Camerun

Mtn creerà istituto pagamento per transazioni mobili

CAMERUN - Dopo il suo concorrente Orange, l’operatore di telecomunicazioni Mtn sta creando un istituto di pagamento dedicato alle transazioni finanziarie in mobile in Camerun. Ad annunciarlo attraverso un’intervista pubblicata sul quotidiano “Camerun tribune”, il ministro delle Finanze Louis Paul Motaze.

Mtn creerà una filiale che sarà autorizzata a fornire, in modo indipendente, servizi di pagamento come depositi, bonifici e prelievi di denaro, acquisti di crediti e pacchetti telefonici, pagamenti di bollette, stipendi, tasse e imposte, incasso e raccolta fondi e ricezione di bonifici internazionali.

Finora, Mtn ha avuto solo una filiale chiamata “Mobile Money Corporation”, che è un fornitore di servizi di pagamento di dimensioni inferiori. Se le istituzioni monetarie daranno l’ok alla richiesta di approvazione, la società potrà contare su una struttura più ampia in termini di risorse e servizi da erogare.

Per la cronaca Orange Camerun da solo rivendica il 70% della quota di mercato monetario mobile. [GT]

© Riproduzione riservata

Ultimi articoli della sezione Africa Centrale

  • Repubblica Congo Free

    Verso maggiore cooperazione con Russia

    REP CONGO - Il governo di Brazzaville, che si dichiara neutrale nella guerra tra Russia e Ucraina dallo scorso febbraio, sta rafforzando la sua cooperazione con Mosca. Le autorità dei due Paesi hanno concluso nuovi accordi venerdì nella capitale congolese durante la cerimonia di chiusura della sesta commissione intergovernativa congiunta. Radio France Internationale riferisce che gli accordi conclusi e i memorandum firmati riguardano diversi settori. Tecnologie dell’informazione e della comunicazione, salute, ricerca, innovazione tecnologica, cultura e sport. Il ministro congolese per la Cooperazione internazionale e la promozione dei partenariati pubblico-privati, Denis Christel Sassou-Nguesso, che ha presieduto alla firma degli accordi con il primo vice ministro russo per l’Energia, Pavel Sorokine, si è impegnato a garantirne l’applicazione. “Non sono destinati a essere firmati per essere messi nei cassetti o negli armadi. Ma sono firmati per essere implementati”, ha detto aggiungendo che “entro la fine del 2022, i governi congolese e russo dovranno concludere un altro accordo che sarà la base per la realizzazione di un progetto di gasdotto che si snoderà dal sud al nord del Congo per oltre 1.000 chilometri”. Sassou-Nguesso, come si legge su Rfi, ha anche ricordato che “gli studi per questo progetto sono già stati effettuati e finanziati interamente dalla Société nationale des pétroles du Congo (Snpc). L’obiettivo dichiarato è che prima del prossimo vertice Russia-Africa del 2023, questo progetto venga concretamente intrapreso”. La società russa Prometey è stata nominata responsabile del progetto. La cooperazione tra Brazzaville e Mosca, istituita nel 1964, era in precedenza incentrata sull’addestramento e l’istruzione militare. Ufficialmente, ogni anno vengono inviati in Russia in media 150 studenti congolesi. [VGM]
  • Camerun Free

    Inaugurato stabilimento tessile

    CAMERUN - La Maison du Textile (Lmdt) ha aperto i battenti a Yaoundé: la cerimonia di inaugurazione del primo stabilimento di lavorazione tessile è avvenuta alla presenza delle autorità locali e di una serie di rappresentanti di banche locali e partner. Lo stabilimento offre un’ampia gamma di servizi sulla trasformazione dei tessuti, tra cui ricamo industriale e stampa digitale. Garantisce l’esecuzione di divise aziendali e scolastiche, nonché altre divise da lavoro realizzate in cotone e materiali sintetici. “La Maison du Textile” ha attualmente una capacità di produzione media di circa 300 capi al giorno. Questo nuovo produttore intende quindi inserirsi in un segmento del settore non ancora saturo secondo il suo amministratore delegato Franck Eddy Mbolo, e ha intrapreso nella sua strategia di impiego di formare il proprio personale, composto da 50 dipendenti. Al momento questa azienda si rifornisce di materie prime in Cina, ma con l’ambizione di sviluppare successivamente una politica basata sul consumo di materie prime prodotte localmente per ridurre le proprie importazioni. [GT]
  • Camerun Free

    Prestito da Adfb per due progetti

    CAMERUN - Due accordi di prestito sono stati firmati tra il Camerun e la Banca africana per lo sviluppo (Afdb). I fondi sono destinati all’attuazione del progetto di sviluppo delle strade per l’apertura del porto e dell’area industriale di Kribi, e del progetto complementare per il drenaggio dell’acqua piovana a Yaoundé. L’importo del finanziamento è di 90 miliardi di franchi Cfa, pari a circa 136 milioni di euro. Gli accordi sono stati siglati tra il ministro dell’Economia, Alamine Ousmane Mey e Serge N’Guessan, amministratore delegato della Banca africana di sviluppo per l’Africa centrale. [CC]
  • CiadGabon Free

    Successo per titoli di Stato in Africa centrale

    CIAD / GABON - I risparmiatori in Gabon e Ciad sono più attivi sul mercato secondario dei titoli di Stato della Bank of Central African States (Beac), rispetto a quelli che vivono in Camerun, Paese tuttavia definito come la locomotiva dell’economia della sub- regione. Lo rivelano i dati dell’Unità di regolamentazione e conservazione dei titoli dei Paesi Cemac (Camerun, Congo, Gabon, Ciad, CAR e Guinea Equatoriale).

