Mozambico

Governo studia aumento fondi per aree estrattive

MOZAMBICO - Il ministero mozambicano delle Risorse minerarie e dell'energia ha reso noto di aver avviato un processo per valutare come aumentare i fondi che lo Stato trasferisce alle comunità in cui vengono estratte le risorse naturali al fine di garantire a queste regioni maggiori benefici.

“Sono in corso discussioni sulla revisione dei trasferimenti a vari livelli, credo che ad un certo punto ci possa essere un aumento o ci possa essere un controllo”, ha detto Obete Matine, portavoce del del ministero delle Risorse minerarie e dell'energia citato dall'agenzia di stampa Aim.

La misura nasce in seguito alle proteste di numerose organizzazioni della società civile mozambicana, che hanno contestato la quota del 2,75 per cento che lo Stato destina alle comunità locali canalizzandola dalla tassa sulla produzione dei concessionari nelle aree di esplorazione delle risorse naturali, ritenendola troppo bassa. 

Intervenendo ai giornalisti a margine del settimo consiglio di coordinamento del ministero delle risorse minerarie e dell'energia, il portavoce dell'incontro ha affermato che le autorità stanno studiando la possibilità di rivedere le somme trasferite alle comunità e la possibilità di definire criteri per gli importi essere assegnato a ciascuna regione.

"Quello che succede al momento è che non esiste un regolamento che fissi il tasso del 2,75 percento e al momento questo tasso è fissato nel bilancio statale", ha affermato Obete Matine, ricordando che le risorse da trasferire alle comunità dovrebbero contribuire ad uno sviluppo sociale ed economico equilibrato, mirando a prevenire l'aggravarsi degli squilibri tra le regioni del Paese.

"L'obiettivo finale è quello di avvantaggiare le comunità, non di danneggiare qualcun altro", ha concluso Matine. [MV]

© Riproduzione riservata

Ultimi articoli della sezione Africa Australe

  • Mozambico Free

    Necessari almeno 9,5 milioni di dollari per finanziare...

    MOZAMBICO - Il governo ha bisogno di almeno 9,5 miliardi di dollari per finanziare progetti che mirano a fornire acqua potabile alla popolazione entro il 2030, attraverso la costruzione di fonti di approvvigionamento, il ripristino e l'ammodernamento delle infrastrutture attualmente esistenti. Lo ha affermato a New York, a margine della 70a sessione dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite, il Primo Ministro Adriano Maleiane, secondo il quale questa è una delle condizioni principali per garantire che il Mozambico raggiunga il sesto obiettivo degli Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG), che stabilisce un accesso universale ed equo all'acqua potabile e sicura per tutti, entro il 2030. Il Primo ministro ha garantito che il governo mozambicano guarda alla questione in due modi: da un lato, aumentando la disponibilità della risorsa e, dall'altro, migliorandone la gestione a causa dei vari casi di spreco. Per ottenere i 9,5 miliardi di dollari necessari, il governo può contare sul sostegno della Banca Mondiale, secondo il Capo del governo mozambicano. A margine della 70a sessione dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite, Adriano Maleiane ha tenuto un incontro con il suo omologo dei Paesi Bassi, durante il quale, secondo il viceministro degli Affari Esteri e della Cooperazione, Manuel Gonçalves, i due governi hanno concordato sulla necessità di rafforzare le relazioni bilaterali. [CN]
  • Angola Free

    Verso la creazione di un mercato radiotelevisivo

    ANGOLA - Il ministro delle telecomunicazioni, delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione sociale (MINTTICS), Mário Augusto da Silva Oliveira, ha espresso l'intenzione dell'Esecutivo di continuare a investire in progetti che incoraggiano la creazione dell'industria e del mercato della radiodiffusione. Il ministro si è espresso durante la cerimonia di presentazione dei Segretari di Stato per le Telecomunicazioni, Pascoal Fernandes, e per la Comunicazione sociale, Nuno Albino Caldas. Nell’ambito della strategia di comunicazione digitale del governo, Mário Augusto da Silva Oliveira punta a maggiori investimenti in termini di infrastruttura nazionale a banda larga in fibra ottica subacquea e terrestre, infrastruttura di trasmissione satellitare per il progetto della rete di comunicazione AngoSat e il programma di osservazione della Terra, nel quadro della strategia del Management Ufficio del Programma Spaziale Nazionale (GGPEN). In questo contesto, il titolare del portafoglio MINTTICS ha precisato che il progetto AngoSat-2 è in corso. Angosat-2 è il satellite sostitutivo di Angosat-1, il primo satellite angolano, lanciato nel dicembre 2017. Il nuovo satellite si basa sulla piattaforma Eurostar-3000, con una durata fino a 15 anni. Per l'ente televisivo pubblico TPA, il titolare del MINTTICS ha sottolineato che il programma di ammodernamento non si esaurisce con l'implementazione del canale news, mentre sono in corso i preparativi per l'emergere di più canali e il miglioramento della produzione dei contenuti. Su Rádio Nacional de Angola, ha affermato che una delle missioni da continuare è l'ammodernamento della rete di trasmettitori per l'espansione del segnale di trasmissione in alcune zone grigie ancora registrate. Per quanto riguarda i giornali, il ministro ha sottolineato che le imprese e i titolari di servizi editoriali dovrebbero migliorare la componente diffusionale affinché raggiunga le zone più remote del Paese. [CN]
  • Sudafrica Free

    Assegnato a produttore svedese contratto per...

