Mozambico

Tempesta tropicale Ana tocca terra

MOZAMBICO – La prima tempesta tropicale della stagione degli uragani dell’Oceano Indiano sudoccidentale 2021/2022 ha toccato terra stanotte avendo raggiunto le cose del Mozambico.

(98 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Australe

  • Sudafrica Free

    Banca centrale alza tassi di interesse

    SUDAFRICA - Il Comitato per la politica monetaria (Mpc) della Reserve Bank del Sudafrica, la banca centrale, ha alzato il tasso di interesse di riferimento di 50 punti base, portandolo al 4,75%.

    A darne notizia sono i media economici locali, ricordando che la Reserve Bank aveva già aumentato il tasso di interesse di  di 25 punti base in marzo, a gennaio e prima ancora in novembre (in quello che era stato il primo incremento dal novembre 2018). 

    In precedenza il costo del denaro era rimasto sui minimi storici (da quando il benchmark era stato introdotto nel 1998) dal luglio 2020, da quando la Reserve Bank avevo varato la quinta riduzione consecutiva (complessivamente i tassi erano stati tagliati di 275 punti base nel 2020). 

    La decisione non è stata unanime: quattro su cinque membri del Mpc hanno votato a favore, uno solo avrebbe preferito continuare con un rialzo di 25 punti base. [MV]

  • Zimbabwe Free

    Revocata sospensione prestiti bancari

    ZIMBABWE - La Banca centrale dello Zimbabwe ha revocato la sospensione dei prestiti bancari annunciata dal presidente Emmerson Mnangagwa all'inizio di maggio, precisando tuttavia che le società indagate per presunti reati finanziari non sarebbero ancora autorizzate a contrarre nuovi finanziamenti.

    A segnalarlo sono i media locali, ricordando che lo scorso 7 maggio Mnangagwa aveva annunciato una serie di misure che, secondo lui, avrebbero riportato la fiducia nell'uso della valuta locale, tra cui una sospensione dei prestiti a tutte le entità, inclusi governo, aziende e individui.

    La mossa, tuttavia, ha innescato perturbazioni all'interno dell'economia, con alcune aziende che hanno interrotto i pagamenti anticipati agli appaltatori mentre altre hanno smesso di acquistare materie prime adducendo la mancanza di contanti.

    Perciò il governatore della Banca centrale, John Mangudya, ha dichiarato il 17 maggio l'immediata revoca del provvedimento.

    "In seguito alla circolare che la Reserve Bank of Zimbabwe ha emesso alle banche il 9 maggio 2022, la Banca desidera informare il pubblico che la sospensione temporanea dei servizi di prestito da parte delle banche è stata revocata con effetto immediato - si legge nella nota firmata da Mangudya -. La revoca della sospensione non si applica a quelle entità che sono indagate dall'Unità di informazione finanziaria (FIU) per aver abusato delle strutture di prestito a danno dell'economia. La FIU ha di conseguenza informato tutte le banche delle entità interessate". [MV]

  • Mozambico Free

    Poliomielite, dichiarato primo focolaio dopo 30 anni

    MOZAMBICO - Le autorità sanitarie di Maputo hanno dichiarato di aver individuato un focolaio di poliomielite selvaggia dopo aver confermato che un bambino nella provincia nord-orientale di Tete aveva contratto la malattia: si tratta del primo caso registrato in Mozambico dal 1992.

    A segnalarlo è il servizio informativo delle Nazioni Unite, precisando che questo segna il secondo caso importato di poliovirus selvaggio nell'Africa meridionale quest'anno, dopo un focolaio in Malawi a metà febbraio.

    In base alle informazioni rese note dall'Ufficio regionale per l'Africa dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), il bambino infetto ha iniziato a manifestare l'inizio della paralisi alla fine di marzo.

    L'analisi del sequenziamento genomico indica che il caso i confermato in Mozambico è collegato a un ceppo che era circolato in Pakistan nel 2019 ed è molto simile al caso riportato in Malawi all'inizio di quest'anno.

    Il caso in Mozambico e il precedente in Malawi non influiscono tuttavia sulla certificazione del continente come libero dal poliovirus, perché il ceppo virale identificato non è autoctono, ha sottolineato l'Oms. L'Africa è stata dichiarata libera dalla poliomielite selvaggia indigena nell'agosto 2020 dopo aver eliminato tutte le sue forme autoctone dalla regione.

    “La  scoperta di un altro caso di virus della polio selvaggia in Africa è molto preoccupante, anche se non sorprende, dato il recente focolaio in Malawi  ha affermato il dottor Matshidiso Moeti, direttore regionale dell'Oms per l'Africa -. Tuttavia, mostra quanto sia pericoloso questo virus e quanto velocemente possa diffondersi".

