...

    LIBIA - La ministra degli Esteri del governo di unità nazionale libico, Najla Al-Mangoush, sarà in visita ufficiale in Italia nei prossimi giorni.

    A darne notizia sono i media libici, dai quali si apprende che oggetto principale della visita saranno le discussioni in vista dell'organizzazione del prossimo incontro del Comitato tecnico congiunto Italia-Libia per la cooperazione economica.

    La scorsa settimana, Al-Mangoush si è recata in visita in Tunisia dove ha incontrato il presidente Kais Saied e il ministro degli Affari esteri, Othman Jerandi, con i quali ha discusso il rafforzamento delle relazioni bilaterali e la stretta collaborazione tra i due Paesi vicini. [MV]

  • Tunisia Free

    Accordo con Ifc per migliorare clima investimenti

    TUNISIA - Sostenere il governo tunisino nei suoi sforzi per rafforzare il clima imprenditoriale e creare nuovi posti di lavoro in vista della fine della pandemia e di una nuova ripresa economica: è questo il contenuto dell’accordo firmato ieri a Tunisi tra l’International Finance Corporation (Ifc), parte della Banca Mondiale, e il governo tunisino, reso noto dalla stampa locale. Si tratta di un programma di assistenza tecnica tra Ifc e ministero dell’Economia per il sostegno agli investimenti, con l’obiettivo di rafforzarne il quadro complessivo al fine di aprire il paese a nuovi mercati, nuovi attori, nuovi investitori. Questa nuova partnership integra un programma, già esistente, volto a migliorare le possibilità per gli investimenti, implementato da Ifc e Tunisia tra il 2012 e il 2018 e che ha già generato un impatto significativo in termini di attrazione degli investimenti esteri. La seconda fase del programma punta a creare nuove opportunità di investimento e migliorare la trasparenza tramite una migliore regolamentazione delle imprese. Il progetto beneficia del sostegno della segreteria di Stato svizzera per l’Economia e dell’Unione Europea. [ASB]
  • AlgeriaMauritania Free

    Prima linea marittima tra Algeri e Nouakchott

    ALGERIA / MAURITANIA - Dal porto di Algeri è partita ieri la prima traversata di linea marittima regolare destinata esclusivamente all’esportazione tra Algeri e la capitale mauritana Nouakchott. Si tratta di una nuova linea, supervisionata dalla compagnia Anisfer Line specializzata nel trasporto marittimo. La linea riduce il tempo di esportazione in Mauritania, secondo il direttore generale della compagnia, Mustapha Hamadou. Per il primo viaggio, i materiali di costruzione di produzione locale sono stati trasportati a bordo della nave Imedghassen della compagnia algerina Gma e che ha una capacità di spedizione di 1.000 container. Secondo Hamadou l’apertura di questa linea marittima, che è la prima linea diretta con l’Africa, consentirà all’Algeria di esportare i suoi vari prodotti nel continente africano in tempi record, nonché di offrire le migliori condizioni per preservare le merci e proteggerli dai danni. Con l’arrivo via mare dei prodotti algerini a Nouakchott, è possibile utilizzare poi facilmente rotte terrestri per consegnare merci ad altri Paesi africani, come Mali, Senegal e altri Paesi. [CC]
  • Africa Nord Free

    Webinar su clima ed energia in Nord Africa e Medio...

    AFRICA NORD - L'Agenzia internazionale per le energie rinnovabili (Irena) organizza il prossimo 27 aprile un evento online dal titolo "COP 26 Climate-Energy Dialogue in the Middle East and North Africa region" per discutere le tematiche legate alla transizione energetica nella regione.

    A segnalarlo sono i media specializzati, ricordando che l'evento si svolge nell'ambito delle iniziative in vista della prossima Conferenza delle Parti sul cambiamento climatico delle Nazioni Unite (COP26) che si terà a Glasgow a novembre.

    L'evento promosso da Irena ha come scopo quello di approfondire le questioni legate al processo di revisione dei  cosiddetti 'contributi determinati a livello nazionale' (NDC), fungendo da piattaforma per lo scambio di esperienze, lezioni apprese e migliori pratiche. Il webinar sarà inoltre occasione per ampliare a conoscenza e la comprensione dei collegamenti tra misure di ripresa economica a breve termine e le strategie climatiche ed energetiche per il raggiungimento degli obiettivi a lungo termine dell'accordo di Parigi.

    Per partecipare al webinar promosso da Irena è necessario registrarsi qui. [MV]