Ghana

Banca centrale mantiene inalterato tasso di interesse

GHANA – Il Comitato di politica monetaria della Banca del Ghana ha mantenuto il tasso di interesse al 13,5 %.

(127 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Occidentale

  • Benin Free

    Sviluppo agroalimentare, Boad approva finanziamento

    BENIN - Il Consiglio di amministrazione della Banca di sviluppo dlell’Africa occidentale (Boad) ha approvato un contratto di prestito di 3,1 milioni di euro in Benin per il miglioramento del settore agroalimentare. Lo riportano i giornali online beninesi richiamando un comunicato della Boad e spiegando che questo finanziamento parziale è stato approvato durante la 125a sessione ordinaria del Consiglio di amministrazione che si è tenuta in videoconferenza sotto la presidenza di Serge Ekué. Il finanziamento è destinato alla realizzazione di una piattaforma logistica presso il polo agroalimentare dell’agglomerato di Grand Nokoué, ad Abomey-Calavi. Con un’area di 168 ettari, la piattaforma contribuirà a migliorare la qualità del servizio delle attività di vendita all’ingrosso ed esportazione di prodotti agroalimentari in Benin. L’attuazione del progetto creerà anche 200 posti di lavoro diretti (temporanei) e 820 posti di lavoro indiretti e indotti. Inoltre, il completamento dei lavori di preparazione e costruzione del polo agroalimentare consentirà il trasferimento delle attività all’ingrosso dal mercato di Dantokpa e darà alle donne del comune di Abomey-Calavi l’opportunità di migliorare il proprio reddito svolgendo attività di piccola impresa e ristorazione. nelle vicinanze del sito. [ASB]
  • Ghana Free

    Protocollo di intesa tra università e camera di...

    GHANA - La Camera di commercio e industria del Ghana (Gncci) ha firmato un memorandum con il Regent university college of science and technology di Mallam, Ghana, per colmare il divario tra industria e mondo accademico ghanese. Il memorandum aiuterà a promuovere e rafforzare gli interessi commerciali e industriali nel Paese, nonché a preparare i giovani laureati dell’Università alle esigenze e ai requisiti del mercato del lavoro. Lo si apprende dalla Ghana news agency. Il presidente di Gncci, Clement Osei-Amoako, ha affermato che il successo di qualsiasi economia si basa su imprenditori, imprese e un ambiente favorevole: “Le imprese rimangono un motore cruciale della crescita economica e, di conseguenza, il governo sta perseguendo programmi che garantiscono un’impresa fiorente per lo sviluppo”, ha affermato. Osei-Amoako ha affermato che il rapporto 2020 della Banca africana di sviluppo ha mostrato che l’Africa ha la più alta popolazione adulta del mondo, che avvia e gestisce un’impresa. Il presidente del Gncci ha detto che quando anche i giovani imprenditori africani, entro l’età di 31 anni, saranno stati adeguatamente preparati per rilevare l’economia “allora staremo costruendo un futuro per la nostra economia”. Il protocollo d’intesa cerca di creare un ampio quadro di collaborazione nei settori della ricerca e dell’innovazione, della formazione e dello sviluppo e della cooperazione tra mondo accademico e industria per sostenere l’imprenditorialità e lo sviluppo delle imprese. Osei-Amoako ha affermato che il mondo del lavoro è in continua evoluzione e richiede lo sviluppo di intuizioni uniche sui problemi che colpiscono le organizzazioni e gli individui: “Mi aspetto che l’attuazione dell’accordo odierno contribuisca al trasferimento di conoscenze e competenze tra l’industria e il mondo accademico nel raggiungimento della nostra visione condivisa per il Paese”, ha affermato. Ernest Ofori Asamoah, presidente del Regent University College of Science and Technology, ha affermato che la partnership fornirà agli studenti l’opportunità di acquisire conoscenze, abilità ed esperienza che li renderanno “rilevanti nel mercato del lavoro”. Secondo Asamoah il protocollo d’intesa promuoverà la ricerca e l’innovazione, la collaborazione tra industria e università e opportunità di formazione e sviluppo. [ASB]
  • Ghana Free