    SUDAFRICA - Saab ha ricevuto un contratto di supporto del valore di 31 milioni di dollari per il servizio, le riparazioni e la manutenzione dei caccia a reazione Gripen C/D dell'aeronautica sudafricana, South African Air Force (SAAF), su un periodo di tre anni, fino al 2025. Lo ha annunciato la società svedese. "Sono molto felice e soddisfatta di aver raggiunto un accordo per un nuovo contratto di supporto in modo da poter supportare nel migliore dei modi i nostri clienti con le loro esigenze operative", ha affermato Åsa Schöllin, capo della business unit Gripen Sustainment di Saab, per la quale il Sudafrica è il primo cliente delle esportazione su Gripen.  Il contratto copre l'assistenza, le riparazioni e la manutenzione, nonché piccoli aggiornamenti dei sistemi di supporto e addestramento delle forze aeree sudafricane. Il nuovo contratto di supporto renderà nuovamente idonei al volo 13 velivoli: la SAAF aveva 26 Gripen C/D, ma uno è stato cancellato a seguito di un incidente a terra. I restanti 12 erano in deposito. [CN]
  • Zimbabwe Free

    FMI, il PIL diminuirà della metà nel 2022

    ZIMBABWE - La crescita del prodotto interno lordo (PIL) dello Zimbabwe dovrebbe diminuire di circa la metà dei livelli del 2021 a circa il 3,5% nel 2022. Lo ha affermato l’FMI dopo che una delegazione ha completato una missione nel Paese dell'Africa australe, che hanno attribuito il calo a un rallentamento della produzione agricola ed energetica dovuto a piogge irregolari e alla crescente instabilità macroeconomica, nonostante una ripresa del settore minerario e del turismo. “La missione dell’FMI prende atto degli sforzi delle autorità per stabilizzare il mercato valutario locale e ridurre l'inflazione. A questo proposito, il recente inasprimento della politica monetaria e il contenimento dei disavanzi di bilancio sono politiche nella giusta direzione e hanno contribuito a ridurre il divario di cambio del mercato parallelo”, ha osservato Dhaneshwar Ghura, capo della delegazione dell’FMI, prima di aggiungere: "Sono necessari ulteriori sforzi per ancorare in modo duraturo la stabilità macroeconomica e accelerare le riforme strutturali". L’FMI ha infatti sottolineato che l'incertezza rimane elevata e le prospettive del Paese dipenderanno dall'evoluzione degli shock esterni, dalla posizione politica e dall'attuazione di politiche inclusive favorevoli alla crescita, evidenziando che sono emerse nuove pressioni al deprezzamento dei prezzi e del tasso di cambio, in particolare nel secondo trimestre del 2022, con l'inflazione ad agosto che ha raggiunto il 285% rispetto all'anno precedente. L'istituto di credito con sede a Washington fornisce allo Zimbabwe un'ampia assistenza tecnica nei settori della governance economica e delle riforme del settore finanziario, nonché delle statistiche macroeconomiche. Gli è tuttavia impedito di fornire sostegno finanziario allo Zimbabwe a causa di un debito insostenibile e degli arretrati esterni ufficiali. [CN]
  • Angola Free

    Novagrolíder lancia il “caffè della gente”

    ANGOLA - Oggi sarà lanciata a Luanda un nuovo prodotto chiamato “café do povo”, prodotto nei fertili altopiani di Quibala, a Kwanza-Sul. Questa nuova varietà è prodotta da Novagrolíder, uno dei più grandi progetti agroindustriali del Paese.  Secondo una nota dell'azienda, il caffè viene raccolto al culmine della maturazione e subisce un processo ristretto di maturazione, trattamento dei chicchi e una tostatura media. Lo scopo, sottolinea Novagrolíder, è quello di offrire ai consumatori un caffè di "massima qualità con tutto l'aroma e il sapore". Novagrolíder opera nella produzione e trasformazione di alimenti in vari settori di mercato come orticoltura, frutticoltura, caseificio zootecnico, itticoltura, agroindustria e industria alimentare. [CN]
  • Sudafrica Free

    Società di difesa privata riceve ordini per aerei...

    SUDAFRICA - La società di difesa privata sudafricana Paramount Aerospace Industries ha ricevuto due ordini per nove dei suoi aerei Mwari, il primo aereo militare ad essere progettato e costruito nel Paese in quasi due decenni. Lo ha annunciato la società a margine della fiera Africa Aerospace and Defense attualmente in corso a Pretoria. La Paramount ha rifiutato di nominare i due clienti del Mwari ma ha affermato che stava prendendo di mira clienti militari nei Paesi in via di sviluppo in Africa e Asia per le vendite. "Abbiamo un immenso interesse in tutto il mondo", ha affermato il fondatore del Paramount Group Ivor Ichikowitz. "La nostra più grande sfida in questo momento sarà quella di creare capacità di produzione abbastanza rapidamente da soddisfare la domanda", ha aggiunto. Ad oggi la Paramount ha investito circa 42 milioni di dollari nello sviluppo del velivolo. Ichikowitz ha affermato che il piano era quello di vendere impianti di produzione modulari che consentissero ai clienti di produrre le proprie versioni del Mwari localmente. La Paramount utilizza già un sistema simile per costruire veicoli terrestri in località di tutto il mondo. "Paramount ha aperto la strada al concetto di produzione portatile alcuni anni fa", ha affermato Ichikowitz. "Quello che abbiamo in Sudafrica è la prima delle microfabbriche che alla fine saranno costruite in tutto il mondo per produrre questo aereo". Lo sviluppo del Mwari è iniziato nel 2010. La Paramount lo commercializza come un'alternativa relativamente economica ai costosi velivoli militari ad alta manutenzione per operazioni di sorveglianza, pattugliamento marittimo e contro-insurrezione. Un modello base costa circa 10 milioni di dollari, con opzioni aggiuntive tra cui pod ottici high-tech, raccolta di informazioni elettroniche e visione notturna. [CN]