    Nel dettaglio, il rapporto sull’operatività sul mercato dei titoli del Tesoro di agosto 2022 rileva che i gabonesi sono i più attratti dai titoli di Stato del mercato secondario, con 33,51 miliardi di franchi cfa (circa 50 miliardi di euro) in portafoglio ad agosto 2022. Ciò corrisponde al 2,54% dei titoli detenuti dai vari investitori del Paese. Sebbene sia tra i mercati minori, il Ciad sta vedendo un crescente interesse da parte dei suoi investitori per i titoli di stato. In questo Paese, si apprende ufficialmente, i privati ​​detengono fino al 2,3% dei titoli in circolazione.

    In Camerun, Paese che tuttavia fornisce circa il 70% del capitale mobilitato dagli Stati Cemac sul mercato primario dei titoli pubblici del BEAC, solo l’1,07% dei titoli pubblici, è detenuto da singoli risparmiatori. [GT]

  • CamerunR. Centrafricana Free

    Cogea cerca subappaltatori per base logistica

    CAMERUN - Cogea Development Corporation (Cdc), società sudafricana specializzata nello sviluppo di basi logistiche, zone economiche speciali e progetti infrastrutturali, è stata scelta dal Centrafrica per realizzare il suo progetto di costruzione di basi logiche in Camerun. In dettaglio, Cdc deve fornire una piattaforma per lo stoccaggio delle merci e condurre le operazioni doganali per le merci in transito da o verso il Centrafrica attraverso i porti di Douala e Kribi. Dalla stampa specializzata si apprende che, per realizzare il progetto, Cdc ha lanciato una procedura internazionale per selezionare una società o un gruppo che realizzi, in qualità di subappaltatore, i lavori di sviluppo per la costruzione delle infrastrutture della base logistica di Douala. Le candidature fisiche o online devono pervenire al Cdc entro il 31 ottobre 2022. [VGM]
  • Ciad Free

    Prestito da Fondo Opec per istituto scienze e...

    CIAD - Il Fondo Opec per lo sviluppo internazionale ha concesso un prestito del valore di 11 milioni di dollari alla Repubblica del Ciad per sostenere il progetto di espansione dell’Istituto nazionale di scienze e tecnologie di Abéché, la terza città del Paese. Il progetto è cofinanziato con la Banca araba per lo sviluppo economico in Africa  e includerà l’espansione delle strutture dell’Istituto. Consentirà ad ulteriori 600 studenti ogni anno di completare un’istruzione approfondita nelle scienze tecniche e nella biomedicina. Moussa Batraki, ministro dell’economia, della Pianificazione dello sviluppo e della Cooperazione internazionale e il direttore generale del Fondo Opec, Abdulhamid Alkhalifa hanno firmato ieri l’accordo di finanziamento a Vienna. “Un’istruzione di qualità inclusiva è la pietra angolare dello sviluppo sociale ed economico. Infrastrutture migliori e sostenibili, tra cui alloggi di qualità superiore, strutture accademiche e sociali consentiranno agli studenti di concentrarsi sui loro studi e istruzione. Siamo lieti di sostenere le ambizioni di sviluppo del Ciad nel settore dell’istruzione e l’obiettivo di sviluppo sostenibile 4 – istruzione di qualità “. Il governo ciadiano ha identificato l’educazione come settore chiave per lo sviluppo nazionale e ha adottato una strategia nazionale di due anni per l’istruzione superiore, la ricerca scientifica e la formazione professionale nel 2021. Mira ad aumentare il numero di studenti nell’istruzione superiore e collegare i programmi di sviluppo delle risorse umane con il mercato del lavoro. Il Fondo Opec ha sostenuto lo sviluppo sostenibile nel Chad dal 1977, fornendo fino ad oggi oltre 125 milioni di dollari per progetti di trasporto, istruzione e agricoltura. Il Fondo Opec per lo sviluppo internazionale vanta di essere l’unico istituto di sviluppo obbligatorio a livello globale che fornisce finanziamenti dai Paesi membri ai Paesi non esclusivamente membri. L’organizzazione lavora in collaborazione con i partner dei Paesi in via di sviluppo e la comunità di sviluppo internazionale per stimolare la crescita economica e il progresso sociale nei paesi a basso e medio reddito in tutto il mondo. Il Fondo Opec è stato istituito dai Paesi membri nel 1976 con uno scopo distinto: guidare lo sviluppo, rafforzare le comunità e potenziare le persone. Si concentra su progetti di finanziamento che soddisfano bisogni essenziali, come cibo, energia, infrastrutture, occupazione (in particolare relative a (Msme) acqua pulita e igiene, assistenza sanitaria e istruzione. Ad oggi, il Fondo Opec dichiara di aver impegnato oltre 22 miliardi di dollari per progetti di sviluppo in oltre 125 Paesi con un costo totale di progetto stimato di 187 miliardi di dollari. Il Fondo Opec è classificato AA+/Outlook stabile da Fitch e AA, Outlook positivi di S&P nel 2021. [CC]