    Male le esportazioni di cacao lavorato

    GHANA - Il Paese dell'Africa occidentale dal 2016 detiene in media una quota del 3% delle esportazioni globali di cacao in polvere non zuccherato secondo i dati della Ghana export promotion authority (Gepa). La Gepa ha osservato che la quota di mercato globale del Ghana è stata fluttuante, registrando il 3,59% nel 2016, il 2,85% nel 2017 e il 3,48% nel 2018 mentre attualmente la quota sta scendendo al 3,14. Secondo la stessa Gepa, però, questi sono numeri che contraddicono invece i dati sulla produzione di fave di cacao, che attualmente si attesta al 20% a livello globale, con la Costa d’Avorio che ne controlla il 40%. I primi tre importatori di cacao in polvere non zuccherato dal Ghana negli ultimi quattro anni sono i Paesi Bassi, Stati Uniti d’America e Cina. Il Ghana intanto ha aumentato la lavorazione del cacao negli ultimi anni, raggiungendo le 400.000 tonnellate registrate nel 2019. L’obiettivo - secondo la stampa economica del Ghana – è di aumentare la quota di mercato di cacao lavorato. [GT]
  • Costa Avorio Free

    Afdb, 50 milioni a Nsia Bank per le pmi

    COSTA D'AVORIO - Il Consiglio di amministrazione della Banca africana di sviluppo (Afdb) ha approvato la concessione di un prestito di cinquanta milioni di euro alla Nsia Bank al fine di sostenere le piccole e medie imprese operanti nei settori dell’agricoltura e dell’energia e le imprese femminili della Costa d’Avorio. Lo rende noto Afdb in un comunicato stampa. Nel contesto di una ripresa economica segnata dall’impatto negativo della pandemia, questa operazione consentirà a Nsia Bank di rafforzare la propria solidità finanziaria: secondo Afdb questo prestito fornirà le risorse finanziarie necessarie per sostenere le esigenze di investimento delle imprese e delle pmi attive nei settori prioritari dell’economia ivoriana, agricoltura, agroindustria ed efficienza energetica in particolare. “Vogliamo sostenere e rafforzare i processi di trasformazione agroindustriale dei settori locali più promettenti al fine di aumentare le opportunità economiche per le popolazioni meno privilegiate” ha affermato Joseph Ribeiro, vicedirettore generale b per l’Africa dell’Ovest. Secondo Ribeiro finanziare lo sviluppo delle pmi e delle imprese ivoriane, soprattutto di proprietà femminile, “significa preservare e sostenere l’occupazione e promuovere la ripresa economica, indispensabile per uscire dalla crisi”. Si prevede che l’erogazione di questo prestito contribuirà alla crescita inclusiva poiché si rivolge a settori ad alta intensità di lavoro, migliorando nel contempo l’accesso ai finanziamenti per le imprese svantaggiate, in particolare le pmi, e quelle guidate da donne e giovani. Nel settore agricolo si prevedono forti risultati di sviluppo, compresa la creazione di 6.700 posti di lavoro per donne (36% del totale) e giovani (37%). [ASB]
  • Togo Free

    Porto di Lomè registra crescita a doppia cifra

    TOGO - Il porto di Lomé ha registrato una ripresa delle attività nel 2020, nel suo segmento container, con una crescita a doppia cifra, nonostante la crisi sanitaria che ha portato al rallentamento dell’economia mondiale. Secondo la rivista londinese Lloyd’s List, specializzata in questioni di trasporto marittimo dal 1734, la piattaforma portuale togolese ha movimentato 1.725.270 teu nel 2020 contro 1,5 milioni all’anno precedente, con una crescita del 15%. Grazie a questa performance, leggermente superiore ai dati recentemente comunicati dalle autorità portuali locali (+13%), Lomé viene considerato tra i motori di crescita a livello globale, seconda in Africa e settima al livello mondiale nel 2020. Per la prima volta, un porto togolese entra così nei “One Hundred Container Ports 2021”, la classifica mondiale dei 100 maggiori porti container. Questo slancio al rialzo è principalmente guidato dalle operazioni di trasbordo di Lomé Container Terminal (Lct), il terminal container di proprietà della Terminal Investment, la filiale portuale di MSC e China Merchants Port Holdings. [GT]
  • Senegal Free

    Ue finanzia piano per settore dei trasporti

    SENEGAL - Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Terrestri del Senegal, Mansour Faye, ha illustrato alla stampa le attività del Programma di sostegno alla governance del settore dei trasporti terrestri. Si tratta, secondo le informazioni rese note, di un piano da più di 3 milioni di euro finanziato dall’Unione europea, che sarà attivato attraverso il Programma di infrastrutture regionali (Pir) e che riguarda l’area dell’Africa occidentale. “Il piano – ha spiegato il ministro – prevede anche il miglioramento della gestione della manutenzione stradale e la fluidità dei servizi di trasporto sul corridoio internazionale Dakar-Bamako. L’altra parte del progetto si concentrerà  sulla sensibilizzazione sui temi dei trasporti, della manutenzione stradale, della lotta alle pratiche anomale, dell’inquinamento e del coinvolgimento delle donne nel settore”, ha aggiunto Mansour Faye. [GT]