    In Mozambico è in corso un'indagine per determinare l'entità del rischio rappresentato dal nuovo caso di poliovirus selvaggio e le risposte mirate necessarie. L'analisi preliminare dei campioni raccolti da tre contatti del caso appena rilevato, erano tutti negativi per il poliovirus selvaggio di tipo 1, ha precisato ancora l'Oms. Il Mozambico ha recentemente condotto due campagne di vaccinazione di massa – in risposta all'epidemia del Malawi – in cui sono stati coinvolti 4,2 milioni di bambini. Sono attualmente in corso sforzi per rafforzare la sorveglianza delle malattie in Malawi, Mozambico, Tanzania, Zambia e Zimbabwe. [MV]

  • Mozambico Free

    Cereali, investimenti per aumentare capacità molitoria

    MOZAMBICO - La Silos e Terminal Graneleiro da Matola (Stema), nella provincia mozambicana di Maputo, intende investire 14 milioni di dollari per riabilitare le proprie attrezzature e aumentare la capacità di movimentazione dei cereali. "Per raggiungere questo obiettivo, ricorreremo alle banche e ai nostri partner", ha dichiarato il presidente della Stema, Arlindo Chilundo, in una conferenza stampa tenuta nei giorni scorsi, poco dopo una visita alla sede dell'azienda da parte della Commissione per il Piano e il Bilancio del Parlamento mozambicano. “In questo momento stiamo gestendo 27 silos con una capacità totale di 45.000 tonnellate" ha detto Chilundo aggiungendo che la Stema ha ancora spazio sufficiente per soddisfare la domanda di importazione di cereali per tutte le aziende molitorie del Mozambico meridionale.  Il presidente della Commissione parlamentare, Antonio Niquice, ha esortato Stema a modernizzare le sue strutture per rispondere alle sfide della logistica del mercato del grano e a garantire che il suo piano aziendale risponda alle esigenze regionali anche alla luce delle sfide globali imposte dal conflitto in Ucraina. [MS]
  • Mozambico Free

    Obbligo etichette prodotti alimentari in portoghese

    MOZAMBICO - L'Ispettorato nazionale delle attività economiche (Inae) ha annunciato l'introduzione dell'obbligo, a partire dal prossimo mese di luglio, di apporre etichette in lingua portoghese su tutti i prodotti aimentari commercializzati in Mozambico.

    A precisarlo è stata l'ispettrice generale dell'Inae, Rita Freitas, intervenendo durante un seminario di formazione sul sistema giuridico dell'etichettatura sugli imballaggi dei prodotti alimentari.

    "Quest'anno è l'ultimo in cui il governo concederà una tolleranza fino a luglio, affinché i commercianti etichettino i prodotti alimentari in portoghese", ha detto Freitas aggiungendo che tutte le merci collocate sugli scaffali dei negozi in Mozambico devono essere identificate nella lingua ufficiale del paese e non potranno più essere etichettate solo in lingue straniere.

    Il provvedimento mira a tutelare i diritti dei consumatori, per garantire loro di sapere esattamente quale prodotto stanno acquistando e le sue caratteristiche.

    Secondo le informazioni rese note, le merci in vendita non identificate in portoghese sarebbero state rimosse dal mercato. Il Mozambico importa la maggior parte dei prodotti consumati nel paese dal vicino Sudafrica, una nazione di lingua inglese. [MV]

  • Angola Free

    Luanda aderisce a iniziativa su trasparenza industria...

    ANGOLA - L'Angola ha aderito ufficialmente all’Iniziativa internazionale per la trasparenza delle industrie estrattive (EITI), l'organismo che promuove uno standard di riferimento per la trasparenza nella gestione delle risorse naturali.

    Ad annunciarlo è stato il presidente angolano João Lourenço, parlando all'apertura dell'ottava edizione dell'African Oil and Gas Congress and Exhibition, che si svolge a Luanda.

    Nel suo intervento, il capo dello Stato ha precisato che è già stato istituito un Comitato di coordinamento nazionale per finalizzare l'adesione. 

    "L'Esecutivo angolano ha deciso di aderire all'Extractive Industry Transparency Initiative, avendo costituito il Comitato di coordinamento nazionale quale organo collegiale che mira a promuovere il buon governo e di conseguenza migliorare la trasparenza nella gestione dei ricavi delle risorse minerarie, in generale, e del petrolio in particolare", ha detto. 

    João Lourenço ha inoltre sottolineato che il Paese "ha avviato nel 2018 una serie di riforme nel settore petrolifero per migliorarne la governance, la trasparenza ed eliminare possibili conflitti di interesse". 

    Queste riforme, secondo il Presidente, sono culminate nella creazione dell'Agenzia nazionale per il petrolio, il gas e i biocarburanti (ANPG), nell'"istituzionalizzazione dell'Instituto Regulador dos Derivados de Petróleo (IRDP), come organismo di regolamentazione per il medio e segmenti a valle, nonché la ristrutturazione di Sonangol per il suo riposizionamento e focalizzazione sulla catena del valore del petrolio e del gas naturale". [MV]